Miti e folklore, leggende e fatti inspiegabili sono spesso anticipati da anatemi, previsioni o maledizioni. Di quest’ ultima tipologia ne affrontiamo una delle più famose, le cui origini si fanno risalire ai primi anni del 1800. Sembra infatti che da allora arcani poteri siano stati destati, continuando a sortire i propri effetti, generando il caso conosciuto come : Maledizione dell’anno zero.

La storia :

Tutto ebbe inizio con la morte di Tecumseh , capo indiano della tribù Shawnee, ad opera di William Henry Harrison, allora soldato dell’esercito americano e di seguito generale e poi presidente degli Stati Uniti d’America.sciamano-indiano Mentre infatti la sua carriera lo portava a scalare i vertici della gerarchia politica, Tenskwatawa, soprannominato “Il Profeta”, lo malediva, indicandone la prematura dipartita e la conseguente morte per tutti coloro che avrebbero ereditato la sua carica per ogni 20 anni a seguire. La vendetta dello sciamano ebbe quindi come sua prima vittima proprio il colpevole dell’omicidio del fratello. Nel 1841 infatti il presidente Harrison, periva a causa di un forte attacco di polmonite. Insediato alla Casa Bianca l’anno precedente (1840), divenne il capostipite di una lunga lista, giunta fino ai giorni nostri, che attestano una presunta veridicità alle capacità mistiche dello stregone pellerossa. Da allora infatti, allo scoccare della data fatidica, coloro che occupavano la più alta carica governativa statunitense, hanno subito una prematura dipartita.Lincoln-attentato L’evocazione delle sovrannaturali forze spiritiche sembra siano dietro ai decessi di: Abraham Lincoln (1860, assassinato da alcuni colpi di pistola), James Garfield (1880, morto come il suo predecessore), William McKinley (1900, stessa sorte), Warren Harding (1920, deceduto in seguito ad attacco cardiaco), Franklin Delano Roosevelt (1940, stroncato da emorragia cerebrale) e John Fitzgerald Kennedy (1960, nel celebre attentato per mano di Lee Harvey Oswald). Sebbene non tutti siano morti per cause naturali e abbiano avuto mandati di diversa durata, nulla toglie al fatto che l’insediamento avuto in un anno che nel calendario gregoriano conteneva uno o più “zero” sia coinciso con la morte del soggetto. Tale fenomeno venne messo in risalto per la prima volta dallo scrittore americano Robert Ripley nel 1934, che utilizzava queste coincidenze nella stesura del suo libro intitolato: Believe it or not! Coincidenze o meno questi sono i dati cui si fa riferimento (ancor più inquietanti se si prendono le congruenze legate alle storie di Lincoln e Kennedy), e se il semplice intervento del ”caso” sembra una spiegazione poco solida, altrettanto lo si potrebbe dire di una congiura attuata con simile precisione in tutto questo tempo e senza uno scopo preciso.

 Gli effetti della  maledizione sembra si siano interrotti con il fallito attentato ai danni del presidente Ronald Reagan, eletto nel 1980 e scampato miracolosamente ad un colpo di pistola dritto al cuore l’anno seguente e per colui che gli fece da successore nel 2000, George Bush jr. Entrambi infatti hanno raggiunto il termine del mandato senza lasciarci le penne.Kennedy

Ma questo non ferma coloro che vedono in tali accadimenti una forza inarrestabile. Seguendo infatti studi astronomici, sembra che anche l’allineamento dei pianeti e le congiunzioni astrali siano elementi indispensabili affinché gli effetti della maledizione raggiungano il traguardo desiderato. Dal 1840 infatti ogni 20 anni si è assistito al coincidere dell’influsso di Giove (sovrano)e Saturno (morte), che si sommavano alla presenza di un segno di terra, avvenimento non accaduto ne con Reagan, ne con Bush jr ( a cui alcuni attribuiscono invece la fortuna di essere stato eletto in presenza di una data con tre “zeri”).

In conclusione non ci resta che attendere la fatidica data del 2020, solo allora sapremo se effettivamente il potere negativo del sortilegio abbia cessato il proprio malefico influsso o se energie antiche e ancestrali, ancora attive, attendono di potersi scatenare nuovamente, laddove uomini  in possesso dei misteri di arcani rituali siano in grado di richiederne l’intervento.

Consigli di gioco:

L’introduzione all’ interno di una campagna di una profezia di morte o di sciagura,  ben si adatta a qualsiasi ambientazione di gioco. Tale espediente narrativo può essere l’incipit di innumerevoli avventure e quindi la spinta iniziale per condurre i personaggi all’ intraprendere il loro viaggio o la loro missione. Il tutto può inoltre essere farcito con chiavi di lettura diverse a seconda della piattaforma di regolamentazione che intendiamo utilizzare. Con una premessa di così ampio respiro la fantasia di un Master può davvero scatenarsi nella direzione che predilige o che al momento solletica maggiormente le sue corde. Che sia di natura mistica, demoniaca, magica o tecnologica l’origine della maledizione può sconvolgere (o coinvolgere a seconda dei casi), l’universo in cui si muovono i vostri personaggi. Lasciatevi cullare dall’ idea che ci sia un Idigam a tessere le fila del tutto, che un negromante sia l’artefice del temibile incantesimo, che una nuova e potente IA si muova nella rete seguendo una chissà quale oscura volontà o che da dietro le sbarre di una cella di isolamento di un vecchio manicomio, le agghiaccianti urla di un pazzo gridano profetiche parole di morte…

Quello che a questo punto vi rimane da fare è unicamente di coinvolgere i vostri giocatori all’ interno della folle spirale tra verità e leggenda.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.