Non è proprio una notizia di letteratura fantastica, ma che coinvolge un’autrice che per il regno della fantasia ha obiettivamente fatto molto.

Da poco è arrivato sugli scaffali Il seggio vacante di J.K. Rownling, autrice della fortunatissima serie Harry Potter; dopo essersi buttata tanto a lungo nella letteratuta fantastica “per ragazzi” ha questa volta pubblicato un romanzo spregiudicato che mischia nel suo ormai famoso stile scene di vita quotidiana, dai momenti più aspri e cupi a quelli ridicoli.

Vi lascio un incipit, in attesa di poterlo leggere e recensire con calma.

“A chi la visitasse per la prima volta, Pagford apparirebbe come un’idilliaca cittadina inglese. Un gioiello incastonato tra verdi colline, con un’antica abbazia, una piazza lastricata di ciottoli, case eleganti e prati ordinatamente falciati. Ma sotto lo smalto perfetto di questo villaggio di provincia si nascondono ipocrisia, rancori e tradimenti. Tutti a Pagford, dietro le tende ben tirate delle loro case, sembrano aver intrapreso una guerra personale e universale: figli contro genitori, mogli contro mariti, benestanti contro emarginati. La morte di Barry Fairbrother, il consigliere più amato e odiato della città, porta alla luce il vero cuore di Pagford e dei suoi abitanti e la lotta per il suo posto all’interno dell’amministrazione locale è un terremoto che sbriciola le fondamenta, che rimescola divisioni e alleanze. Eppure, dalla crisi totale, dalla distruzione di certezze e valori, ecco emergere una verità spiazzante, ironica, purificatrice: che la vita è imprevedibile e spietata, e affrontarla con coraggio è l’unico modo per non farsi travolgere, oltre che dalle sue tragedie, anche dal ridicolo.”

E nel frattempo la pila di libri da leggere aumenta… Argh.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata