Soffitta-dei-giochi-finitoNET

Oggi cari lettori vi voglio parlare di un’ambientazione… Lo so solitamente il Buon Vecchio Zio Conte De Mauris è solito proporvi interi gdr, ma ultimamente i più attenti fra voi avranno notato che nei miei articoli sono entrati di diritto anche le singole ambientazioni per i più svariati regolamenti. Ho trattato di gdr Free To Play per Fate, Savage Worlds, Basic, True20 e perfino, a suo tempo, di Ravnica per Dungeons & Dragons 3.5! Oggi quindi spero di fare cosa grata a tutti parlando dell’ambientazione che ha permesso ad autori come Monte Cook (ovviamente non solo lui sia ben chiaro…) di arrivare a concepire successivamente piccole perle come Numenera edito in Italia da Wyrd Edizioni.

Se nomino “Planescape” a quanti si illuminano gli occhi? Purtroppo di tutta la mole di materiale prodotta dalla vecchia TSR molto è andato perduto. Se non mi sbaglio (ecco qui chiedo anche il vostro aiuto nei commenti sentitevi liberi di darmi una mano nell’indicarmi anche la storia editoriale di questa sfortunata ambientazione) si era parlato di riprenderla in mano in occasione della 4° Edizione del gioco, ma sembra che a conti fatti l’ultimo manuale uscito sia quello del 1996 che porta le firme di Monte Cook e Colin McComb… Quindi signori di tempo ne è passato davvero molto!

Mappa di Sigil

Come spiegazione illustrata si capisce?

Per coloro che non sanno nulla perché sono troppo giovani: dovete sapere che Planescape è una delle ambientazioni di Dungeons & Dragons che nonostante la chiusura dell’allora T.S.R. è rimasta nel cuore dei giocatori. Dico questo perché basta fare una rapidissima ricerca in rete e vedrete che i “ventilatori” di questa particolare ambientazione hanno continuato a inventare e creare avventure, molte disponibili solo in inglese, all’interno della città cosmopolita di Sigil.

Sigil è una città enorme a forma di anello che è abitabile sia “sopra” che “sotto” insomma un luogo con regole fisiche (come la gravità) tutte sue. Come spero anche i vostri personaggi possano scoprire a modo loro c’è un detto che fa capire cosa significa abitare in questo posto:  << Qui si fa in fretta a fare l’abitudine anche alle cose più assurde!” >>. Voglio però perdere due righe e spiegare meglio l’urbanistica di questa enorme città:

Immaginatevi di prendete un tubo, magari quello che usate per innaffiare il vostro giardino e immaginatevi di formarci un cerchio congiungendo le due estremità. Perfetto ora avete in mano come si vede dall’esterno la città. Ora immaginatevi che all’interno di questo cerchio su tutti i “lati” o su tutta la parete interna vi siano disposte strade, grattacieli, negozi nonché chiese, ma anche altri luoghi come cimiteri! Ora ponete il vostro cerchio su un piano e immaginatevi al suo interno. Fatto? Questo passaggio mi servirà per spiegarmi con delle direzioni che voi possiate capirmi. Che siate sul lato della gomma che idealmente tocca il piano, o sulla parte sopra o nelle due parti “laterali” non avrete problemi come quello di cadere da un lato all’altro, insomma una geometria, o  se preferite specifiche leggi permettono perfino le emissioni di fumo di un camino senza che questo venga poi respirato da chi sta dall’altra parte. Se non ci avete capito una mazza state nel vostro piano materiale e non vi farete male venendo qui!

Un esempio di gente che si trova a Sigil

Un teschio che gira col vostro party? Un Demilich? Oh ragazzi non fate gli schizzinosi qui DOVETE andare TUTTI d’accordo!

Tutto qui? Potrei dirvi che girando per questa strana città potreste trovarvi una locanda gestita da un Beholder che ha assunto come cameriere un Yuan-Ti e una Drider e sempre lì dentro vedere un Demone della Fossa che parla di filosofia con un Celestiale!

Però la grandezza di questa ambientazione va oltre anche a chi vive in questa città, ma forse è meglio anche qui fare un attimo il punto della situazione per chi non sa nulla.

Allora Sigil è una città a forma di anello che è posta sulla sommità di un monte delle cosiddette terre esterne. C’è chi afferma che questa città sia posta all’esatto centro del multiverso (di Dungeons & Dragons ovviamente), e nel corso della sua storia è stata visitata da tutte le razze che potete trovare nei vari bestiari, e non solo ci sono umani, elfi, nani, gnomi e tutte le razze senzienti di tutte le ambientazioni che conoscete. Gli unici che NON possono entrare perché forse sono brutti e puzzano (LOL) sono le varie divinità di tutti i vari piani materiali esistenti! Questa città quindi è veramente cosmopolita e all’ultimo censimento c’erano più di un milione di abitanti. Ovviamente essendo il centro del multiverso (o almeno molti studiosi sostengono questa teoria) stimare quante persone abitino in modo stabile qui è difficile: molti sono meri viaggiatori che vengono qui solo per comprare o trattare questioni diplomatiche in terreno neutrale.

