Salve a tutti, oggi vi segnalo un’altro gdr uscito dalla creativa mente di GM Willo, meglio noto anche come Willoword. Di chi stiamo parlando? Un blogger molto conosciuto e un appassionato di giochi di ruolo che tra le altre cose ha anche curato l’attuale versione .pdf che potete trovare del gioco di ruolo di Mario Merola. Non vi do il link di quel gdr perché spero che l’abbiate già scaricato, se invece non sapete di cosa io stia vaneggiando (un gdr su Mario Merola!?) effettuate una breve ricerca nel nostro sito e lo troverete agilmente. Se il link non fosse funzionante segnalatecelo che provvederemo a rimetterlo on line.

Il Blog di Willoword lo potete trovare a questo link. Quest’oggi invece vi voglio parlare del Gioco di ruolo de “I Guerrieri della Notte“, gdr ispirato e tratto dall’omonimo e oramai diventato un cult film diretto Walter Hill. Se siete interessati a questo film vi segnalo per vostra conoscenza personale il link della pagina di Wikipedia che ne parla. A questo punto procedo quindi con la segnalazione che dopo l’articolo della settimana scorsa torna al suo solito formato.

1. Note generali & Ambientazione

Cover del giocoIl manuale composto da 36 pagine comprende tutto il materiale per giocarci fin dalla prima lettura, scheda facilmente stampabile e oltre al regolamento è presente  anche un’avventura completa che vi permetterà di iniziare una campagna con questo stesso gioco. Il manuale è suddiviso molto bene, vengono illustrate le varie gang, soprattutto quelle presenti nel film e il tutto è correlato anche da immagini prese direttamente dal film, solamente rielaborate in photoshop per non appesantire un’eventuale stampa del gioco.

Purtroppo il testo, seppur scorrevole e di semplice comprensione, è a pagina unica e con il margine giustificato. L’effetto wall of test però almeno viene meno in quanto il tutto è spesso spezzettato dagli stessi titoli di paragrafo evidenziati in grigio e dal fatto che vi sono sufficienti tabelle a rendere meno pesante questo difetto.

Invece l’ambientazione è molto importante per capire il gioco. Qui ogni giocatore interpreta un membro di una gang pericolosa di New York che deve destreggiarsi durante la notte con scontri tra altre gang, lottare per la sicurezza del proprio territorio e assicurarsi che non ci siano problemi che non possano essere smorzati sul nascere con della sana violenza.

Più nello specifico il film parla di un mega raduno eseguita da un capo di una gang che ha un pregio particolare: è estremamente carismatico: egli vorrebbe unire tutte le bande che sa esistere a New York, oltre 60.000 persone, e conquistare la città perché sa che come numeri “loro” sono più numerosi dei vari poliziotti che prestano lavoro presso i vari distretti. Purtroppo questo sogno utopico subisce una violenta quanto brusca frenata nel momento in cui un membro di una banda rivale contravvenendo alle disposizioni che permettevano l’ingresso a questo raduno solamente disarmati spara al leader di questo gruppo. Nel film assistiamo a come una gang accusata ingiustamente di essere loro i responsabili di questa morte deve non solo salvarsi da una vendetta, e giusto un paio di gente incazzata che li vuole ammazzare, ma riportare la propria pellaccia nel loro territorio e cercare di discolparsi.

Un gdr dove in sostanza il gruppo di gioco è chiamato a creare la propria gang, con tanto di codice d’onore, divisa e motto! Il compito principale sarà quello di cercare di controllare e gestire il proprio territorio, iniziando o placando guerre che potrebbero scoppiare per il più piccolo “dispetto”. Attenzione però, se vi sembra che al Master  possa risultare complicato gestire o trovare un’avvincente idea per un gioco come questo, vi assicuro che vi sbagliate! Primo perché esistono gruppi che amano la violenza e spesso sono in cerca di giochi di ruolo dove sfogarsi e picchiare un qualche png immaginario non può che far del bene, secondo perché nel manuale stesso è consigliato e si suggerisce che questo gioco potrebbe essere un ideale prologo per portare il vostro gruppo di gioco all’interno di un film che tutti spero conoscano: “1997: Fuga da New York!“. Se non conoscete anche questo film, un ottimo motivo per farvi una cultura non da poco!

