Codex Mysterium

Titolo: Codex Mysterium (Supplemento per Witchcraft)
Autori: C.J. Carella
Edito da: Wildboar
Lingua: Italiano
Pagine & Rilegatura: 224 Brossurato
Prezzo: 24 Euro

“Solo il tempo dirà quel che sarà.
Il tempo … e le vostre scelte”

Ed eccoci a recensire un manuale che farà la gioia di chi ha trovato Witchcraft un buon gdr, aggiungendo delle informazioni che nel manuale base latitavano pur non essendo fondamentali, ma prima di iniziare voglio segnalare che tutto quello che troverete in questo supplemento è farina del solo C.J. Carella il quale ha preso il suo gioco e lo ha arricchito a dovere di cose di cui un poco si sentiva la mancanza pur essendo decisamente superflue, il risultato è un supplemento che pur introducendo delle cose nuove, introduce anche altri interrogativi che pare verranno risolti in futuri supplementi (ad esempio i poteri maggiori…).. Come per il manuale base anche in questo manuale troviamo integrate tutte le correzioni attualmente disponibili, quindi, udite udite, non dovrete andare sulla rete a cercare le errata corrige da applicare.
Segnalo inoltre una traduzione ben fatta e con un bassissimo numero di errori ed anche questo segna un punto a favore di questo supplemento e la correzione di alcuni termini infelici apparsi nel manuale base come ad esempio il Tristo Mietitore ora diventato il ben più allegro e letale Tetro Mietitore. Per il resto non ho null’altro da segnalare se non il fatto che questo manuale sembra davvero a prova di giocatori, master (fino ad ora, sottoposto a varie torture non ha battuto ciglio, se volete sapere le torture a cui l’ho esposto non avete che da chiedere…) finestre e portatili…

Aspetto
Il tomo ha le stesse dimensioni del manuale base, solo meno spesso e con la copertina in brossura e non in cartonato; il rumore del manuale è giusto, l’aspetto è quello classico che abbiamo imparato ad apprezzare in Witchcraft ovvero bianco e nero vecchio stampo con disegni fatti a mano (o almeno così sembra) e sembra davvero solido il che non guasta mai.

Contenuto
Il tomo si apre con una storia (una delle più interessanti devo dire) e poi con l’introduzione che fondamentalmente spiega cosa ci sarà esattamente nel libro che ci apprestiamo a leggere. Dal punto di vista puramente regolistico voglio segnalare l’introduzione di altre meccaniche per gestire meglio le arti marziali e la generazione dei personaggi con punteggi che tengono conto di età ed intelligenza, ma procediamo con ordine…

Capitolo Due: Regole
Bene, oserei dire che questa sia la parte meno interessante del manuale, nonostante vengano descritti nuovi concetti di personaggi, nuovi tipi di personaggi, nuove abilità, nuove regole di creazione dei personaggi, nuove regole per i combattimenti tra cui quelle per gestire al meglio le arti maziali e, infine, vengono descritti meglio i veleni ed il loro uso.
Qui la parte migliore secondo il mio modesto parere è quella riguardante l’uso delle arti marziali, dopo tutto un pugno dato da chi fa boxe è diverso da un pugno dato uno che di boxe non ne capisce nulla, tutto questo è ora possibile gestirlo abbastanza facilmente, poi ci sono le regole per la generazione dei personaggi con l’assegnazione dei punti abilità in base a fattori quali età, intelligenza ecc ecc. Non mi soffermo sulle nuove abilità e sui concetti dei personaggi in quanto tutti possiamo crearne semplicemente di nuovi, dobbiamo solo stare un attimo attenti affinché non siano sbilanciati o sbilancianti.

Capitolo Tre: Inumani
Forse questa è la parte più ghiotta ma probabilmente la parte dove io scriverò di meno, dopo tutto non vorrei rovinarvi il gusto della sorpresa, sappiate che in questo gustoso (per rimanere in tema) capitolo potrete trovare le regole, poteri inclusi, per generare Spiriti, Fantasmi, Apparizioni, Vampiri e Morti senza pace.
Sicuramente, specie se provenite da vampire o comunque dal Word of Darkness, vi starete chiedendo le differenze tra i vampiri di Witchcraft e quelli di Vampire o, semplicemente, cosa sono i Morti senza pace. Bene iniziamo dai vampiri i quali non hanno nulla a che vedere con quelli di Vampire, in quanto qui, chiaramente sono dei “succhia-essenza” ed uno dei modi per risucchiare essenza è succhiare il sangue dalla gente che in quest’atto rilascia essenza fruibile per il vampiro di turno; non esistono i “clan” di vampiri ma questi possono chiaramente far parte di un’associazione (alcune delle quali inserite in questo supplemento) e perseguire comunque i loro scopi. Quindi sostanzialmente il master o chi per lui può sentirsi libero di organizzare questi inumani a seconda delle sue proprie esigenze.
Lasciamo i vampiri e spostiamo la nostra attenzione sui Morti senza pace che sicuramente risultano essere decisamente più letali in quanto sono anime che hanno deciso di rimanere in vita per uno scopo preciso, il problema è se questi esseri incrociano le strade di chicchessia e costui non è d’accordo! In quanto esseri che sono in vita per portare a compimento un loro scopo, farli desistere significa farli morire e penso che nessuno possa far desistere un morto tornato dalla tomba magari per vendicare la morte della sua fidanzata con cui magari stava per sposarsi (ogni riferimento a “Il Corvo” è puramente casuale). Con questi tipi di personaggi entrano in gioco le abilità sia dei master che dovranno gestire degli esseri decisamente fuori dal comune, sia dei giocatori che dovrebbero essere decisamente bravi a giocarsi il dramma psicologico a cui vanno incontro questi esseri guidati da un unico motivo di esistere: il raggiungimento del loro fine ultimo; ovviamente non è detto che tale scopo debba essere di breve durata, potrebbe essere anche uno di una notevole durata temporale, tutto è messo comunque nelle mani di master e giocatori.
Chiaramente tutti i personaggi inumani, non sono certo semplici da giocare né da far giocare, quindi anche il manuale stesso da consigli sul come poter gestire personaggi di tale levatura, in quanto dati i loro bonus potrebbero risultare sbilancianti per una campagna.

