Salve e bentornati nella rubrica che vi segnala i giochi di ruolo che potete trovare e scaricare gratuitamente dalla rete! Ancora una volta sono a segnalarvi un gdr che giaceva nel nostro database fin dal lontano 2006. Come mai è in nostro possesso? All’epoca partecipò al concorso Miglior Gdr di quell’anno, purtroppo senza arrivare in finale. Come avrete notato, occasionalmente mi metto a esplorare anche il nostro vasto scantinato (lo stesso dove teniamo recluso anche De4thkiss, non ditemi che non avete notato la sua firma ultimamente… igh igh igh), che per mole di materiale free non è secondo proprio a nessuno 😀

zombiedeviceOggi pertanto andiamo a riesumare (non fatevi trarre in inganno dal nome) Zombie Device l’opera con cui partecipò nel 2006  l’anonimo autore di questo gdr. Prima di procedere al solito esame a cui sottopongo i gdr che trovo, rinnovo ancora una volta il solito appello che faccio quando mi trovo gdr che non hanno una paternità: se conoscete o se siete l’autore di questo gioco fatemelo sapere che vi citerò adeguatamente nel prossimo articolo e nel caso siate in possesso di una nuova versione, segnalerò anche quella!

Da cosa trae il suo nome questo gioco? Da un particolare dispositivo che è il perno su cui ruotano una buona parte dei protagonisti di questo gioco:

La Zombie Device (o Dispositivo Zombie, ZD in breve) è un processore corazzato innestato dietro il cervelletto di un soldato. Esso è fortemente interconnesso al corpo del soggetto tramite un fascio di fibre sintetiche che lo avvolge interamente a livello endodermico, muscolare, venoso ed arterioso. Il suo scopo è molteplice. Innanzitutto limita l’intensità della percezione del dolore, rendendolo una pura informazione per il soldato che può in questo modo combattere più agevolmente.
Ma le due funzioni fondamentali della Zombie Device sono il contenimento dei danni e la mobilizzazione elettrica. La prima consiste nella capacità di chiudere le arterie recise e bloccare quindi le emorragie, e di escludere intere aree del
corpo compromesse da danni letali. La seconda consiste nella capacità di muovere i muscoli di tutto il corpo tramite elettrostimolazione e contrazione delle sue stesse fibre. Questo consente sia di muovere arti estremamente danneggiati o a cui non arriva più sangue, sia di riposizionare lussature o slogature. Si tratta in pratica di un sistema nervoso alternativo circolante su fibre sintetiche in grado di contrarsi e controllato da un processore integrato nella corteccia cerebrale del soldato. E’la chiave di volta per la realizzazione del soldato perfetto.

Come avrete capito anche questa settimana siamo di fronte a un gioco vagamente futuristico, nel caso di Zombie Device, direi più cyberpunk con tinte molto forti sulla tattica militare e l’incursione. Il file .pdf è composto da ben 102 pagine, di cui però 55 sono inerenti al regolamento di gioco, scheda del pg compreso, mentre le altre 47 sono tutte inerenti al mondo di gioco che viene spiegato nella sua totalità e anche con delle foto a colori che ho il sospetto siano state prese direttamente da Google 🙂

Il regolamento è molto semplice, vi sono 6 caratteristiche che vanno da un minimo di 1 fino a un massimo di 20 (uhm ok era il ROBOT: C'E' AVATAR PER SOLDATI, DA' LA FORZA DI 20 UOMINI2006, però dai si poteva fare uno piccolo sforzo per creare qualcosa di nuovo), una volta distribuiti i punti queste caratteristiche danno un bonus che va a influenzare dei parametri secondari come la difesa, i punti ferita o anche solo il massimo peso trasportabile giusto per fare qualche esempio. Le abilità danno un incremento alla caratteristica a cui sono correlate, formando in questo modo il Targhet. Per esempio se possiedo l’abilità Fucili Automatici a 3 e Agilità a 9 il mio numero targhet sarà pari a 12, e l’azione quindi riuscita se tirando col d20 farò di meno.

