Dopo l’uscita di Dungeonslayer la Wildboar ci delizia con questo nuovo manuale che trasuda super poteri da tutti i pori; questa casa editrice che dopo aver portato in Italia titoli del calibro di Exalted, Witchcraft, Traveller ed il geniale Hellywood, questa volta porta in tavola un titolo di stampo super eroistico dal nome di Super Adventures.

Il manuale si presenta ottimamente direi i quanto è un volume in formato A4 di circa 80 pagine in bianco e nero, brossurato con sovracopertina a colori, bella la copertina, splendide le costine, sembra un manuale fatto apposta per essere giocato, tuttavia in caso di uso anche non troppo eccessivo, la sovracopertina rischia di rovinarsi praticamente a tempo zero. Il testo all’interno del manuale si presenta generalmente chiaro, decisamente godibile e generalmente privo di errori (quelli che abbiamo trovato li abbiamo già segnalati e sono presenti sul sito dedicato al gioco).

Il contenuto del manuale è così organizzato:
– Introduzione: semplicemente l’introduzione al gioco, ci vengono spiegati i primi concetti chiave per giocare e una prima infarinatura di base.

– Nasce un eroe: la creazione del personaggio, con le sue mille sfaccettature.

– Super Poteri: direi che questo capitolo non ha troppo bisogno di descrizione, tuttavia vorrei specificare che alcuni poteri necessitano della taglia, bene, troverete il tutto a corredo.

– E’ ora di giocare: Il sistema viene spiegato in ogni suo particolare.

– Continuity: il gioco è organizzato come se fosse una serie a fumetti e, questi punti detti continuity permettono di ottenere vantaggi speciali e davvero considerevoli durante il gioco; la spesa di tali punti comporta vantaggi in termini meccanici, ma deve essere corredata da una narrazione atta a giustificarne l’uso.

– Il mondo degli eroi: una volta terminata la creazione dell’eroe, sappiamo bene che bisognerà corredarlo di un mondo in cui muoversi, una squadra, un quartier generale ed anche di un cast; dopo tutto come abbiamo già accennato diverse volte nel corso della recensione, il gioco permette di gestire le sessioni come se fossero i numeri di un fumetto vero e proprio.

– Opzioni: qui trovano posto tematiche e varianti di gioco.

– Ventura City: un esempio di città generica adatta a qualsiasi contesto e pronta per essere utilizzata.

Il gioco utilizza dei comunissimi dadi a sei facce ed un sistema basato sul confrontare il risultato ottenuto dalla moltiplicazione della somma di due dadi per un certo moltiplicatore ottenuto dalle caratteristiche del personaggio con il valore di un lancio a X1 (ovvero un tiro con moltiplicatore X1) effettuato dallo scenneggiatore; tutto più facile a farsi che a dirsi. Interessante anche la meccanica che consente di “accendere i dadi”, non non appiccheremo il fuoco a nulla, ma un doppio sui due dadi da 6 facce, permetterà di tirarne uno addizionale ed in caso di risultato uguale ai precedenti si procede al sommare e ritirare nuovamente il dado.
Una cosa che ci ha colpito molto è invece la possibilità di turnare gli scenneggiatori (per utilizzare un termine coerente con il gioco in oggetto), abbiamo già accennato in precedenza che la struttura del gioco e delle avventure ricalca quella dei fumetti dedicati ai super eroi; quindi avremo anche in questo caso la possibilità di definire un cast di personaggi primari, di comprimari e via discorrendo. Questo apre la strada alla possibilità di avere la rotazione degli scenneggiatori, i quali potranno attingere a piene mani dai cast condivisi, dal setting condiviso, dai personaggi ricorrenti e via discorrendo; questa modalità presenta molteplici vantaggi in quanto permette a tutti di porre la dovuta attenzione ai soggetti dei propri episodi, permette di ridurre il carico di lavoro per gli scenneggiatori, permette di avere storie che si profilano sotto ottiche differenti e permette di avere una partecipazione attiva di tutto il gruppo nel creare tutto quello che è contorno al gioco; insomma una gran trovata che si adatta perfettamente a quello che è lo spirito proprio dei fumetti a cui si ispira questo gioco.

Game Design e sviluppo: Danilo Moretti ( http://www.inspireddevice.com )
Editore: Wild Boar
Pagine: 80 b/n
Formato: cartonato
Costo: 19,00 €

COMPRALO SU

 
Vuoi un link ESCLUSIVO al tuo store? CONTATTACI

A proposito dell'autore

Presidente dell'associazione culturale "GdrItalia" scopre il gioco di ruolo nel 1989 e da quel momento è scattato un colpo di fulmine che si rinnova ad ogni nuova sessione. Il suo gdr preferito è certamente il caro vecchio Martelli da Guerra, ma ama anche Exalted ed ogni tipo di gioco con cui poter creare una bella storia.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata