Vi avevamo lasciati con Wrath of AsharladonD&D Gamma World Expansion Kit: Famine in Far-go, entrambi pubblicati il 16 Novembre 2010. Questo sarà un giorno piuttosto denso in quanto a pubblicazioni. Vedranno infatti la luce altri due prodotti:

Per la serie Essentials troviamo infatti Monster Vault. Evidentemente si tratta dell’equivalente del manuale dei mostri per questa nuova serie legata a D&D: in 256 pagine in formato, presumibilmente, paperback, troveremo le statistiche dei mostri più iconici del gioco, con nuove varianti presentate e progettate perchè siano facili da usare e divertenti da affrontare. Ci saranno inoltre 32 pagine di avventura e dieci schede di segnalini staccabili.
Immagine

Sempre lo stesso giorno uscirà poi in un nuovo paperback Player Essentials: Heroes of the Forgotten Kingdoms, sempre per la serie Essentials come suggerisce il nome, che si affianca al primo volume della serie andando a presentare nuove build e possibilità di sviluppo per Paladini, Ranger, Warlock e… Druidi? Il Condottiero è stato evidentemente lasciato perdere. Le razze che saranno descritte qui saranno Dragonidi, Drow, Mezzelfi, Mezzorchi e Tieflings.
Immagine

Dopo un mese di silenzio, ecco che ci troveremo davanti a Dungeon Tiles Master Set: The Wilderness, nuovi Dungeon Tiles con tema, a giudicare dalla descrizione, a metà strada tra l’outdoor e il generico dungeon.
Immagine

Sarà silenzio per un altro mese, dopo di che troveremo, come prima uscita del 2011, il 18 gennaio, un nuovo set di Tiles: Dungeon Tiles: Caverns of Icewind Dale. Stavolta il set è slegato dalla serie Essentials, e introduce dei Tiles legati, come suggerisce il nome, alla zona dei Forgotten Realms nota come Icewind Dale. Viste le caratteristiche glaciali di quella locazione, è curioso che questo set venga rilasciato nel mese più gelido dell’anno, Gennaio.
Immagine

Bill Slavicsek presenta poi, nel mese di Febbraio 2010, Gazetteer: The Nentir Vale. Questo manuale (badate bene, pubblicato anche lui in… paperback!) sarà il primo di una serie che andrà a svelare le fattezze del mondo base di D&D, e partirà appunto da questa Nentir Vale, di cui non ho ricordi, ma che era citata più volte in giro per il Manuale del Giocatore 1, stando alla descrizione.
Immagine

Lo stesso giorno vedranno tuttavia la luce altre due pubblicazioni: la prima è Deluxe Dungeon Master’s Screen. La domanda che vi farete tutti è: cosa cambia dal primo schermo del master? Questo nuovo prodotto è in effetti dichiaratamente molto simile allo schermo pubblicato qualche anno fa, ed è da vedere più come una sorta di “aggiornamento” di quest’ultimo, dato che si limita a contenere le tabelle, eventualmente corrette da aggiornamenti ed errata, più qualche regola introdotta più di recente, di cui ovviamente il primo schermo non faceva menzione.
Immagine

La seconda novità sarà invece D&D Gamma World Expansion Kit: Legion of Gold, ovvero la seconda espansione per il nuovo Gamma World, di nuovo pubblicato in scatola (meglio, perchè se mi cambiano il formato un’altra volta mi tocca passare alle sberle). Questa si rivelerà simile come contenuti alla prima espansione, presentando infatti un nuovo manuale di 160 pagine con mostri nuovi annessi, quattro schede di segnalini staccabili (avremo la casa inondata), e una mappa con tutte le locazioni per combattere.
Immagine

L’ultima pubblicazione annunciata, datata 15 Marzo 2011, è anche quella più particolare: per la gioia di molti, me compreso, si tratta di un nuovo supplemento per D&D 4E normale (e dopo qualche mese di silenzio, in effetti fà piacere). Si tratta di Player’s Options: Heroes of Shadow. Quel che fa gridare al miracolo è che si tratta di un supplemento per giocatori che introduce, udite udite, opzioni per le classi già esistenti e nuove razze e classi per giocare PG MALVAGI (Hexblade, Necromanti e Assassini in primis, per quanto riguarda le classi, mentre per le razze si sussurra il nome del Revenant). Cosa ha di strano questo manuale? Che solo a vederlo verrà da dire che è un manuale… diverso. Sarà infatti una pubblicazione di 320 pagine, pubblicato in formato… PAPERBACK! Di nuovo lui! Ora immaginiamoci questo manualetto A5 di fianco a tutti i suoi compagni A4, sopratutto pensando che 320 pagine di A5 significherebbero 160 pagine di A4, che sarebbe ESATTAMENTE il numero di pagine di un normale supplemento per D&D in formato A4. Perchè la scelta di ridurre il formato ad un paperback, quando tutto il resto è in taglia differente? La WotC risponde che ci si guadagna in portabilità, e che i costi di produzione sono enormemente ridotti. Per ora è mistero, ma presto spero avremo delle delucidazioni. È necessario osservare che esso viene pubblicato… al posto del Manuale del Giocatore 4. Classicamente infatti il Game Day, e quindi il lancio, dei nuovi Manuali del Giocatore veniva effettuato a metà del mese di marzo. Esattamente, dunque, nel momento per cui questo manuale è stato annunciato. Il motivo per cui non si parla di Manuale del Giocatore 4 ma di Player’s Option: Heroes of Shadow è, stando alle informazioni pervenute, che esso non tratta più fonti di potere come facevano i normali manuali del giocatore, ma si sofferma su una sola fonte di potere: l’ombra. Non avendo legami con roba presentata negli altri manuali, dunque, esso può essere utilizzato anche da chi dispone solo del primo Manuale del Giocatore, mentre chiamarlo Manuale del Giocatore 4 avrebbe trasmesso una necessità di acquisto dei tre manuali precedenti. Scelte in fin dei conti accettabili, dobbiamo ammettere.
Immagine

Il calendario delle uscite Wizards of the Coast si presenta perciò quantomai particolare. Le uscite VERE per D&D, e mi riferisco a manuali del calibro dei vari Draconomicon o Oltretomba, sembrano essere finite. L’ultima uscita del genere sarà infatti quella di Dark Sun, dopo di che per vari mesi sembra che, oltre a serie particolari, apparentemente orientate a tipologie di giocatori che non hanno ancora assaporato il D&D 4E degli ultimi anni, non vedremo nulla. La Scatola Rossa è infatti dichiaratamente orientata ai neofiti, e si contrappone addirittura all’altra scatola base del gioco, dal contenuto apparentemente molto simile. La serie Essentials lascia varie perplessità: l’impressione che ne ho ricavato leggendo più volte le descrizioni è che sia una sorta di versione più leggera e portatile del gioco, anche se delucidazioni in merito sarebbero utili. Infine, l’unico manuale di un certo interesse per il gioco sembra essere considerato un manuale minori dagli autori stessi, che lo pubblicano in un formato che lo distacca completamente dagli altri manuali del gioco.

In tutta questa sicuramente particolare situazione troviamo ad ogni modo un Gamma World che, a giudicare dal ritmo delle uscite, desidera imporsi sul mercato con una certa prepotenza. La mancanza di uscite di D&D vere e proprie sul mercato in quei mesi probabilmente aiuterà questo gioco a farsi largo tra la folla. E personalmente ci spero.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.