Riassunto dei capitoli precedenti: un sinistro piano vede coinvolti lo scienziato nazista Friederich Koltz, la signora dei computer Amanda Long, l’esperto in cibernetica Ray Rockwell e il misterioso criminale Hector…quale attacco intendono sferrare questa volta?

Ambientazione Cybio Wars di Nickleby e Fulvio Pazzaglia, presentata in anteprima su  Hyper Actions dei Vitruvians.

Disegno: Diego Poggioni

Avventura “I Gendarmi della libertà” di Nickleby e Lorenzo Sordini

ANTEFATTO

1973. Vediamo un uomo con il volto non riconoscibile e una donna che parlano in un laboratorio, davanti a delle simulazioni virtuali.

XXX: “Davvero impressionante questo sistema informatico che hai progettato. La matrice quantica che lo alimenta può controllare istantaneamente ogni dato. Come lo chiamerai…Evento?”

Lorna:”Pensavo di dargli un nome solenne, biblico…che ne pensi di ENOC? Sta per Empowered New Organic Computer..”

XXX: “ E sia.”

Lorna (si tocca la pancia): “A proposito di dare nomi…la bambina sta crescendo. Ho pensato a un po’ di nomi: Amanda, Beatrix, Carla, Dawn, Elizabeth…”

XXX: “Ne abbiamo già parlato, Lorna. Mia moglie non mi concederà mai il divorzio, figurati se potrò riconoscere tua figlia.”

Lorna: “Adeso è MIA figlia? E la avrei fatto da sola? Stai tranquillo, tieniti il tuo buon nome, tieniti i tuoi soldi, non li voglio! Ma un giorno la tua erede verrà a richiedere quanto le spetta…”

SCENA 1

I pg vengono contattati da Lucie Manette, in arte Fatale, una fascinosa spia del Glove, che li informa che sono stati rilevati a New York dei movimenti sospetti per quanto riguarda una cellula dello Shinki No Kage, organizzazione di pericolosi ninja impiegati dalle corporazioni come mercenari.
Dopo la faccenda della Long il Glove è accusato di inefficienza, e ora salta fuori che, stando a delle intercettazioni, la figlia del noto industriale Alex Alter (impiegata della Parahuman Activity e in pessimi rapporti col padre), starebbe pianificando un complotto contro di lui.
Dawn Alter è una Gendarme del Glove, ovvero è equipaggiata con una corazza di nanomacchine richiamabile a comando che le danno forza, velocità e resistenza sovrumane.
Fatale chiede ai pg di indagare sulla questione in maniera discreta.

A New York i pg notano la pubblicità per l’inaugurazione del progetto Gendarmi di Alex Alter, CEO delle industrie Alter, società specializzata in armi nanotecnologiche.

Quando i pg si recano all’evento (davanti la fabbrica) trovano un grande numero di persone intente a fare onore al buffet e ad ascoltare i proclami dell’industriale.
A un tratto degli individui indossanti delle strane tute tecnologiche si sbarazzano con congegni elettrici degli uomini della sicurezza e si dirigono verso Alter, con l’intenzione di rapirlo.

Nota per il Master: se i pg non impediscono il rapimento,  i FFH portano l’industriale a bordo del furgoncino di un complice. All’interno, Alter usa un congegno EM che porta con sé per stordire i rapitori e le loro apparecchiature e così fuggire.

Agenti FFH

Taglia: 5

Movimento a terra: 4 metri / 8 metri / 16 metri

Tratti: Fsc 4, Tcn 4, Mnt 2, Scl 2

Abilità (VTA): Acrobatica 8, Atletica 10, Lotta 9, Muscoli 9, Resistenza 10, Abilità di Mano 6, Arte Bellica 10, Furtività 10, Meccanica 10, Sabotaggio 10,  Autocontrollo 4, Conoscenza 4, Indagare 8, Percepire 8, Prontezza 8, Empatia 6, Intimidire 8, Mercanteggiare 6, Raggirare 6, Socializzare 6

Caratteri: Arma Preferita 2 (fucile), Fanatico di Armi, Rapido 1, Hacker

Armi:

  • Fucile d’assalto (1d6+5, Raffica, SA)

  • Pistola SA (1d6+5, SA)

  • Granate Stordenti

TP: 2/2 (armatura leggera in Kevlar)

PF/PM: 20/14

Quando gli aggressori vengono sconfitti, Alter chiama i pg per ringraziarli. Egli afferma che appartenevano sicuramente a Fight For Humanity, una organizzazione terroristica fondata da Theo Anderson che odia a morte le multinazionali, tuttavia probabilmente qualcuno di esterno li ha finanziati per quella iniziativa.
Quando Alter viene informato del complotto afferma di non sapere dove sia sua figlia (di cui anche il Glove ha perso le tracce da due giorni) ma afferma che forse sua moglie è in contatto con lei (i rapporti tra marito e moglie non sono idilliaci).

