Un supplemento per Project HOPE che riguarda l’epoca degli anni ’50 e ’60 in America e Unione Sovietica, un periodo difficile in cui un supereroe avrebbe potuto fare la differenza. Questo supplemento aggiunge davvero qualcosa di differente a Project HOPE? anche rispetto agli altri supplementi?

Silver Age

Silver Age

Graficamente mi è piaciuto molto, lo stile “Vecchio Comics” è piacevole come anche il fatto che sia in B/N. Le immagini a tutta pagina, gli inserti ed anche il font contribuiscono alla lettura. Il manuale sarà presenta la copertina in Brossura a Colori (che vedete in anteprima qui a sinistra) per restare in linea con gli altri prodotti della linea.

[box type=”info” align=”aligncenter” ]Personalmente ho trovato la scelta del B/N azzeccata anche per l’idea di Comics Americano che il volume vuole richiamare, soprattutto per il periodo di riferimento[/box]

il Contenuto è ciò che mi ha colpito di più. In 96 pagine c’è davvero un sacco di materiale c’è tutto ciò che bisogna sapere sul periodo che va dagli anni ’50 ai ’60, dalla nascita della Fondazione Hope passando per la guerra fredda, gli alieni ed i Templari. Il capitolo sulla guerra fredda, il più corposo dei cinque, arricchisce quanto avvenuto negli anni della seconda guerra mondiale secondo Project HOPE aggiungendo dettagli sulla guerra di Corea, sul Vietnam e più in generale sugli Stati uniti e di come il progetto Hope si sia evoluto e venga considerato nella nuova era. Il capitolo 1 ovviamente prende in esame anche l’unione sovietica e la spasmodica ricerca del nucleare e dell’intelligenza artificiale, facendo un parallelo con gli eventi di Tunguska e la nascita di macchine senzienti. Il capitolo sulla Fondazione Hope spiega ciò che accade dalla dipartita del Dr.Hope in poi. E’ un capitolo che reputo fondamentale per meglio comprendere l’evoluzione che della condizione sociale dei Metaumani e questo, in particolare si ricollega ottimamente con il capitolo sui Maveriks, ovvero Metaumani non affiliati a nessun potere ma che agiscono secondo i loro dettami etici. Il capitolo sulla Confraternita Templare è un altro capitolo davvero ben fatto ed è più che apprezzabile anche il fatto che alcuni riferimenti, come gli Annunaki, Gilgamesh, Melchisedeq facciano riferimento ad alcune conoscenze che si hanno oggi. Mi sono parecchio divertito a cercare informazioni ancora maggiori su gli altri protagonisti di questo capitolo come la Regina di Saba di cui avevo poche informazioni.

[box type=”info” align=”aligncenter” ]Personalmente, in un supplemento, anziché regole cerco idee, spunti e nuovi punti di vista. A livello di contenuti, questo Silver Age ne aggiunge a valanga nonostante le poche pagine (solo 96). Forse, per il mio modo di pensare e vedere un supplemento, avrei preferito qualche pagina in più per i capitoli collaterali. Insomma, ancora più idee di quante già non ne offra il materiale proposto.[/box]

il Regolamento qui è limitato solo ai nuovi Supereroi che i giocatori possono creare. Con questo supplemento, Project HOPE ottiene gli Androidi, esseri la cui intelligenza artificiale deriva da un materiale mateoritico e gli Ibridi Uomo-Alieno, esseri umani che hanno innesti di DNA proveniente da un’astronave abbattuta ed ora nell’area 51. Ovviamente anche la tecnologia fa un salto in avanti rispetto al periodo della 2a Guerra Mondiale e le regole vi si adattano di conseguenza, con nuovi apparati di potenziamento ed innesti, con nuove tecnologie anche aliene.

[box type=”info” align=”aligncenter” ]Ok, non sono amante delle aggiunte al regolamento, più che altro per la paura che queste aggiungano complessità al già difficile lavoro del Narratore ed introducano bug non riscontrati dagli autori e che, ci tengo a precisare, non sono presenti. Ammetto però che le aggiunte da questo supplemento non sono tali da sbilanciare il gioco rispetto a Project Hope Base ed anzi, gli Androidi e le nuove Tecnologie le ho apprezzate soprattutto per gli spunti che offrono. Mi è piaciuto un pò meno la questione Alieni non tanto per la questione regolistica che funziona, quanto per il materiale che sarebbe potuto essere davvero molto, molto di più.[/box]

Silver Age - La Recensione
Il manuale è un buon supplemento che introduce magistralmente la guerra fredda ed il nuovo pensiero sui supereroi. I capitoli sono ben descrittivi e offrono spunti, idee, dettagli e precisazioni da essere indispensabili per giocare negli anni '50/'60m forse avrei preferito qualche pagina in più, qualche nota storica in più, insomma, penso davvero che 96 pagine sono pochine per questo supplemento. A livello di regole non ne vengono introdotte molte, per lo più sono un upgrade evolutivo, gli Androidi e gli Ibridi Uomo-Alieno mi hanno intrigato parecchio. Graficamente è estremamente soggettivo, io lo trovo intrigante per l'affinità con i fumetti vecchio stile ma, guardando anche manuali di supereroi che affrontano lo stesso periodo storico, forse è un pò troppo retrò.
Grafica70%
Contenuto70%
Regolamento75%
72%Punteggio Totale
Voti lettori: (0 Voti)
0%

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.