allora allora allora… è uno sporco lavoro ma qualcuno deve pur farlo:

giocatore 1: “oh ma hai visto che a Lucca esce Strumenti per il Sistema di Fate?
giocatore 2: “si, ma non ho capito che roba è
giocatore 1: “l’editore ha scritto che serve per modificare il sistema, adattarlo alla campagna, fare qualcosa agli elfi silvani zombie alieni dei boschi… o una roba simile
giocatore 2: “si, tutto figo, ma in pratica cosa c’è dentro?
giocatore 1: “boh

bene… e qui entra in gioco questo articolo che è un po’ una news, un po’ un approfondimento e che vuole cercare di spiegarvi meglio cosa troverete nel manuale “Strumenti per il Sistema” di Fate! L’articolo non sarà ne’ lungo ne super-approfondito,
1. perchè si tratta di una presentazione e non di una recensione
2. perchè mi baserò sui contenuti dell’edizione americana, dando per buono che l’edizione italiana avrà gli stessi contenuti. Se poi non sarà così, se ne parlerà quando lo recensiremo per bene

iniziamo:
Nell’edizione italiana si tratta di un manuale da poco meno di 200 pagine. Uno degli argomenti più interessati presenti nel manuale è un approfondimento relativo alla Regola di Bronzo, ovvero quella regola che ti dice “In Fate, potete trattare qualsiasi cosa nel mondo di gioco come se fosse un personaggio. Qualsiasi cosa può avere aspetti, abilità, talenti, indicatori di stress e conseguenze se ne avete bisogno.“!
Si, perchè una delle caratteristiche del Fate (secondo me la più figa di tutte) è quella di poter “creare” qualcosa di regolistico, semplicemente descrivendolo, trasformando facilmente le parole che abbiamo usato per descriverlo in Aspetti, Abilità, Talenti, eccetera.

La prima parte del manuale “Strumenti del Sistema” ci spiega meglio questa dinamica e ci propone nuovi modi per utilizzare gli Aspetti, in particolare come utilizzare la Regola di Bronzo anche per definire oggetti, equipaggiamento e intere campagne e archi narrativi.

Atro elemento interessante è relativo alle Skills (lascio per ora volutamente il termine inglese per usarlo come macro-categoria): che siano gli “Approcci” del sistema accelerato oppure le “Abilità” della versione Core, il manuale vi spiega come aggiungere, eliminare e cambiare le Skills per adattarle alle vostre esigenze. Ma cosa sono le vostre esigenze? A mio modo di vedere non sono tanto le vostre campagne o le vostre partite, sono le vostre ambientazioni, i vostri giochi. Quindi, se volete scrivere un vostro gioco che utilizzi il motore di Fate, questa parte del manuale vi sarà utilissima. Un esempio di quello che si può ottenere è il lavoro hanno fatto in Italia i ragazzi di Black Box con l’ottimo Evolution Pulse ad esempio.

E poi c’è la magia! E’ una sezione molto corposa del manuale! Il Core e l’Accelerato non dicono molto in proposito, se non “pensa a un incantesimo e usalo come se fosse un aspetto“. Qui invece si spendono una settantina di pagine per dare delle linee guida molto più precise e per definire sei esempi di scuole di magia (che volendo potremmo prendere e usare nelle nostre sessioni… dalla classica magia fantasy “alla DnD”, a cose più “Chtuloidi”, passando per maledizioni, magia rituali, ecc ecc. Sono sei, sono pronte all’uso in stile grimorio e abbracciano gran parte del mondo “ludico”)

Questi sono i temi principali, ma sono presenti tante altre variazioni al sistema: una gestione differente delle ferite, l’uso di dadi che non siano di dadi fudge, linee guida su come possiamo personalizzare i nostri Stunts con effetti particolari, consigli per la creazione e gestione della campagna.

Una delle cose che penso sia importante dire chiaramente è che ci sono liste! Liste di mostri, veicoli, gadget, incantesimi. E meno male! Si, perchè ho trovato che per molti giocatori a rendere un po’ ostico il Fate è la mancanza di un po’ di pappa pronta!

La cosa interessante di questo manuale è che, visti i contenuti che offre, è veramente per tutti: dagli esperti di Fate che vogliono piegare il sistema alle proprie necessità, agli aspiranti autori che vogliono scrivere il loro gioco basato sul fate, fino ai meno esperti a cui viene offerto del materiale pronto all’uso.
Che altro dire? beh… che graficamente l’edizione americana è molto gradevole, l’impaginazione è semplice, quella che trovate anche nel Core; le illustrazioni sono belle. Il manuale nella sua edizione americana viene venduto a 20 dollah. Per quanto riguarda l’edizione italiana invece, non so darvi informazioni.

Fate: Strumenti del Sistema, facciamo chiarezza
96%Punteggio totale
Voti lettori: (14 Voti)
96%

A proposito dell'autore

Lettori, aiutatemi. La redazione che dovrei coordinare, da oltre 10 anni mi tiene in ostaggio! Mi fa scherzi cattivi, sono vittima di bullismo e vengo preso a pizze quotidianamente! Non so a chi altro rivolgermi! Aiutatemi!

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.