Capitolo Quattro: Associazioni
Questo capitolo l’ho trovato un po’ pesante da leggere, certo vengono descritte delle associazioni interessanti come i paria, formati da gente povera o emarginata spesso vittime di soprusi ed altro e che ora pagano con la stessa moneta coloro che causano sofferenza. Vengono descritte associazioni in grado di poter accogliere ogni tipo di essere inumano ma sinceramente la cosa che mi ha maggiormente colpito è stato il ritratto della Combine…
Infatti qui mi son trovato a leggere con estremo piacere alcune cose e fatti sulla Combine, o meglio molte delle associazioni ivi presentate accennano sempre a quest’ultima e, il ritratto di questa associazione che nel manuale base ne usciva dipinta come la classica associazione vagamente cospiratrice ma orientata alla caccia alle streghe, per così dire, qui presenta un ritratto decisamente meno lindo e molto ma molto meno candido negli scopi; ne esce come un’associazione cospiratrice con alle spalle tonnellate di scheletri negli armadi e, questo trovo sia interessante, specie per i master i quali ora avranno molti più spunti per poter creare le loro storie.
Infine un’altra associazione che avrebbe potuto essere omessa in questo manuale e caratterizzata al meglio in un supplemento a loro dedicato è quella dei Draghi della Tempesta i quali sono i maestri di arti marziali in grado di utilizzare il Chi ( si legge Ki ), purtroppo qui alla fine vengono illustrati solo i ranghi inferiori che, bastano ed avanzano per giocare, ma io ne avrei voluto sapere molto di più in merito.

Capitolo Cinque: Metafisica
Come nel manuale base, anche qui troviamo il capitolo sulla Metafisica ovvero sui poteri e, quello che viene introdotto, finalmente, sono le Invocazioni Maggiori di cui si è accennato nel manuale base e non si aveva sottomano neanche un piccolo esempio. Bene qui ci sono alcune evocazioni maggiori che, pur non essendo numerose, provvedono senza problemi a fornire adeguate fonti di ispirazione per altri poteri di questa portata.
Vengono descritte anche alcune invocazioni minori, nuovi poteri negromantici sempre di stampo maggiore (livello 7/8), vengono illustrate le discipline della carne che hanno origine nelle sofferenze di chi è benedetto (anche se dovrei dire maledetto visti i terribili sacrifici e torture psico-fisiche a cui spesso sono andati incontro i portatori di questo Sentiero), ed infine vengono illustrati i primi livelli del Tao-Chi ovvero l’arte marziale al di sopra di tutte le arti ed appannaggio quasi esclusivo dei Draghi della Tempesta i quali più che un’arte marziale praticano una filosofia di vita.

Capitolo Sei: Sovrannaturale
Quest’ultimo capitolo si presenta come interessante per tutti in quanto descrive con una certa precisione il meccanismo dei portali e delle realtà alternative, oltre ai vari piani di esistenza (chiamati sostanzialmente sefiroti) presenti, purtroppo non li descrive tutti ma solo alcuni come Geburah ovvero il sefirota della morte e la Soglia ovvero il luogo dove le anime sostano un attimo prima di decidere, volontariamente o meno, cosa fare; infine compaiono anche le caratteristiche di alcuni degli esseri che amano dimorare in questi tetri luoghi.

Appendice
Per concludere degnamente questo manuale non potevano non inserire un’appendice che riassumesse e raccogliesse tutte le informazioni illustrate nel corso del tomo, quindi troviamo il glossario, le tabelle riassuntive, il riassunto delle regole per la generazione del personaggio le tabelle per la paura e le schede dei personaggi che, tuttavia non presentano una modifica sostanziale, ovvero che molte delle tipologie di esseri presentati in queste pagine non hanno i punti vita, quindi sulla scheda magari sarebbe stato comodo sostituire la scritta punti vita con la scritta essenza vitale in quanto anche se concettualmente indica la capacità di subire danni prima di morire, praticamente implica delle meccaniche diverse…

In sintesi
Sostanzialmente un ottimo prodotto, molto gradevole alla vista e che farà felice i master più smaliziati, le informazioni al suo interno sono parecchie e abbastanza utili ma, ovviamente non fondamentali; tuttavia aggiunge delle interessantissime prospettive dal punto di vista interpretativo avendo dato la possibilità di poter interpretare esseri davvero singolari come fantasmi, vampiri ecc ecc.

Aspetto: 7,5
Contenuto: 7
Traduzione: 7,5
Complesso: 7,5

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.