Noi giocatori di ruolo ci troviamo spesso a cercare le fonti di ispirazione più disparate, sia in quanto Game Master (per ambientazioni, PNG, mostri o avventure), che come giocatori bisognosi di caratterizzare al meglio i propri alter ego.
A seconda dell’epoca e del setting in cui il gioco è ambientato queste fonti possono spaziare dal fantasy alla fantascienza, passando per generi come horror, cyberpunk, steampunk e noir; non dobbiamo però dimenticarci una delle muse più importanti per qualsiasi GDR, che se ben sfruttata può aiutarci in qualsiasi sfaccettatura del nostro hobby: la storia.
Questa settimana voglio proporvi un titolo degno di ogni appassionato di questa materia, pieno di curiosità, illustrazioni e dettagli in grado di solleticare la fantasia di chi cerca quel “qualcosa in più” nelle sue avventure: Storia delle terre e dei luoghi leggendari di Umberto Eco.

Storia delle terre e dei luoghi leggendari

La sovraccopertina del volume

Titolo: Storia delle terre e dei luoghi leggendari
Autore: Umberto Eco
Editore: Bompiani
Illustrazioni: A colori
Pagine: 478
Copertina: Hardcover
Costo: € 35

Questo è un tomo molto particolare che mi ha piacevolmente colpito per il formato, i contenuti e lo stile di scrittura; il buon Professor Eco come sempre non si smentisce e ci regala curiosità dal passato stese in un linguaggio comprensibile a tutti, in grado di insegnare mentre regala qualche sorriso.

Ma andiamo con ordine. Che cosa contiene il volume? Storia delle terre e dei luoghi leggendari è un saggio sui continenti, sulle isole e sulle nazioni che nei tempi passati (in alcuni casi addirittura per millenni) sono stati ritenuti reali e non ancora scoperti; delle vere e propie chimere che storici, filosofi, cartografi ed esploratori hanno inseguito o su cui tutt’oggi si fanno speculazioni. Qualcuno ha detto Atlantide?
Come ci viene ricordato nella prefazione non dobbiamo confonderci pensando che vengano analizzati luoghi di fantasia come la Terra di Mezzo o Westeros, ma terre che i nostri predecessori credevano esistessero veramente come il regno del Prete Gianni, l’ Eldorado, Atlantide, Lemuria, l’Ultima Thule, Alamut, Agarttha e molte altre ancora.

I capitoli non si occupano di trovare una qualche verità nascosta, ma di analizzare invece le idee dei pensatori di diverse civiltà ed epoche riguardo questi territori e dei suoi effimeri abitanti, smascherando diversi erronei luoghi comuni che si sono diffusi per mala informazione; prendiamo ad esempio il capitolo sulla Terra Piatta: molte persone credono che ai tempi di Colombo fosse idea comune quella di una terra piatta come un disco, mentre viene dimostrato con fonti storiche come solo alcuni filosofi rimanessero fedeli a questa ideologia, spiegando l’evoluzione delle varie ipotesi durante le epoche.

Ogni capitolo è accompagnato da un’esaustiva bibliografia e da un’antologia di brani tratti dalle fonti citate, in modo da mostrare al lettore uno scorcio del pensiero di quel periodo storico; in alcuni casi capita di stupirsi di quanto alcuni pensatori fossero avanti rispetto ai loro tempi, mentre in altri capita di farsi una risata sulle idee e sulla fantasia che veniva applicata per supplire alla mancanza di reali informazioni, oppure utilizzata per alimentare il senso di fantastico di cui chi non poteva viaggiare abbisognava.

Quasi ogni pagina è corredata da illustrazioni a colori di mappe dei territori, ricostruzioni immaginarie dei luoghi o dei mostri che li abitavano (intesi come creature fantastiche e popolazioni esotiche inventate dalla fantasia dell’epoca) per illustrare visivamente come queste leggende erano entrare nell’immaginario comune.

Con tutto questo contenuto sfido qualsiasi scrittore di genere fantastico/giocatore di ruolo a non trovare una briciola di ispirazione per caratterizzare al meglio un’ambientazione!
Infine chi lo sa, magari la storia di qualcuna di queste terre leggendarie vi colpirà a tal punto da spingervi a partire per cercarla…

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.