MOSTRI DI KRYNN
Compendio dei Mostri per Dragonlance

Image

Autori: Cam Banks & Andre’ LaRoche
Edito da: Sovereign Press
Distribuito da: 25 edition
Lingua: italiano
Pubblicato nel: estate 2005
Pagine & Rilegatura: 144 pagine, cartonato, a colori
Prezzo: 26,95 €

Recensione

Mostri di Krynn e’ un supplemento per l’ambientazione di Dragonlance che presenta le bizzarre e straordinarie creature che si possono trovare nelle terre degli Eroi della Lancia. Nell’introduzione, Jean Rabe spiega come siano stati proprio le creature di Dragonlance, i draconici in particolare, a stuzzicare la sua fantasia e la sua immaginazione, portandola a ritenere il fascino esotico e misterioso delle creature di Krynn uno dei motivi per cui adora questa ambientazione.

La struttura del manuale e’ leggermente differente da quella del Manuale dei Mostri: le prime sezioni presentano mostri ordinati e divisi per tipologie: prima i draghi, poi umanoidi, esterni, elementali e nonmorti. In seguito vengono presentate delle classi di prestigio per i mostri (per draghi, piante o nonmorti, ad esempio). Si conclude con un capitolo sulle difficolta’ di integrazione e su quali e quante possano essere le difficolta’ di essere accettati da una razza diversa.

I Draghi

In un supplemento su Dragonlance, dopo un periodo come la quinta era, l’apertura del manuale non poteva che essere dedicata ai draghi: vengono cosi’ presentati alcuni nuovi tipi di drago, da quello acquatico a quello del fuoco, quindi i draconici, tanto cari a Jean Rabe, ed alcuni archetipi relativi ai draghi, tra cui quello del vassallo dei draghi, un umanoide a cui un Signore dei Draghi ha conficcato una propria scaglia incantata, rendendolo un suo schiavo (qualcuno ha detto Dhamon Grimwulf?)
Oltre a tutte le varie descrizioni, statistiche e regole speciali per i mostri, qua e la si trovano alcuni inserti che descrivono situazioni particolari, come il legame tra un cavaliere di draghi e la propria cavalcatura o tra un Signore dei Draghi ed un Vassallo.

Razze

Segue un capitolo sugli umanoidi, molti dei quali integrano una breve descrizione per permettere l’utilizzo delle creature come personaggi giocanti. Abbiamo quindi Centauri, Kyrie, Troll e Taylidi, tutti corredati di descrizioni, informazioni sulle abitudini e l’organizzazione delle loro societa’ e, ovviamente, regole per l’utilizzo da parte di master e giocatori.

Alleati ed avversari

A seguire vengono presentate le altre creature, ancora divise per tipologie: abbiamo quindi alcuni animali comuni e creature decisamente piu’ fantastiche e terribili, come i ragni grandi oltre 4 metri capaci di tendere astuti trabocchetti o sanguisughe in grado di prosciugare la volonta’ della vittima e renderla malleabile.
Si viene quindi catapultati tra le creature piu’ bizzarre che popolano Krynn: bambole assassine che attendono il sonno della vittima per strangolarla, statue animate e permeate di potere divino erette a difesa dei luoghi sacri, Signori dei Daemon, servitori elementali attratti e vincolati da incantesimi, spiriti dei Cavalieri di Solamnia tanto ligi al dovere da rimanerne vincolati anche oltre la morte e turpi esperimenti mutati e corrotti della perfida Onysablet.
La genade quantita’ di caratteristiche particolari ed originali delle barie creature, oltre a fornire un ambio bestiario di creature da cui un master puo’ trarre un’ampia schiera di avversari, fornisce spunti e possibili ispirazioni per la creazione di creature personali.
La carrellata si conclude con alcune classi di prestigio per mostri, come il Drago Distruttore, per draghi che cadono preda dell’ira e traggono piacere nel portare distruzione, o il ramo di Zivilyn, per piante ultracentenarie senzienti che si occupano di custodire conoscenza e sapienza.

Viaggiando per il mondo

Poco prima della conclusione vera e propria, costituita da una serie di tabelle di incontri suggeriti per ogni regione di Krynn, il manuale presenta un capitolo relativo all’integrazione razziale, riprendendo un tema tanto caro alla vecchia guardia di Dragonlance (chiunque abbia letto le Cronache non scordera’ i problemi di integrazione di Tanis con gli altri elfi) e riproponendo il problema alla luce di personaggi giocanti addirittura non umanoidi e mostruosi.
Oltre alle varie difficolta’ ed alle possibili reazioni, vengono presentati alcuni suggerimenti per gestire i rapporti e comprendere cosa potrebbe portare ad un miglioramento (come pure ad un peggioramento) dei rapporti. Vengono quindi presentate alcune zone particolari, piu’ indicate per personaggi mostruosi e dove sia piu’ “semplice” farsi accettare, come Sanction o Teyr.

Commento personale: un discreto manuale, non rientra nell’olimpo dei supplementi della 3.5, ma puo’ offrire comunque buoni spunti per le proprie avventure, anche non ambientate su Dragonlance, ovviamente.
La grafica, a colori, e’ discreta: alcuni disegni forse possono non essere eccellenti, ma nel complesso la qualita’ e’ buona. Le scelte di impaginazione sono azzeccate, consentendo una veloce consultazione e una buona fruibilita’ delle informazioni durante il gioco (eccezion fatta per tabelle come quelle delle caratteristiche dei draghi per eta’, forse dai caratteri un po’ troppo minuti).
Buon manuale, merita una pienissima sufficienza e, per essere un “semplice” bestiario, riesce efficacemente nel proprio intento.

Voto: 6,5
Sito ufficiale: http://www.25edition.it
Recensore: MaDdi3
Scrivi al recensore : the_maddie@hotmail.com

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.