Articolo di Duccio Barberi

Adunanza05La ben nota Adunanza da 13 anni a questa parte è l’evento principale e più lungo di tutto il calendario di gioco dell’associazione GRVItalia (di cui abbiamo già parlato su Mondo Larp), che assieme agli altri tre Concili e alle singole giornate di gioco disseminate durante l’anno mantiene vivo il mondo di Elavia, costruito oltre che dallo sforzo di un valido gruppo ambientazione anche da centinaia di giocatori che costantemente hanno alimentato con la loro fantasia e il loro impegno una campagna che ormai ha una storia composta anche dall’effettivo giocato di anni e anni.

La durata dell’intero evento è stata di sette giorni, da domenica 28 luglio a sabato 3 agosto scorsi: un’intera settimana che a tratti può stancare fisicamente, ma che alla fine dei conti rilassa e diverte. Il tempo di gioco è stato sempre all’incirca dalle 2 di pomeriggio a mezzanotte, sebbene spesso e volentieri i giochi indipendenti e le discussioni si siano protratti ben oltre l’orario ufficiale.

Adunanza07Durante questa Adunanza si sono visti diversi approcci da parte dei Narratori per fornire spunti di gioco, tra cui alcuni approcci nuovi che hanno fatto sì che ci fosse più carne al fuoco per tutti. Al tradizionale meccanismo delle trame di istituzione e di gruppo, tarate e studiate per fornire opzioni di gioco ai membri di gilde, granducati, mercati, chiese (oltre che a gruppi autonomi), si sono aggiunte trame “attivabili” su richiesta dei giocatori, per indagare o gestire particolari eventi di cui si era comunque stati allertati prima dell’evento nonché grazie alla narrazione introduttiva che ciascun giocatore ha ricevuto una volta raggiunta la locazione; inoltre esistevano luoghi che attivavano eventi, in questo caso un nemico alle porte della cittadella con cui dover avere a che fare necessariamente durante tutto l’arco dell’evento per la salvaguardia di tutti.

Adunanza01Gradita novità per chi al mondo di Elavia è nuovo è stata la Compagnia dei Nuovi Eroi, gruppo guidato da personaggi non giocanti che si premuniva di introdurre e spiegare il gioco ai nuovi partecipanti e di fornire loro la possibilità di partecipare a svariate trame per dare un assaggio il più variegato possibile a chi è appena atterrato in questa realtà, tentando in tal modo di limitare lo spaesamento di chi deve ancora ambientarsi.

Adunanza04Dal punto di vista prettamente logistico ormai la location è rodata: sono anni ormai che Adunanza è ospitata dalla Tenuta Santallago, luogo ampio, che consente la costruzione della Cittadella in cui si trovano i padiglioni che ospitano le varie istituzioni, oltre a diversi spazi per le trame e per eventuali battaglie campali. Non sono da sottovalutare inoltre le diverse possibilità concesse per gustarsi l’evento, per tutte le tasche se così si può dire: dalla tenda agli agriturismi e ai B&B dislocati nei pressi, dal ristorante della tenuta alla possibilità di usare fuochi per preparare personalmente i propri pasti. Ai bagni della tenuta sono stati aggiunti ovviamente bagni chimici, soprattutto nei pressi della zona dedicata al campo tende, ed era a disposizione dei giocatori una serie di docce. Ogni giorno era disponibile per alcune ore prima dell’inizio della giornata di evento una segreteria fuori gioco per sbrigare le faccende legate all’iscrizione, la gestione delle schede personaggio e qualsiasi cosa interessasse la parte puramente organizzativa.

Adunanza02Questa Adunanza densa di eventi è stata teatro della presentazione dei nuovi “cattivi” contro cui gli eroi elaviani si dovranno confrontare nel corso dei prossimi eventi. È‎ stata costruita sin dall’inizio dell’anno una certa tensione e una certa aspettativa di sapere esattamente chi sono e cosa vogliono questi nemici: durante questi giorni abbiamo avuto modo di vederli, di scontrarci e di interagire con essi, di vederli insorgere contro di noi, dandoci emozioni e pensieri che hanno arricchito il gioco di tutti.

Questa settimana è stata, in sostanza, ricca di avvenimenti, ed è stata molto ben curata soprattutto la regia dell’evento, che ha lasciato i giusti spazi fuori gioco per consentire ai giocatori anche il relax e il piacere di incontrarsi e condividere del tempo assieme.

Duccio Barberi

L’autore di questo articolo

Duccio Barberi, senese, 30 anni, ha una lunga e provata esperienza come giocatore e organizzatore di eventi di gioco di ruolo dal vivo di ogni genere e stile.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.