Alzi la mano chi di voi conosce DungeonSlayers, bene, o meglio male, vedo alcune mani alzate. Dunque questo gioco di ruolo nasce come un clone del vecchio D&D (se poi volete approfondire vi esorto tuttavia a leggere la recensione postata qualche tempo addietro: http://www.gdrzine.com/2012/07/19/dungeonslayers-la-recensione/ ) che non fa nulla per nascondere le sue origini e consente partite condite da meccaniche semplici ed immediate. Insomma un ottimo gioco con cui passare del tempo in maniera spensierata senza troppo badare al regolamento.

Quello di cui parleremo oggi, invece, è un supplemento geografico per DungeonSlayers il quale si presenta come un solido libro in formato A4 composto da 54 pagine in bianco e nero dedicato a tutti coloro i quali necessitano di un background abbastanza solido e vario per intavolare delle storie, ovviamente di stampo fantasy, sull’isola di Midhe, la quale viene descritta in modo abbastanza approfondito ma non così tanto da tarpare le ali al master o ai giocatori volenterosi di aggiungere qualcosa o di far leva su alcuni punti del setting.

Il supplemento fornisce diverse aggiunte al gioco base:
– Nuove razze: minotauri, mezzelfi e uomini lucertola
– Nuove classi: sciamano, guerriero del clan e campione del clan
– Nuovi incantesimi per sciamani e maghi
– Nuovi tipi di magia: runica dei nani e minore
– Nuovi oggetti magici

Insomma anche se della geografia non vi importa molto, potreste sfruttare il tutto per la versione base di Dungeoslayers ed espandere così quella esperienza; la struttura del manuale è la seguente:
– Introduzione
– L’isola di Midhe
– Nuove razze
– Nuove classi
– Nuovi talenti
– Nuovi incantesimi
– Oggetti magici, runici e artefatti arcani
– Bestiarium
– Appendice A: nuove abilità razziali
– Appendice B: le rune segrete dei nani

Senza scendere nei dettagli geografici, l’isola di Midhe si presenta come un territorio conteso da diversi popoli in conflitto secondo schemi di alleanze e regolari eccezioni, la sua storia è foriera di spunti per poterci ambientare avventure ed ovviamente il tutto è stato ben pensato per agevolare il master di turno nel pensare e ambientare il tutto in questo nuovo territorio e non solo.
Come potete vedere c’è parecchia carne al fuoco pronta per essere cotta a puntino e mangiata quando necessario; uno dei capitoli che mi ha colpito maggiormente è stato quello sugli uomini lucertola i quali presentano numerosissimi spunti per poter intavolare delle missioni anche del tipo one shot ma al contempo interessante e che magari potrebbero costituire l’intelaiatura di una campagna.
Altro capitolo a mio avviso interessante è quello sugli oggetti magici che, per gli amanti del low fantasy, sono estremamente rari, ovvero unici, ed abbastanza potenti per poter intavolare campagne volte alla loro acquisizione.

Il manuale, in definitiva presenta un buon rapporto qualità prezzo anche in virtù della facilissima reperibilità del manuale base, distribuito gratuitamente in pdf sul sito della WildBoar ( http://www.wildboar.it )

 

Supplemento per: Dungeonslayer

Autore: Luca Volpino
Editore: Wild Boar
Pagine: 54 b/n
Formato: cartonato
Costo: 13,00 €

COMPRALO SU

 
Vuoi un link ESCLUSIVO al tuo store? CONTATTACI

A proposito dell'autore

Presidente dell'associazione culturale "GdrItalia" scopre il gioco di ruolo nel 1989 e da quel momento è scattato un colpo di fulmine che si rinnova ad ogni nuova sessione. Il suo gdr preferito è certamente il caro vecchio Martelli da Guerra, ma ama anche Exalted ed ogni tipo di gioco con cui poter creare una bella storia.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.