Buon Anno a tutti i lettori di questa rubrica! Con l’anno nuovo e le feste che stanno finendo spero abbiate ancora tempo e sopratutto ferie per qualche partita ai gdr. Se purtroppo il tempo vi è contro, sono qui a segnalarvi un gioco minimale e generico che si potrebbe adattare perfettamente alla vostra situazione. Soprattutto se molti di voi stanno ancora cercando di digerire quello che è stato mangiato durante i vari pranzi natalizi a cui da poco si è aggiunto anche il temibile cenone dell’ultimo dell’anno…

Il gioco di oggi si chiama F.r.e.s.c.o. e sotto a questo acronimo si cela la frase: Frammenti di RidAr per un Essenziale Sistema Comprensibile e Onnivalente. Il regolamento lo potrete trovare tranquillamente a questo link, pensato e creato nel 2000 per una vacanza in Croazia l’autore ci spiega che questo gioco è stato testato sulla nave e in spiaggia, avendo funzionato e anche più delle aspettative da qui l’idea di renderlo disponibile sulla rete, e a giudicare dal numero di contributi esterni che ha ricevuto sembra che abbia veramente acceso la fantasia di molti master!

1. Note generiche

Una cascata di d6Come al solito, quando tratto di giochi generici, il punto uno delle segnalazioni riguarda sempre e solo le note che ruotano attorno al gdr, fatta questa precisazione per chi avesse iniziato a seguirmi da poco passiamo alle impressioni iniziali. Il file principale, o il cosiddetto manuale di gioco è composto da sole 3 pagine, di cui la terza è la scheda, quindi un documento in formato .pdf che può essere letto molto velocemente e appreso in poco tempo.

Il documento si presenta su una sola colonna andando a creare quindi un muro di testo compatto che dura per fortuna solo per due pagine,  ma almeno è impaginato utilizzando il margine giustificato. Purtroppo nel blocco di testo vi sono anche pochi spazi che permettono di “staccare” e ridurre l’effetto wall of text. Probabilmente questa impaginazione è dovuta al fatto che l’autore voleva rimanere in poche pagine e ha quindi compresso tutte le informazioni inerenti al gioco nel minor spazio possibile. Come consiglio sempre con gli autori che si cimentano nella creazione del loro gdr, se non possedete immagini, cercate sempre di spezzare regole e descrizioni almeno in due colonne: chi vi legge vi ringrazierà.

Oltre a esserci il file con il regolamento base, è possibile trovare sul sito “La torre Senza Nome“, come ho scritto in apertura, anche un sacco di materiale per ampliare la vostra esperienza con F.r.e.s.c.o.: infatti sia Salkaner (il nickname dell’autore) che altri hanno dato un ulteriore contribuito su questo sito espandendo il mondo che gravita attorno a questo gioco. Potrete in questo modo trovare sia avventure già fatte, compresa la prima che è stata fatta appunto in vacanza in Croazia, che ambientazioni come:

  • la Terra di Mezzo del Professor Tolkien;
  • Star F.r.e.s.c.o.: l’ambientazione per giocare in pieno stile fantascientifico;
  • Frigor Mortis: addendum al regolamento principale che tratta i non morti;
  • FrescoParanoIHGG: un’ambientazione umoristica;
  • Nest Fresco: New Detroit 2010: ambientazione cyber-punk; 
  • Freshanghai: un sistema di gioco che prevede l’uso delle bacchette shangai!

 2. Regolamento

Un'intera galassia a vostra disposizione

Un intera galassia di possibilità e di ambientazioni vi stanno aspettando.

Per un gioco che sta in sole due pagine, F.r.e.s.c.o., propone un regolamento molto semplice ed estremamente versatile, in quanto vi sono ben 7 caratteristiche quali: Forza, Agilità, Costituzione, Intelligenza, Sensibilità, Reattività, Fascino. Saranno queste le caratteristiche che vi permetteranno di interagire con il mondo che il vostro Master ha intenzione di farvi giocare! Potrete generarle tirando 3d6 per ognuna, tranne Fascino che è calcolata in questo modo: (Costituzione + Reattività)/3 e dopo averlo arrotondato all’unità più vicina aggiungeteci un ulteriore 1d6.