SCENA 2

La moglie di Alex Alter è Odessa Koltz, figlia del famoso gerarca nazista, e dirige la Donner, società specializzata in trattamenti genetici.

I pg possono chiedere un colloquio con Odessa, che è al lavoro, ma la donna afferma di non sapere dove sia sua figlia.
All’uscita dal suo ufficio i pg incontrano Ross “Rocket” Rockwell (figlio di Rebecca), attuale CEO delle Rockwell Industries nonché membro dei Solvers (i vigilantes non legali) che ha da poco avuto un incontro con Odessa, che reputa una donna poco onesta.
Ross sospetta che negli impianti sotterranei si svolgano strani esperimenti, e fornisce ai pg una chiave della FFH per superare le difese.

Se i pg si avventurano, dopo aver superato le guardie(stesse statistiche del Soldato presentato tra i modelli di personaggio di Hyper actions), possono scendere con l’ascensore al piano inferiore.
Trovano così un laboratorio con molti umanoidi di stazza considerevole che si attivano e attaccano i pg.

Genextra

Taglia: 6

Movimento a terra: 4,25 metri / 8,5 metri / 17 metri

Tratti: Fsc 5, Tcn 4, Mnt 1, Scl 1

Abilità (VTA): Acrobatica 11, Atletica 11, Lotta 11, Muscoli 11, Resistenza 11, Abilità di Mano 6, Arte Bellica 10, Furtività 11, Meccanica 6, Sabotaggio 6,  Autocontrollo 3, Conoscenza 3, Indagare 8, Percepire 10, Prontezza 10, Empatia 9, Intimidire 8, Mercanteggiare 3, Raggirare 3, Socializzare 3

Caratteri: Arma Preferita 2 (naturale), Vigore 2

Armi:

  • Arma Naturale – lame sugli avambracci (1d6+6, Imprevedibile, Attacco Prioritario)

TP: 2/1 (armatura naturale)

PF/PM: 23/13

Alla fine arriva Odessa, allertata dal rumore della lotta, che rimprovera i pg per essere entrati senza alcun diritto.
Odessa porta avanti esperimenti teoricamente illegali, ma con il beneplacito del Glove, che beneficerà delle scoperte, perciò di fatto non viene perseguita.

Odessa: “Chi credete che compri questi mostri? IL GLOVE!! La stessa agenzia che difende il mondo dai mutati e dai perversi! Che divertente paradosso!”

SCENA 3

Odessa informa che la figlia di Alex, Dawn Alter, non risponde al telefono, tuttavia è possibile rintracciarla con le apparecchiature della struttura.
Il segnale proviene da una casa accoglienza per donne sole, la Psykes.
Dawn è un’agente del Glove, perciò è probabile stesse seguendo qualche indagine.

Nel frattempo, i pg possono fornire a Rockwell le prove delle attività criminali della Donner.

Allo Psykes la direttrice (che si fa chiamare allo stesso modo) nega di sapere niente su Dawn: se i pg vogliono entrare lei tenta di dissuaderli usando un potere ipnotico nella sua voce (prova di Autocontrollo con penalità 3 per resistere).
Se messa alle strette, consegna il cellulare della ragazza: afferma che non voleva parlare perché sapeva che alcune nemiche di Dawn l’avevano catturata e temeva ripercussioni.
Dawn era passata il giorno prima in cerca della figlia di una sua amica, la d.ssa Leonard, e aveva saputo che era stata ricoverata al centro di igiene mentale Fleshgate gestito dal controverso dottor Austin Love.
Vanessa Leonard, per un incidente chimico, è quasi regredita a uno stato mentale felino, e ha sviluppato un’agilità e una resistenza sovrumana: Dawn è preoccupata per le sue condizioni.

Il Fleshgate è un manicomio istituito dopo un attacco terroristico allucinogeno di un anno prima, i cui strascichi ancora persistono nella popolazione; nel centro vengono reclusi coloro che sono troppo pericolosi per restare in libertà, ma i controlli  delle autorità pubbliche scarseggiano.

A proposito dell'autore

Un appassionato di letteratura, cinema, fumetti e gdr. Nel tempo libero scrivo sceneggiature e ambientazioni gdr per il gruppo Vitruvians .

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.