Quest’oggi vi porterò nel fantastico mondo di Lara Croft e delle sue impareggiabili avventure!

 Tutti nella vita hanno sentito nominare almeno una volta “Lara Croft” o “Tomb Raider”: il primissimo capitolo di questo gioco della Eidos Interactive risale al 1996 e consta attualmente di 9 titoli per diverse piattaforme (e anche un film). Lara Croft è un’archeologa tutta pepe e pistole, che viene ingaggiata da diverse persone alla ricerca di misteriosi artefatti perduti e, essendo ricca sfondata e vivendo in una villa che farebbe invidia a qualsiasi Lord, rischia la pelle in pericolose tombe dimenticate per trovare questi artefatti spesso per il puro gusto della scoperta.

Sebbene il nome Tomb Raider evochi in noi numerosi ricordi d’infanzia, di musiche improvvise che facevano saltare sulla sedia e di controller rotti per la rabbia, non è la prima ambientazione che ci verrebbe in mente per i nostri GdR…però a pensarci bene da quegli infiniti livelli di certo si può trovare qualcosa, no?

 

Ambientazione

Tomb Raider ha numerosissime ambientazioni, e nei vari titoli è stato esplorato gran parte del mondo: spesso i luoghi si rifanno a civiltà realmente esistite, cambiando però la loro storia o il loro nome. Se non avete voglia di inventare c’è abbastanza materiale per ambientare le vostre avventure in uno dei tanti luoghi visitati da Lara nel corso dei suoi viaggi.

Nonostante l’ampia scelta nessuno però vi vieta di inventarvi di sana pianta chissà quali misteriose civiltà in luoghi sconosciuti della terra! Questa parte di pura “invenzione” da parte del master e di “scoperta” da parte dei giocatori dovrebbe essere affrontata molto seriamente, poiché è la tematica principale del gioco e la parte più golosa dell’ambientazione.

 

Personaggi e Avventure

Veniamo subito al nocciolo della questione: Lara Croft dovrebbe essere un PnG nella vostra cronaca. Lara è il personaggio attorno a cui ruota tutto il suo mondo, ma è attorniata da amici e collaboratori che la aiutano nelle sue ricerche: i vostri giocatori potrebbero essere proprio quel team scelto e specializzato per aiutare Lara, in questo modo potrebbero partecipare alle sue avventure senza in alcun modo rischiare di intaccare il personaggio e la sua storia. Naturalmente per costruire una cronaca intorno a questa ambientazione è necessario prendere alcuni elementi da tutti i giochi usciti finora, che possiamo suddividere in 3 grandi categorie: luogo, team e mandante.

Il mandante è il cattivo (o il buono) di turno che ha deciso di recuperare per non meglio precisati fini un determinato artefatto, ed è pronto a sborsare ingenti somme di denaro pur di arrivare a questo obiettivo. Naturalmente non ha assoldato direttamente voi, ma potrebbe aver contattato la signorina Croft, la quale avrà bisogno di un team di esperti che l’aiuti. La parte più interessante del mandante è che tale personaggio potrebbe ricondursi a delle vostre cronache già esistenti, intrecciandosi facilmente con le vicende in corso.

Il team sarà composto dai giocatori, che ovviamente riceveranno un compenso più che profumato per questo viaggio, ma in realtà lo potranno fare solo per il gusto di collaborare con una delle più grandi archeologhe al mondo…eravate già convinti a compenso? Immaginavo…

Il luogo sarà infine di vostra invenzione, magari ispirato ad uno dei tanti visitati nei numerosissimi viaggi di Lara e, perché no, potreste anche arrivarci a causa di un imprevisto.

Nemici ed enigmi

I nemici che incontrerete possono essere di ogni tipo e da dinosauri a scagnozzi senza pietà, la scelta direi che è vastissima. Consiglierei di motivare la presenza ogni nemico però, per aggiungere ulteriori argomenti alla trama: per esempio un  simpatico tirannosauro in una valle perduta potrebbe essere il risultato di influssi magici dell’artefatto, oppure di ricerche commissionate dal vostro finanziatore. Riguardo ai nemici più “umani” si può dire che la fauna del luogo sia una motivazione già di per se ottima, mentre per i vari scagnozzi tutti sanno che nel manuale del perfetto cattivo al paragrafo 2 è spiegato che dopo aver pagato profumatamente un team di ricerca si spenda il triplo per mandare persone a recuperare l’oggetto in questione tentando di scalzare chi avete assoldato precedentemente.

Queste sono solo idee, ma vi danno già una buona base di partenza su cui inventare le vostre avventure.

Gli enigmi potrebbero essere la parte più divertente da inventare, e soprattutto la fonte di numerose maledizioni da parte dei giocatori. Essendo molto difficile da replicare in un gioco di ruolo l’ambiente e le difficoltà ad esso collegate, potreste innanzitutto complicare le carte in tavola e rendere impossibile non perdersi ai giocatori se non si creano da soli una mappa del luogo. Gli enigmi sono più semplici di quanto non crediate, e vi consiglierei di sfruttare del materiale “fisico” per creare i vari enigmi e ingranaggi, senza esagerare dovrebbero essere presenti un po’ ovunque. (potete prendere ispirazione dagli enigmi presenti per esempio nel gioco da tavolo Le Case della Follia, modificandoli in base alle vostre esigenze)

Cosa manca? Beh, trappole mortali create appositamente per far fare ai vostri giocatori una triste fine da chi ha creato quei luoghi. (se non avete idee vi consiglio di leggervi i vari libri di trappole di Grimtooth, pieni zeppi di idee diaboliche)

 

Per quanto riguarda i giochi consigliati, l’ambientazione non richiede un particolare gioco per essere goduta al meglio, basta che sia ambientato intorno ai giorni nostri, anche se forse Mondo di Tenebra rappresenta un ottimo punto di partenza. Il Richiamo di Cthulhu rappresenta una valida alternativa, soprattutto se volete spostare l’attenzione sul soprannaturale.

 

A proposito dell'autore

Studente di Ingegneria Elettronica, appassionato di GdR, fotografia, grafica e giochi di carte o da tavolo in generale. Ho un debole per i dadi e per Star Wars.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.