2. Regolamento

WarriorsIl gioco prevede che il gruppo abbia una prima e iniziale idea del tipo di gang che vuole fare. L’idea può essere tanto originale quanto prendendola direttamente dal manuale di gioco che nelle prime pagine spiega quali sono le bande presenti a New York e che sono anche quelle principalmente del film. Il vostro Narratore può anche decidere di inventarsi le sue gang come meglio crede, come sempre l’unico limite è la vostra fantasia. Partiamo dalla creazione del personaggio che in questo gioco può, e io consiglio di farlo, essere anche un minorenne: infatti se gli sbirri vi beccano male che vada vi farete un paio di mesi in riformatorio, se siete maggiorenni le pene sono più aspre… Comunque la scheda è contraddistinta da queste caratteristiche: Forza (FOR), Intuito (INT), Conoscenza (CON), Agilità (AGI), Costituzione (COS) e Fascino (FAS). Ognuna di questi valori si può determinare lanciando ben 10d10 e aggiungendo un solo punto per ogni anno sopra i 13 (fino ai 20 anni) se decidete di farlo più o meno vecchio, questo sempre in base alle vostre esigenze interpretative. Le caratteristiche determinano il valore iniziale di ogni singola abilità del personaggio, dunque sono molto importanti. Un giocatore può spostare i punti da una Caratteristica all’altra senza mai diminuirle o aumentarle di più del 10%. I calcoli si fanno sempre per difetto, eliminando semplicemente le unità (il 10% di 64 è 6, il 10% di 42 è 4 ecc.). Questa operazione si può fare una sola volta al concepimento della scheda del PG.

Una volta determinate le caratteristiche si passa alle abilità. Nel gdr dei Guerrieri della Notte non avrete abilità particolari come biblioteconomia o fotografia… Siete dei monelli, o meglio, dei giovani teppisti di strada che spesso non vanno tanto per il sottile, per questo motivo all’inizio le abilità suddivise in primarie e secondarie saranno calcolate in questo modo: incrociando i valori delle caratteristiche. Se un’abilità è riferita ad una sola caratteristica, il suo valore iniziale  sarà equivalente al punteggio di quella caratteristica. Se l’abilità è riferita a due caratteristiche, il suo valore sarà pari alla loro somma diviso due (per difetto). Inoltre durante questo interscambio di punti, nessuna abilità primaria potrà diminuire o aumentare di più del 20% del suo valore iniziale (sempre arrotondato per difetto). Vi ricordo che ogni anno che aggiungete al vostro pg dopo i 13 anni è un +1 alle caratteristiche, ricordatevi di aggiustare le abilità se durante la creazione volete diventare più “grandi” per aggiustarvi un qualche tiro.

Come posso risolvere uno sconfinamento di una gang rivale?

Ovvero tradotto: come si capisce se il mio pg ha pestato più forte dell’avversario? Molto semplice ogni caratteristica e ogni abilità ha tre caselle da riempire Riuscita, Successo e Critico. Il giocatore dovrà annotarsi accanto al punteggio base, ovvero quello di Riuscita anche il tiro di Successo dell’abilità che in questo caso è pari alla metà del valore base e il tiro Critico che invece è pari a 1/10, sempre per difetto, del medesimo punteggio. Munitevi quindi dei dadi percentuali o d% e citando il manuale stesso:

“Ogni prova può avere sette diverse risoluzioni; Prodigio, Successo Critico, Successo, Riuscita, Fallimento, Fallimento Critico e Disastro. Un risultato superiore al valore dell’abilità indica un Fallimento. Un risultato compreso tra il punteggio Riuscita e il Successo + 1 indica una Riuscita della prova. Un risultato compreso tra il Successo e il Critico + 1 indica un prova di Successo. Un risultato compreso tra il Critico e 02 indica un Successo Critico. Un risultato di 01 indica un Prodigio, un’azione portentosa. Un risultato compreso tra 96 e 99 indica invece un Fallimento Critico. Un risultato di 00 infine, indica un Disastro, una manovra che avrà delle serie ripercussioni sul personaggio.”

Quindi ogni tiro effettuato col d% più è basso meglio è! Nel caso di un tiro contrastato come regolarsi?

Tabella dei tiri incrociati

 E sempre con una tabella simile a questa è gestita anche tutto l’apparato relativo al combattimento, dove vengono prese in considerazioni sia il numero di attacchi che è possibile ricevere, come funziona se il vostro delinquente è messo alle strette (accerchiato). Ovviamente c’è anche tutta la gestione del danno e delle armi che in questo gioco sono la parte più importante.

3. Conclusione

Il gioco è ben strutturato e trae a pieni mani dall’immaginario collettivo che ruotano attorno alla figura delle gang di fine anni 70-90, come illustrato ampiamente anche dal film che ha ispirato questo gioco. Lo consiglio a chi ha amato questo cult-movie alla follia, e a chi invece voglia un gioco finalizzato a menar le mani, ma non solo… Questo gdr è un’ottima macchina del tempo per chi come me subisce ancora il fascino degli anni ’80. Questo gioco lo consiglierei a tutti coloro che quegli anni non hanno potuto viverli. Come dice una canzone di Io Carlo: “sapessi che guai tra i Metallari e i Paninari“, pertanto armatevi, scegliete la vostra fazione oppure createvene una e buona partita! Visto che qui al massimo a prendere una mazzata sui denti sono esseri immaginari, ogni tanto un’avventura con un po’ di cazzotti non può che far bene al morale del gruppo.

A proposito dell'autore

Presidente dell'Associazione Ludica Oltretempo di Castelnuovo Rangone (Mo). A tempo perso gli piace giocare e provare un po' tutti i giochi di ruolo, anche se preferisce quelli italiani. Nel suo passato ha praticato anche un po' di sport quali nuoto, scherma medievale, e ovviamente anche "soffi air"...

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.