I casi di “fuoco amico” sono più unici che rari nei GdR, visto che la frenesia e concitazione del combattimento si perde nei lunghi tempi di mappatura, posizionamento delle miniature, tiri di iniziativa, e discussioni strategiche.
Quelle poche volte che questi incidenti avvengono è per lo più  quando il master lascia volutamente un velo di incertezza, costringendo i giocatori a capire con o contro chi schierarsi…

Domanda spinosissima:
Se i PG attaccano le persone sbagliate, è giusto che ricevano punti esperienza?
A opinione di chi scrive sì, lo è:
un master intelligente gliene farà pagare il carissimo prezzo con le giuste ripercussioni politico-sociali in-game… 😉

[singlepic id=537 w=600 h=772 float=]
[singlepic id=538 w=600 h=771 float=]

<<<PRECEDENTESUCCESSIVA>>>

.

Commenta tramite Facebook

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata