Avete mai avuto voglia di giocare la versione classica di AD&D sul vostro PC di casa? Siete dei fan dei Forgotten Realms come venivano descritti nei supplementi dei bei tempi andati? Avete amato Advanced Dungeons & Dragons seconda edizione ma non l’avete mai giocato a fondo perché ci voleva troppo a salire di livello?

Bene, se avete risposto “Sì” a una di queste domande, o semplicemente se vi piacciono sia D&D che i giochi per PC, c’è una bella sorpresa per voi: è disponibile una versione aggiornata di un titolo che è stato una vera pietra miliare dei giochi di ruolo su computer. Si tratta di Baldur’s Gate Enhanced Edition, realizzata dalla Overhaul Games, un’azienda canadese nata da una costola della Bioware, che è la sviluppatrice originale di Baldur’s Gate oltre che la creatrice di Mass Effect e altri piccoli capolavori del gioco di ruolo su computer.

Correva l’anno 1998, Lara Croft impazzava su tutti gli schermi e il panorama dei giochi di ruolo per PC era abbastanza desolante. E all’improvviso, compare all’orizzonte questo stupendo titolo che mette insieme una quantità impressionante di materiale multimediale (il gioco era distribuito su ben quattro CD, un’enormità per l’epoca!) ma soprattutto riesce a replicare su schermo l’esperienza del giocare a AD&D nei Forgotten Realms. Il giocatore muove un party che può comprendere fino a sei personaggi, e deve applicare le tattiche tipiche di AD&D per trionfare: party bilanciato, utilizzo di oggetti magici, scelta preventiva di quali incantesimi memorizzare e tutto il resto, condito con una storia intrigante e un buon livello di radicamento nei Realms. Ben presto, Baldur’s Gate diventa un fenomeno e dà origine a ben quattro seguiti in meno di tre anni (Baldur’s Gate II, Icewind Dale I e II e soprattutto Planescape Torment, che alcuni considerano ancora oggi il più bel gioco di ruolo per PC mai realizzato) e a una generale rinascita del fenomeno GdR su computer.

Baldur’s Gate è oggi un titolo abbastanza obsoleto tecnicamente, con grafica puramente bidimensionale, che è stato rimpiazzato nel cuore degli appassionati D&Disti da altri titoli in 3D. Ma la “fiamma” della passione per questo gioco non si è mai spenta, e ancora oggi (anzi, ieri!) c’era una nutrita comunità di appassionati e modder che lavorava per mettere al passo coi tempi questo classico. Oggi, invece, la Overhaul ha approfittato della seconda giovinezza dei giochi in 2D dovuta all’arrivo in massa delle piattaforme mobili quali iPad e smartphone e ha acquisito i diritti per ripubblicare il titolo classico in una versione rimessa a nuovo per il terzo millennio. Il gioco è oggi disponibile su PC e iPad, ma prestissimo sarà possibile giocarlo su MacIntosh e dispositivi Android. Si, avete letto bene: AD&D sul vostro tablet o smartphone!

Il gioco è oggi soltanto in inglese, ma c’è una traduzione in lingua italiana in arrivo. Anche questa sfrutta il lavoro fatto negli anni dalla community di appassionati che non ha mai smesso di giocare a Baldur’s Gate, nonché la dedizione di un team di compatrioti che lavora gratuitamente per aggiornare la precedente traduzione – sempre amatoriale – alla nuova versione.

E’ importante inoltre avvertirvi che il gioco non funziona bene su PC con scheda grafica Intel integrata sulla piastra madre, contrariamente alla versione “classica” che gira anche sui tostapane. Per avere la certezza di potere giocare alla versione Enhanced dovete disporre di una scheda grafica nVidia (GeForce) o ATI (Radeon).

Per finire, costa solo$9,90 per iPad sull’Apple Store  e si scarica direttamente per $19,90 sul vostro PC dal negozio virtuale della Beamdog. Che volete di più dalla vita?

 

A proposito dell'autore

RosenMcStern infesta i forum di GdR in lingua sia italiana che inglese da ormai diversi anni, ed è arrivato a distinguersi in un campo, quello del trollaggio internettiano sui giochi di ruolo, dove i professionisti non mancano, e per farsi notare occorre sgomitare. Da quando nel 2006 si è accorto che, oltre a rompere l'anima agli altri sui newsgroup, Internet può servire a fare conoscere il proprio lavoro, ha iniziato a infestare anche i negozi virtuali di GdR oltre ai forum, scrivendo e commercializzando materiale per giochi basati sul D100.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.