Sigil infatti potrebbe darvi l’idea, visto che ci sono razze che non si possono vedere, di una città anarchica e dove la gente si ammazza a vista. Ebbene c’è un’entità così potente da essere in grado di ammazzare il Dio dei Portali appena questo poveraccio è giunto a Sigil! Da allora nessun dio è più venuto a cercare rogne qui. Ok mi chiederete se il Dio dei Portali è veramente morto, ebbene ancora oggi sul Piano Astrale (dove finiscono gli Dei morti in Dungeons & Dragons) si dice che dopo che tutti i sacerdoti di quel dio abbiano perso i loro poteri sia stato trovato un enorme cadavere fluttuare in un ghigno di sofferenza pura. Solo dopo averne studiato i tratti martoriati per tempo si è capito che era lui…

Lady Pain disegnata da DiTerlizzi

Imperturbabile, imperscrutabile, nessuno sa chi o cosa sia, tutti però concordano che non bisogna farla incazzare, mai!

Insomma la Signora del Dolore (Lady Pain in inglese) è colei che con la sua sola presenza permette e garantisce la pace razziale a tutti coloro che giungono a Sigil. Allora vediamo alcune cose su di lei:

  1. controlla tutti i portali che da questa città portano verso i vari piani del Multiverso;
  2. uccide tutti coloro che diventano un pericolo per l’ordine pubblico;
  3. confina nei suoi temuti labirinti coloro che hanno commesso atti che giudica contro la sua legge;
  4. non teme le varie divinità.

Vi dico solo che la guerra eterna tra Demoni e Diavoli a Sigil viene combattuta, ma in segreto, anzi con l’inganno e il sotterfugio non vedrete combattere emissari di una delle due fazioni per le strade della città, micca sono scemi 😀

Ok Conte, ma Planescape che ha di così particolare? Perché ci dovrei giocare?

Ottima domanda. Ora pensate alla possibilità di dire ai vostri giocatori prendete il manuale delle specie selvagge e sbizzarritevi, e avrete di sicuro l’eterna riconoscenza di qualche power play, ma Sigil non sa che farsene di picchioni infatti riflettete in questa città la morale è praticamente soverchiata, bene e male esistono tanto quanto legge e caos, ma qui assumono aspetti differenti. Qui si convive, qui si deve cooperare per un fine ultimo che non è a quanto possiate pensare la sopravvivenza, ma la comprensione e la conoscenza di segreti che solo qui potrebbero essere svelati. Il potere di certi artefatti, certe conoscenze, certi segreti solo qui possono essere trovati.

Un Celestiale deve trattenere la sua giusta ira se vede un Demone o un Diavolo e ovviamente viceversa. Chi non si adatta non avrà risposte e troverà la morte: siete pronti a una nuova concezione di allineamento differente da come siete abituati a giocare? Siete sicuri di voler gestire il peso delle vostre scelte? Ecco allora che Planescape fa per voi!

Arrivati a questo punto la domanda è obbligatoria: dove potete trovare del materiale? Altrimenti che articolo di Free To Play sarebbe questo? Eccovi allora dove reperire quello che vi serve:

  1. Qui trovate una land, “SigilOnLine” che permette di giocare proprio nella città circolare. Mostruoso lavoro di traduzione e messa a disposizione dei loro giocatori trovate tutte le razze e le classi con i modificatori che potete usare per le vostre avventure. Da notare che ci sono perfino gli incantesimi, tanto di cappello ai gestori di questa land;
  2. Qui trovate informazioni utili qualche scheda di png e tutta la storia sulla Fazione dei Cinerei. Ringraziate i gestori del 5° Clone;
  3. Qui tutte le informazioni più inerenti al background della città dei portali. Un sentito grazie ai ragazzi della Wiki non ufficiale di Planescape.it.

Unendo tutto il materiale di questi tre link potrete avere tutto il materiale che vi serve per poterci giocare e vedere cosa succede ai vostri giocatori. Ovviamente tutto il materiale qui presentato è rivolto alla 3.5, ma è uscito il convertitore ufficiale alla 5° Edizione quindi che aspettate?

Spero di avervi fatto un bel regalo nel segnalarvi e scovarvi questo materiale, buona lettura e buon gioco!

Free To Play della Settimana: Planescape
94%Punteggio totale
Voti lettori: (6 Voti)
94%

A proposito dell'autore

Presidente dell'Associazione Ludica Oltretempo di Castelnuovo Rangone (Mo). A tempo perso gli piace giocare e provare un po' tutti i giochi di ruolo, anche se preferisce quelli italiani. Nel suo passato ha praticato anche un po' di sport quali nuoto, scherma medievale, e ovviamente anche "soffi air"...

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.