Ora è interessante notare come nelle azioni contrapposte tra bersagli vivi, chi ha un grado di abilità più alto, questo diventi un malus per l’altro: se la mia abilità oratoria è pari a 5 e quella del mio bersaglio solo 3, il mio 5 diventa un malus al targhet del bersaglio! Ecco questa idea, anche se sa di farraginoso, è un ottimo modo per valorizzare chi si è specializzato in poche voci.

Una cosa interessante di Zombie Device è che vi sono dei profili da scegliere che danno delle vere e proprie competenze in famiglie di abilità, che per quelli di tipo militare saranno assaltatore, esploratore, infiltrato, mentre per i civili possono essere Hacker o perfino giocatore d’azzardo.

L’ambientazione com’è?

Nelle 47 pagine finali di questo gdr è spiegato che nel nuovo secolo l’umanità si è gettata a capofitto nella ricerca scientifica, toccando vere e proprie vette di eccellenza, e si sta assistendo a una sempre crescente esplosioni di conflitti localizzati, dove gruppi di mercenari, o truppe prezzolate vengono inviate per missioni lampo, o per dare una mano a quella o quell’altra fazione.

I giocatori possono far parte delle tante società come la Gaim che attualmente è il braccio armato dell’Onu, oppure la Crab Nebula una ditta operante in molti settori e che ha un’altissima tecnologia per la clonazione umana e che collabora con la CIA o per citarne solo un’altra come il gruppo terroristico Unterwelt che sono un nuovo modello di nazisti. Insomma c’è solo l’imbarazzo della scelta e questo rende questo gdr molto “corporativo”. Un mondo dove intrigo, azione diplomatica spesso è sinonimo di ricorso a gruppo di uomini ben addestrati ed equipaggiati per un’incursione o un salvataggio!

Il Biscazziere

Anche il giocatore di Poker può essere qui interpretato!

Lo Zombie Device inoltre, come già scritto anche all’inizio dell’articolo, è una componente tecnologica che rende alcuni soldati dei veri e propri superuomini. Il manuale spiega che si può fare anche il civile, nel regolamento infatti è chiaramente presente sia il calcolo dei danni per chi non è un militare (quindi sprovvisto dell’apparecchio ZD), e per chi invece è un militare potenziato, e questa cosa è ribadita anche nella presentazione dei vari profili.

Insomma nonostante si tenga conto anche di chi come il biscazziere o il giocatore d’azzardo possa essere interpretato in questo gioco, mi sembra un po’ una forzatura. Perché? L’ambiente di gioco che viene presentato è completamente incentrato sui gruppo militari che vengono usati come squadre d’azione nei punti più caldi del pianeta, e poi mi presenti dei civili? Uso come esempio il giocatore d’azzardo perché è quello che meno si adatta a un gruppo di tre militari per esempio! Insomma per farla breve vi consiglio di sfruttare il regolamento e il gioco per provare la tattica militare e sfruttare la bella ambientazione per un po’ di sano combattimento schierandovi con la fazione che preferite giocare.

Se avete perplessità, domande, puntualizzazioni o anche semplici critiche su questo o altri giochi che vi mostro settimanalmente scrivete pure, sarò ben lieto di rispondervi a dovere! Buon Ferragosto e soprattutto buon gioco 😀

Il Free To Play della settimana: Zombie Device
83%Punteggio totale
Voti lettori: (2 Voti)
83%

A proposito dell'autore

Presidente dell'Associazione Ludica Oltretempo di Castelnuovo Rangone (Mo). A tempo perso gli piace giocare e provare un po' tutti i giochi di ruolo, anche se preferisce quelli italiani. Nel suo passato ha praticato anche un po' di sport quali nuoto, scherma medievale, e ovviamente anche "soffi air"...

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.