Bentornati alla nostra rubrica su “L’Italia che Gioca“. Dopo i problemi tecnici che ci hano tenuti fermi settimana scorsa, andiamo a completare la panoramica sui primi giochi che emerge dal sondaggio.

In particolare, anche se abbiamo dati su tutte le 8 tipologie di giochi presenti nel sondaggio, ci concentreremo sugli “entry level” più tipici per quello che riguarda poi il Gioco di Ruolo. Questo significa ovviamente giochi Classicidi Carteda Tavolo. Settimana prossima vedremo nel dettaglio invece i Giochi di Ruolo, come si cominciano e e con quale prima esperienza. Grandi assenti (nel senso che le risposte sono poche rispetto alle altre categorie, e quindi i dati sono meno validi) i Wargame. Per quando riguarda invece LiveCosplay e, ultimi ma non meno importanti, i Videogame, ne parleremo in modo specifico in uno dei prossimi appuntamenti.

I giochi di stampo classico con cui avete cominciato

I giochi di stampo classico con cui avete cominciato

Per i giochi Classici, la situazione è decisamente chiara. Ricordiamo che, in “giochi Classici”, intendiamo quelli “non da nerd“, se ci passate il termine. Dagli scacchi, al ramio, al Risiko, alla Dama, ai giochi di carte (con le normali carte da gioco francesi e italiane, che ai fini del sondaggio ci sembrava più sensato stessero in questa categoria piuttosto che assieme a Magic e similari).

I primi giochi di carte praticati

I primi giochi di carte praticati

Vincono, tra giochi classici, Monopoli, tallonato dalla Briscola,  seguiti ad una incollatura dal Risiko!, e quasi appaiati gli Scacchi e la Scopa. In generale, comunque, stravincono i giochi di carte. Spiegatela come volete, ma noi abbiamo una idea ben chiara ed empirica su chi crei questi primi approcci: i nonni!

Passiamo invece ai Giochi di Carte (sia Collezionabili che Non Collezionabili). Era il 1994 quando uscì Magic in Italia (per una volta, senza ritardi rispetto al resto del mondo: la prima edizione americana è del 1993). Da allora, questo tipo di giochi sono stati spesso una miniera di futuri nuovi giocatori di ruolo. Quindi, ci aspettiamo uno strapotere di Magic… ma quanto questo gioco stacchi tutti gli altri è davvero impressionante.

Facendo menzione della decina di giochi che NON hanno avuto nemmeno un voto (che non hanno mai iniziato nessuno al gioco: si parla di titoli come Race for the Galaxy, Dune CCG persino Munchkin!), Magic stravince senza nemmeno mettersi d’impegno, avendo iniziato ai giochi di carte il 62% del totale e il quintuplo (4,9 volte per la precisione) dei giocatori rispetto al secondo classificato, ovvero Pokemon. Quindi, non lo inseriamo nemmeno nel grafico, altrimenti diverrebbe di difficile lettura.

Primi Giochi di Carte Collezionabili e Non

Primi Giochi di Carte Collezionabili e Non

Tra gli altri, ritroviamo sia i già citati Pokemon, che l’italianissimo Bang!, che una vecchia perla come Mutant Chronicles. Detto questo, forse è il caso di porsi delle domande relativamente ai giochi di carte se è vero che, in sostanza, tutto passa da Magic. Sembra quasi come per i GdR, in cui spesso sembri che tutto passi da D&D. Ci sarebbe da riflettere sul perché allora i due mercati sono tanto differenti….

Ultimi, ma non meno importanti, i Boardgame, o Giochi da Tavolo.
Intendiamoci subito: abbiamo fatto una scelta nel non considerare tra i giochi da tavolo Risiko! o Monopoli, che pure ne hanno tutti i crismi. Questi infatti erano nella categoria Giochi Classici.
Non lo abbiamo fatto per snobismo: semplicemente, in Italia il mercato è pesantamente scisso tra “l’italiano medio”, che conosce i suddetti, forse Hotel, magari Twister e Trivial Pursuit, e “il giocatore” che invece va a cercarsi giochi che per chiunque altro sono semplicemente “roba strana”. Basta un qualsiasi giro in un reparto giochi di un supermercato per rendersene conto. Perché lo diciamo? Perché alla voce “Altro” moltissimi hanno indicato proprio “Monopoli” e “Risiko”. Molti che, tra l’altro, li avevamo già indicati nei giochi classici.
Non c’é che dire: veri aficionados!

I primi Boardgame (o Giochi da Tavolo)

I primi Boardgame (o Giochi da Tavolo)

Anche qui, tra i papabili come “entry level”, ci aspettavamo ne svettasse uno: HeroQuest, del quale si è parlato molto di recente, in occassione di un (ipotetico e nemmeno troppo chiaramente legale) tentativo di ristampa di una edizione commemorativa.

Bé, HeroQuest è sì il gioco di iniziazione per molti (in termini assoluti, è dietro solo a Monopoli, Risiko! e Magic), ma nei giochi da tavolo la situazione è più equilibrata tra diversi titoli che, ognuno a suo modo, rappresentano un buon entry level. Anche qui, lasciamo agli interessati o agli addetti ai lavori uno spunto di riflessione sul se, e come, questo si rifletta sul mercato.

Ed è tutto per oggi, alla settimana prossima, quando vedremo la stessa analisi applicata ai GdR! E finalmente, scopriremo se davvero il mondo è D&D-centrico come spesso si dice in giro.

Come al solito, potete commentare i risultati o chiedete dettagli nei commenti qui sotto o sul forum. Buon gioco!

A proposito dell'autore

Federico, come lo chiama chi non lo conosce, fa parte di GdRItalia da quasi dieci anni, nei quali ha tolto lo sporco dai pavimenti, rispolverato i forum, riempito le mensole dei Download, fatto da buttafuori e altre cose a caso.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.