Lucca Games ormai è alle porte, e approfittiamo di questo sabato, che, come di consueto dedichiamo alle notizie dal mondo della letteratura di genere, sempre più spesso legate al GdR, per parlarvi di una nuova iniziativa che quest’anno Lucca Games ha deciso di mettere in campo per dare uno spazio organizzato e ben visibile al complesso e variegato mondo del Fantasy, fatto di Letteratura, ma anche di Giochi di Ruolo, Oggetti, Illustratori e tanto altro ancora.

Accogliamo dunque Luk For Fantasy lo spazio di più di 1000 metri quadrati all’interno del padiglione di Lucca Games che si trasformerà nel tempio del fantasy. Vediamo come ci viene presentato direttamente dal comunicato ufficiale di Lucca Games.

Prima di tutto Luk For Fantasy è un luogo fisico, uno spazio di circa un migliaio di metri quadri dentro la più grande hall di Lucca Games che raccoglierà tutti i principali player di questo mondo dall’arte come la Dac Editions di Ciruelo allaDesign Studio Press di Scott Robertson passando alle grandi case editrici della narrativa come De Agostini, Fazi, Armenia e Salani, toccando gli artigiani del’oggettistica per poi giungere agli editori come Wild Boar, Asterion Press,Wyrd Edizioni. Un’ideale Terra di Mezzo, ponte tra due mondi quello del gioco e del videogioco che sfruttando la naturale evoluzione del gioco di ruolo congiunge gli universi fornendone le pietre di formazione: scrittura e visualizzazione.

Luk For Fantasy si aprirà con la consueta Artist Alley di primissimo piano. Per poi svilupparsi attorno ai protagonisti del Fantasy narrato oltre Guest of Honor, Licia Troisi, e gli spazi in cui si potranno incontrare gli scrittori, Francesco Falconi, Elena P. Melodia, Alessandro Gatti, Mark Menoozzi, Mario Pasqualotto e Francesco Dimitri con la sua Alice nel Paese delle Vaporità.

Luk For Fantasy svilupperà un proprio programma trasversale tra i media in quanto cross-mediale per vocazione. All’interno della manifestazione un ricco carnet di iniziative, dalle presentazioni della letteratura fantastica presso la Sala Ingellis, fino a tutorial di Digital Art con Kieran Yanner!

Una piccola nota di compiacimento che ci dovete concedere… il nuovo marchio Luk for Fantasy gioca sul doppio significato del “suono e del senso Inglese delle parole” e sul termine di orgine celtica della città di Lucca. LUK è infatti il termine celto-ligure (che significa palude,
luogo paludoso) diventato poi toponimo e con cui le prime popolazioni hanno indicato la nostra zona. Nel 180 a.C. l’insediamento divenne colonia romana e fu chiamata con il nome con cui tutti, non solo da 44 anni la conoscono:
Lucca… Comics & Games!

A proposito dell'autore

Lettori, aiutatemi. La redazione che dovrei coordinare, da oltre 10 anni mi tiene in ostaggio! Mi fa scherzi cattivi, sono vittima di bullismo e vengo preso a pizze quotidianamente! Non so a chi altro rivolgermi! Aiutatemi!

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.