Copertina di 2500Ben ritrovati anche questa settimana con la rubrica Free to Play che vi parla e vi segnala i principali giochi free che si possono scaricare liberamente dalla rete. Abbiamo parlato di tantissime tipologie di giochi finora: generici (una marea), sui supereroi (al momento sono tre), demenziali, ma la parte del leone la fa soprattutto il fantasy.

Abbiamo avuto anche dei giochi cyberpunk o di fantascienza, ma “2500 l’era dei disordini” finora non mi era ancora capitato tra le mani. La rete spesso è strana, mi fa trovare giochi come quello di “Nadia e il mistero della pietra azzurra” o quello di “Ruzz1n0” che era nascosto tra le piaghe di internet e non questo. Bah bando alle ciance che entriamo immediatamente nel vivo dell’articolo.

L’autore “Jacopo Vallepiano” era partito con l’idea di adattare il regolamento “storyteller” della WhiteWolf all’ambientazione di Alita l’angelo della battaglia, ma se sul fumetto l’ambiente è tratteggiato molto bene, su gdr si è accorto di quanto in realtà tale setting fosse ristretto per i pg che si sarebbero andati a creare. Quindi con molta pazienza e dedizione si è messo ad ampliare non solo il mondo di Alita, ma ha anche effettuato delle modifiche al regolamento che però è rimasto basato su un pool di dadi da 10.

Mi sono imbattuto in “2500” capitando su questo sito. Colui che mi ha preceduto, Kitsune, parla di aver tra l’altro visto una nostra recensione! Ora ho fatto una ricerca nel nostro portale e non ho trovato nulla! Come se non bastasse il link a cui rimanda lo stralcio trovato porta solo alla pagina iniziale del nostro sito! Il mistero si infittisce, ma senza scomodare lo Gnomo armato di ascia (citazione necessaria…), sicuramente nel ripristino dello scorso anno la recensione forse molto vecchia è andata perduta.

Il gioco da un punto di vista grafico è molto curato, il testo è sia a pagina intera, solo però laddove sono esposti fatti o cronologie o riquadri importanti per spiegare particolari passaggi, e anche su due colonne. Questo rende l’intero file .pdf, se ci aggiungiamo a tutto questo anche un indice generale a inizio volume ben fatto e organizzato, abbiamo sicuramente un manuale (per quanto free), tra i migliori come esposizione e quantità di materiale mostrato. Quello che mi ha lasciato letteralmente all’inizio spaesato e sorpreso sono le oltre 340 pagine di cui è composto. Questo particolare credo renda “2500 l’era dei disordini”, come il manuale più voluminoso che mi sono trovato a recensire. Perfino Neldark ha solo 228 pagine…Immagine di inizio capitolo

L’ambientazione non è quindi solo un chiaro omaggio al manga Alita l’angelo della Battaglia, del mangaka Yukito Kishiro, ma un mondo avanti rispetto a noi di ben 400 anni. L’ambientazione prende solo, e badate bene non sto facendo dell’ironia, da pagina 12 a pagina 64 e non è finita qui, vi è un intero capitolo dedicato alle navi, agli spostamenti con i mezzi pubblici e perfino le regole per gestire questi particolari. Davanti a una mole così vasta di informazioni, di regole che vanno dal come gestire i danni ionici, a come si gestisce il malfunzionamento di un automa, non può che scattare un mio personalissimo plauso per il lavoro e per la passione che sono stati profusi in questo monumentale lavoro.

Purtroppo le uniche immagini che adornano questo .pdf, tolte le mappe del sistema solare, sono le immagini del fumetto di Alita, ma non vi è stato nessun abuso, anzi solo quella che vedete qui a fianco, che viene usata come copertina per ogni inizio capitolo. Un peccato, a mio giudizio, perché visto l’uso limitato di immagini che l’autore ha fatto, almeno questa poteva variarla, ma come sempre questa è una mia mera constatazione.

Due parole sul regolamento mi sembrano non solo doverose, ma anche per venire incontro a chi non conosce minimamente il regolamento “storyteller” della WhiteWolf, anche se non ci credo che ci sia della gente che non sappia di cosa sto parlando! Per interagire con la realtà proposta da questo manuale basterà tirare tanti dadi da dieci quant’è il valore che si possiede in una caratteristica + abilità relativa.

I valori compresi tra 3 e 10 sono la difficoltà che può assegnarvi il Master per le vostre azioni, una difficoltà pari a 6 significa che in un lancio di cinque dadi se ottengo 2 – 4 – 6 – 8 – 3 solo i dadi che hanno avuto come risultato il 6 e l’8 sono considerati successi. In base a quanti successi ottengono so quanto bene l’azione intrapresa mi sia venuta al meglio delle mie possibilità. Solitamente cinque successi sono un’azione intrapresa magnificamente al limite delle umane conoscenze, un singolo successo è invece un’azione dozzinale e riuscita per il classico “pelo”.

Ovviamente caratteristiche e abilità non sono le fotocopie sputate della scheda per esempio di Vampiri Masquerade (solo per citare il più famoso gioco della WhiteWolf), ma gli sono state date delle differenziazioni così come le abilità. Per esempio nei Fisici non avremo forza, destrezza e costituzione ma Mosculatura, Agilità, Robustezza, Accuratezza e Bellezza!

Battle Angel - Alita Last Order

Lo consiglio a chi piace il genere fantascientifico, per chi volesse provare sulla pelle del suo pg situazioni simili a quelle del fumetto di Alita Last Order, questo è veramente il gioco di ruolo che fa per voi. Amate i gdr ricchi di dettagli e di regole che vi portano a essere il più vicini possibili all’ambientazione che volete ricreare? Ancora una volta la risposta esatta è: “fa esattamente per voi”! Lo sconsiglio invece a coloro che non amano i manuali complessi e con troppe regole, manuali dove è più il tempo per leggere tutto il papiro presentato che per iniziare a giocare.

Dopotutto come definire “2500 l’era dei disordini” dove c’è perfino un paragrafo che ti spiega che se riesci a marchiare un bersaglio, per marchiare si intende fare una cicatrice, tagliare la sigaretta o far saltare un bottone della giacca, costoro devono risultare intimiditi dal gesto? Diciamocelo chiaramente un ottimo lavoro, ma che sicuramente non piacerà a tutto il popolo ludico. Vi ricordo che il gioco è fermo dal 2005, e non ho trovato versioni più recenti, magari Jacopo nel frattempo l’ha migliorato. Se ci giocate, se lo provate col vostro gruppo ditemi se vi è piaciuto o cosa avete cambiato, siamo qui anche per questo.

Per questa settimana abbiamo finito, non mi resta che augurarvi veramente buona lettura a questo giro e alla prossima settimana!

A proposito dell'autore

Presidente dell'Associazione Ludica Oltretempo di Castelnuovo Rangone (Mo). A tempo perso gli piace giocare e provare un po' tutti i giochi di ruolo, anche se preferisce quelli italiani. Nel suo passato ha praticato anche un po' di sport quali nuoto, scherma medievale, e ovviamente anche "soffi air"...

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.