The Dresden Files - Your Story

The Dresden Files – Your Story

Autori: Leonard Balsera, Jim Butcher, Genevieve Cogman, Rob Donoghue, Fred Hicks, Kenneth Hite, Ryan Macklin, Chad Underkoffler e Clark Valentine;

Edito da: Evil Hat Productions LLC;

Pagine: 418;

Tipologia: A4, Tutto colore, Cartonato/PDF;

Acquistalo su: AMAZON o DRIVETHRURPG

The Dresden Files è uno di quei giochi di ruolo che tratta il sovrannaturale e non nascondo che, quando lo comprai anni fa ero sinceramente titubante perché non conoscevo i libri di Jim Butcher, non conoscevo il sistema su cui si basa e per me, l’unico vero gioco di ruolo sul sovrannaturale restava Vampiri la Masquerade e tutto quello che gli girava intorno (Cacciatori, Licantropi, Maghi e così via).

Nel panorama tenebroso ci sono diverse produzioni, Mondo di Tenebra e il Richiamo di Cthulhu sono tra i più vecchi ma tra i recenti posso citare Hellywood o Nameless Street ma questo è uno di quelli il cui supporto è davvero ottimo a partire dai libri sul personaggio di Dresden creato e scritto da Jim Butcher fino alla serie tv (unica stagione ahimè) trasmessa da SciFi Channel per il territorio americano e dalla Fox per noi italiani.

GRAFICA

Il manuale si presenta come un quaderno degli appunti simulando una rilegatura a spirale sul bordo, è tutto un tripudio di appunti, post-it, doodle e simbolici magici. L’effetto che da è davvero molto bello, soprattutto per l’idea di “vissuto” che offre. E’ tutto a colori, ogni singola pagina, ha delle immagini, delle grafiche, qualcosa che richiama degli appunti scritti ed anche lo stesso testo, quando narrativo, è sempre in prima persona. Viene offerta al lettore il punto di vista dell’unico mago professionista di Chicago ed è una cosa che si apprezza molto. Gli artisti che hanno lavorato sugli artwork interni sono stati per lo più bravi, hanno mantenuto più o meno lo stesso stile da comics americano che apprezzo. Purtroppo non tutti i disegni hanno la stessa qualità ma il numero di quelli ben fatti e a tema, ve li farà dimenticare in fretta. Il manuale è strutturato per essere un tripudio di appunti e richiami e la sua struttura non poteva che essere a due colonne con a margine scarabocchi, evidenziazioni e rimandi. La lettura, nonostante quasi tutti gli appunti siano in corsivo (comprese le schede) si legge tutto molto bene anche su tablet (che ho avuto modo di provare proprio ultimamente). Mi spiace che solo l’indice abbia collegamenti alle pagine e vorrei una versione aggiornata con questo genere di riferimenti anche nel testo stesso.

CONTENUTO

Parlare del contenuto di questo manuale è difficile senza diventare prolissi o prendere la strada della noia quindi cercherò di spiegare cosa è il FATE e qual’è il SETTING. Parlando invece in generale, questo tomo a livello di contenuti è davvero completo, se poi sfruttiamo anche il Volume 2 (Our Story) allora abbiamo fatto centro. Due soli manuali per avere Regole ed Ambientazione senza aggiungere niente altro. Questo manuale è purtroppo solo in inglese ma nonostante tutto si legge facilmente usando termini semplici e dando comunque respiro ai lettori non anglofoni.

