Ebbene si anche l’Avis ha un suo gioco di ruolo! Le basi di questo progetto sono state gettate nella lontana estate del 2009 quando, per volontà del Presidente dell’Avis comprensorio di Vignola (Mo), è nata una collaborazione con l’associazione ludica Oltretempo di Castelnuovo Rangone (Mo). Lo scopo del progetto era di creare un prodotto che si inserisse in un contesto già consolidato continuando sulla strada tracciata da altri progetti quali il gioco dell’oca dell’Avis e il gioco di carte non collezionabili di “Pinguini V.S. Vampiri” creato in collaborazione con i disegni di Pino Ligabue e testato dalla Tana del Goblin.

Sangue e Misteri è quindi un ulteriore tassello che si inserisce in questa serie di progetti. Come per le iniziative che l’hanno preceduto, anche questo ha lo scopo di avvicinare e illustrasse in maniera ludica tematiche che da tempo sono trattate dall’Avis quali: l’abuso di sostanze stupefacenti, alcoliche, le malattie veneree, ma soprattutto il tema della  solidarietà e dell’eguaglianza.

Il gioco è quindi ambientato in un periodo storico dove tutte queste voci sono presenti, e che hanno fatto da sfondo a uno dei momenti storici che hanno caratterizzato maggiormente il secolo scorso: i Ruggenti Anni Venti americani. In pieno Proibizionismo quindi i giocatori si troveranno a interpretare il ruolo di investigatori al soldo del “B.O.I.: Bureau Of Investigation” e avranno il compito di fermare pericolosi gangster che si contendono il territorio. Ispirato a film quali gli “Intoccabili” o al recentissimo film di Clint Eastwood  “J.Edgar”, il gioco è stato presentato anche al Play 2012 riscuotendo un discreto successo.

Sangue e Misteri sfrutta le meccaniche del dado percentuale, ma con un sistema di riuscita delle azioni completamente rinnovato, inteso a dare il massimo fantarealismo possibile. Se siamo riusciti a incuriosirvi e volete provarlo, potete scaricarlo a questo link infatti è completamente gratuito!

 

A proposito dell'autore

Presidente dell'Associazione Ludica Oltretempo di Castelnuovo Rangone (Mo). A tempo perso gli piace giocare e provare un po' tutti i giochi di ruolo, anche se preferisce quelli italiani. Nel suo passato ha praticato anche un po' di sport quali nuoto, scherma medievale, e ovviamente anche "soffi air"...

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.