Cormyr: The Tearing of the Weave
Modulo di avventura per i Forgotten Realms

Image


Autori:
Richard Baker, Bruce R. Cordell, David Noonan, Matthew Sernett, James Wyatt
Edito da: Wizard of the Coast
Lingua: Inglese
Pubbilicato: Marzo 2007
Pagine: 160, colori
Prezzo: 29,95 $

Qualche tempo fa mi stavo guardando attorno cercando qualche bella
campagna da comprare (estrema mancanza di tempo per crearne una) e mi sono imbattuto, girovagando sul web, in questo modulo, e, visto che è il primo di una bella campagna, ho guardato le preview del sito Wizard (se volete darci un’occhio le trovate a questo indirizzo) e l’ho comprato, assieme alla seconda parte della campagna, Shadowdale: The Scouring of the Land.

Ma cominciamo subito ad addentrarci nel manuale (senza svelare troppo, nel caso voleste giocarla):

Aspetto

Questo manuale è un cartonato (raro per le avventure) con il classico stile dei Forgotten in copertina. Sfogliandolo la prima volta ci si accorge che questo è un prodotto di qualità, sono presenti ottime illustrazioni sia di PNG che di luoghi, mappe eccellenti, un’impaginazione molto chiara e semplice.

Avventura

Cominciamo quindi a parlare del contenuto del manuale: l’avventura.
La prima cosa che ci si para davanti è l’introduzione, che introduce (ma va?) il DM nell’avventura e gli spiega come utilizzare le tabelle degli Incontri Tattici e le Mappe, prosegue spiegando la sinossi dell’avventura e dando infine qualche aggancio per introdurre i PG.
Il resto dell’avventura è separata in capitoli (che sono cinque, più un’appendice con i vari sussidi per i PG e per il DM); al termine di ogni capitolo si trovano gli Encounter, scelta questa che trovo molto azzeccata, in primis perché non spezza l’avventura introducendo le schede dei PNG direttamente nella zona “narrativa”, e poi perché sono molto ben fatti, con le mappe (scaricabili da sito) molto dettagliate, e riquadri che spiegano le tattiche e, incredibile, aiutano a caratterizzare i PNG. Non ho mai trovato niente che non servisse in questa parte, anzi, c’è tutto quello che serve senza dover andare a consultare i manuali per trovare le tal regole per il tal effetto…
Inoltre, a fine capitolo sono presenti dei premi extra di esperienza da dare al gruppo se sono riusciti a compiere certe cose; questi premi sono interessanti, e spesso premiano l’interpretazione (altra sorpresa del manuale).
La storia non è affatto male, i PG si ritrovano nella città di Wheloon (per il DM è presente tutto quel che serve per gestirla nell’appendice) e rimangono invischiati nell’investigazione su un nuovo, ma sospetto, tempio di Mystra; da questo punto scopriranno di essersi invischiati in qualcosa di molto più grande di un semplice tempio di provincia, e dovranno lottare non solo per salvare la pelle ma anche per sventare le trame nascoste che scopriranno via via che si avvicineranno alla soluzione dell’enigma.
Benché piuttosto lineare nel suo insieme, la trama si sviluppa in modo interessante, comprende anche suggerimenti per il master su come gestire degnamente i comportamenti dei PG, e passa dall’investigativo alla pura esplorazione ei dungeon.
Nell’appendice, oltre alla succitata parte sulla cittadina di Wheloon, troviamo un nuovo archetipo (specifico di questa avventura, difficilmente applicabile altrove), un paio di zone magiche descritte con cura (con tutti i loro effetti) e cinque nuovi oggetti magici (di cui due sono artefatti minori); una parte regolistica devo dire molto più ristretta di quanto mi aspettassi…

Conclusioni

Le mie impressioni nel complesso sono molto positive: la trama è solida e ben congegnata (non originalissima però) e offre degli spunti divertenti e, soprattutto, vari per i giocatori e i PG.
Per i master che hanno poco tempo, è praticamente perfetta, in quanto non solo non richiede quasi preparazione (a parte leggerla) ma anzi di fatto nella sezione Encounter non c’è neanche la necessità di altri manuali, è spiegato tutto, dall’effetto dell’illuminazione al terreno sconnesso.
Questo volume è parte dell’ultima campagna (in tre volumi) che verrà pubblicata per i Forgotten Realms prima della quarta edizione, e consiglio, se avete poco tempo per creare le vostre campagne e apprezzate i Reami, di prenderlo… Si rivelerà un buon acquisto. Io l’ho fatto e non me ne pento Simpatico

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.