AMBIENTAZIONE

The Dresden Files – Your Story è supportato da tredici libri ed una serie tv, oltre questo la Evil Hat ha prodotto alcune avventure one-shot e la comunità che ruota intorno a questo gioco è piuttosto prolifica. In un mondo simile al nostro il sovrannaturale esiste, come esiste anche la magia. Vampiri, Demoni, Mutaforma, Maghi ed ogni altro genere di creatura è vera e si aggira per le strade cercando un suo posto. L’Alto Consiglio con le sue Leggi cerca di mantenere gli esseri umani nell’ignoranza e nello stesso momento cerca di tenere a freno le indoli più bestiali o corrotte. Ci sono i buoni, ci sono i cattivi e ci sono i neutrali ma questa distinzione è più spesso sfruttata per nascondere la mano dopo aver scagliato il sasso che per una realtà dei fatti. In The Dresden Files, non ci sono buoni o cattivi, ci sono buone e cattive azioni che possono far cadere nel baratro o far rialzare anche la più santa o la crudele delle creature. The Dresden Files appartiene al genere Hard Boiled dove sesso, crimine e violenza è descritto realisticamente e tutto nel manuale porta a questa naturale narrazione. Politica, intrighi, sotterfugi, macchinazioni, tradimenti, assassini, sono tutti argomenti centrali in questo gdr e grazie al bel capitolo su Baltimora è facile riuscire a mettere in piedi una cronaca dal sapore noir-hard-boiled che possa stupire ed ammaliare i propri giocatori.

SISTEMA

Sono sempre dell’idea che l’ambientazione fa il sistema e non il contrario e difficilmente si può adattare qualcosa di generico a qualcosa di molto complesso ma questa è una piacevole eccezione. Il FATE (che recentemente è stato rivisto) funziona davvero bene. E’ veloce, di rapido apprendimento ed è possibile ricreare perfettamente tutte le tematiche dei libri e della serie tv. Fa uso dei dadi Fudge, che altro non sono che dadi a 6 facce che al posto dei numeri hanno due +, due – e due niente (due facce vuote). Calcolare i risultati è davvero immediato, basta tirare 4 dadi, contare quanti + si sono ottenuti, sottrarre il numero di – e si ha il numero da aggiungere alla propria Abilità, questo risultato si confronta con un valore di difficoltà dato dal narratore ed il gioco è fatto. Se il risultato è maggiore, ottimo è andato tutto bene, altrimenti…beh, inutile dire che ci saranno conseguenze. Il sistema è molto più complesso di così e davvero prevede un gran numero di possibilità e dettagli a partire dalle Abilità possedute dal nostro Alter-ego, dagli Aspetti che lo contraddistinguono, dalle Acrobazie che può fare e non da meno dai poteri Sovrannaturali(Magia, Mutare forma, Vampirismo e quant’altro) che potrebbe possedere e anche i Punti Fato che determinano il livello di potere del vostro personaggio e che possono essere usati per invocare gli Aspetti utili a guadagnare dei bonus. E’ un sistema completo, che davvero si adatta bene all’ambientazione ed è narrativo al punto giusto (gli Aspetti sono frasi che descrivono il PG e che racchiudono aree di competenza piuttosto vaste). Il manuale non trascura proprio niente del mondo di Dresden, il Dresdenverse come lo definisce il libro, dando tutte le possibilità di creare personaggi unici e di gestire ogni sorta di situazione, inoltre laddove non viene trattata una particolare abilità o un determinato potere ecco il modo per crearne uno personalizzato.

CONCLUSIONE

Normalmente sono più dettagliato ma davvero questo gioco ha bisogno di poco dettaglio perché è tutto davvero semplice. Esteticamente è appagante, è evocativo in ogni immagine, in ogni nota degli Alpha e di Dresden. Il regolamento è facile e poi, il supporto che gli gira intorno è a mio avviso davvero ottimo. Sfortunatamente tutta questa bellezza è smorzata dal fatto che in italiano c’è davvero poco se non la serie tv, nessuno dei Libri di Jim Butcher riguardanti il Mago di Chicago è stato pubblicato nella nostra lingua ed anche l’editore che ha portato Lo Spirito del Secolo (uno dei prodotti della Evil Hat basato proprio sul Fate) non ha fatto lo sforzo per questo questo gioiello. Avere la botte piena, la moglie ubriaca e l’uva attaccata alla vite è impossibile e questo prodotto ha risentito di quest’offuscamento generale dovuto alla mancanza di pubblicazioni in lingua locale.

COMPRALO SU

Acquistalo su AMAZON

Acquistalo su DRIVETHRURPG

 
Vuoi un link ESCLUSIVO al tuo store? CONTATTACI

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata