“Per diecimila anni i tecno-preti dell’Adeptus Mechanicus hanno guidato il Culto dell’Omnissiah. Dai loro bastioni-forgia sui mondi di Lathe, essi controllano tutta la Divina Tecnologia nel Settore Calixis.”

La Fantasy Flight Games, a quasi un anno di distanza dall’ultimo supplemento per Dark Heresy (avventure escluse), torna finalmente a pubblicare una aggiunta rilevante per il GdR dedicato agli adepti dell’Inquisizione nell’universo di Warhammer 40.000. Seguendo la tendenza che ha contraddistinto le ultime uscite, anche questa volta il supplemento è dedicato ad una delle organizzazioni che compongono l’Adeptus Terra. Dopo il Ministrorum e gli Adeptus Arbites ora è finalmente giunto il momento di uno sguardo più approfondito su una delle organizzazioni più misteriose e più importanti nell’universo 40k: il Culto della Macchina.

Il manuale apre, come i precedenti, con un dettagliato e molto utile approfondimento sul background dell’organizzazione sia su scala globale che a livello locale del Settore Calixis e rivela già in questa parte molti retroscena e utilità che sono ottimi spunti tanto per i narratori quanto per i giocatori.
Il secondo capitolo è dedicato alle opzioni per i PG, che sono ricche e varie e propongono pacchetti di Background, livelli di classe alternativi e regole speciali. Per chi già conoscesse l’universo di Warhammer sarà sicuramente interessato a sapere della possibilità di giocare (o usare come PNG) una simpatica cosa chiamata “Agent of the Lords Dragon”. Segue un’interessante elenco di armi ed equip che si chiude con le regole per mettere nel gioco gli artefatti “Archeotech”.
Il terzo argomento trattato è un’ulteriore approfondimento delle fazioni e delle roccaforti dell’organizzazione nel Settore, che propone interessanti spunti per i master.
Chiude il tutto un’avventura dedicata (alla quale probabilmente seguirà una serie) dall’evocativo titolo di “The Light of Reason” che vedrà i giocatori impegnati a fermare una pericolosa setta di tecno-preti rinnegati nelle loro temibili ricerche sul Warp.

Il tutto è completato da antagonisti, spunti, regole opzionali e idee che trasudano da ogni pagina del manuale.
Insomma: per chi gioca a Dark Heresy è praticamente un must!

A proposito dell'autore

Giocatore di ruolo e master da diversi anni, coltiva la passione per il GdR fin dall'adolescenza quando, ancora ignaro del grande mondo che stava dietro al suo hobby, si rifugiava settimanalmente nella cantina di un amico a giocare a D&D con altri quattro gatti. Nel bene e nel male ora è un po' più consapevole di quel vasto universo che è il GdR, e questo anche grazie a GdR Italia. A tempo perso scrive racconti fantasy e di fantascienza. Ogni tanto suona anche il basso.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.