Salve a tutti Larpers!

Siamo tornati anche questa settimana con un articolo fresco fresco!

Nel primo week-end di questo afoso Agosto, l’Associazione “Artefici del Fuoco” ha dato vita al vero e proprio “Capitolo Finale” della loro campagna mitologica in stile Ellenico “EGEA”, una campagna durata 7 anni, tra mirabolanti e rocambolesche avventure che hanno visto come protagonisti i vari personaggi di questa epica campagna.

La domanda che vi farete potrebbe essere: “Perché parlare di una campagna che si è conclusa, se non ci posso più giocare?”

Domanda legittima, se non fosse che il punto che voglio andare ad analizzare è più profondo rispetto alla conclusione, è giusto dire Epica, della campagna.

Dopo 7 anni, e dopo varie vicissitudini, tra abbandoni, e nuovi ingressi, tra i personaggi, come tra lo staff, mi è saltato all’occhio come l’organizzazione di questo gruppo di gioco si possa annoverare tra i migliori conosciuti, da me almeno.

Avendo vissuto l’evento dall’interno della sala staff, non come “staffaro” vero e proprio, ma come aiutante, ho avuto modo di vedere da vicino il vero cuore pulsante di ogni associazione di gioco: La Sala Staff.

L’aver visto la coordinazione nella gestione degli eventi, la completa fiducia, come completa coscienza delle rispettive responsabilità, ha fatto luccicare i miei occhi da bambino sognante.

Essendo un gioco, aver visto per presa diretta i Master sorridere per le giocate fatte dai giocatori, gasarsi per frasi epiche dette da determinati personaggi, il raccontarsi come siano andate le quest, oltre ad essere stato eccitante dal punto di vista goliardico, dava nuovamente nuova linfa e nuova energia al lavoro dell’équipe di gioco. Per poi vedere tutti, dai Giocatori allo Staff, con impresso in volto la faccia della soddisfazione, mista a quella triste di un bel gioco che è arrivato alla fine.

Ciò nonostante varie pecche ci sono state, per esser stata una conclusione, un sbagliatissimo calcolo dei tempi di trucco di Korin, ha portato a ritardare e rallentare il gioco, arrivando in quei momenti a stagnare alcune volte; la scelta di far fare a 5 pg una quest importante, pone come minimo la possibilità che, chi sta fuori, possa avere un coinvolgimento attivo nel frattempo, cosa che non c’è stata; e poi, sarà stato lo spirito di festeggiamento misto alla malinconia che sarebbe sopraggiunta dopo l’ultimo 3-2-1 FUORIGIOCO, però non ci si possono permettere tempi morti, anche se, questo evento, è stato uno dei pochi live in cui “erano i master a lamentarsi, per i tempi morti dei pg!”[Cit. Staff EGEA]

Larpers, è finito un grande e maestoso viaggio nel mondo mitologico di EGEA, ma invito tutti voi a rimanere sintonizzati su MondoLarp, per le future notizie provenienti da “Artefici del Fuoco”: Ho sentito parlare di un live in arrivo in stile “Low Magic” e un altro in stile “Dune”.

Consiglio di Nonno Larp: “Se non capisci la Chiamata, buttati a terra!”

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.