Per completare la scheda del vostro scegliete dei talenti che possano rendere il vostro pg più conforme a come ve lo immaginate e magari legate a quello che volete far fare come mestiere al vostro pg: baro, bugiardo senza vergogna, adescatore di belle fanciulle, consumato oratore. Anche qui sbizzarritevi pure. Una volta date anche un’età iniziale, decisa la storia del vostro pg, l’equipaggiamento base siete pronti per partire all’avventura.

Per verificare se un’azione è riuscita dovrete sottrarre al valore della vostra caratteristica il risultato ottenuto da 2d6 e anche la difficoltà determinata dal vostro Frescone per l’azione che volete intraprendere. Se il risultato è positivo l’azione è riuscita, mentre se è negativa non è riuscita. Attenzione: un tiro con i 2d6 che ottenga come risultato doppio uno è da considerare sempre riuscito, mentre un risultato pari a doppio sei un fallimento completo. Questo procedimento prende il simpatico nome di Taf (tiro azione fresco).

Il combattimento è molto semplice perché si effettua soddisfacendo questo semplice confronto:

Forza / Agilità dell’attaccante – Taf  – Forza / Agilità del difensore – la difficoltà

Se il risultato va da 0 a -7 il bersaglio viene colpito normalmente, se si effettua un risultato positivo o si ottiene nel Taf un doppio uno si ottiene un danno speciale, mentre con un doppio sei o un numero negativo sotto al -7 si manca completamente il bersaglio. Un colpo in mischia sfrutta la forza, un colpo dalla distanza sfrutta l’agilità. Il calcolo dei punti ferita è standard e si sottrae direttamente al valore di caratteristica di Costituzione.

Un duello westernSemplice e immediato. Eventuali scudi aumentano di uno la caratteristica del difensore, e le armature sottraggono punti danno alle armi. In caso di ambientazioni dove vi siano poteri magici o psionici togliete un punto per “magia fatta” al valore del vostro pg in Intelligenza.

Il regolamento è molto veloce e si presta a giocate appunto da one shot o per avventure a bordo spiaggia, ma a differenza di tanti altri che ho avuto modo di segnalarvi precedentemente, a mio avviso questo possiede due pecche:

1. I talenti che si possono prendere non influenzano neppure con un miserando +1 le eventuali caratteristiche in cui potrebbero essere usati;
2. La regola per lo scontro in combattimento mi lascia un po’ perplesso perché non capisco il motivo di dover sottrarre anche il valore di Forza o Agilità del difensore per il calcolo del danno;

Ovviamente i difetti segnalati qui sopra possono essere risolti molto tranquillamente, del resto com’è scritto anche nel testo del file .pdf per ogni cosa che non è riportata in questo documento la parola è lasciata al Frescone (com’è chiamato il Master in questo gdr) di turno!

3. Conclusione

F.r.e.s.c.o. è un gioco molto veloce e adatto a giocare quando si è in vileggiatura o al mare. Ovviamente è previsto un eventuale incremento sia delle caratteristiche e dei talenti se il gruppo di gioco decide di iniziare un’avventura anche più lunga, inoltre come già scritto in precedenza sul sito potrete trovare un sacco di link e materiale utile per le vostre sessioni. Forse il fatto che richieda un paio di aggiustamenti potrebbe renderlo non appetibile, ma come al solito se volete proporre un vostro lavoro o delle migliorie fate pure, la rubrica è nata anche per questo motivo.

Voglio rendervi partecipi di una curiosità che mi è sorta relativamente al tipo di regolamento proposto nell’articolo di oggi: mi sbaglio o spesso è più facile creare un sistema generico che un gioco completo di ambientazione? Dico questo perché spesso mi imbatto più in regolamenti generici e universali. Che sia perché è più facile creare giochi di questo tipo?

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.