Soffitta-dei-giochi-finitoNET

Ciao a tutti carissimi lettori di Free To Play! Oggi come vi ho promesso in questo precedente articolo vi parlerò di un’altro gioco dal sapore prettamente O.S.R., ispirato sempre alle meccaniche del Fighting Fantasy, ma creato dalla genialità di Andrea Tupac Mollica: ovvero In Cerca di fortuna che potete tranquillamente trovare e scaricare da questo link! Andrea ha elaborato un ottimo file in formato .pdf che è apertamente un invito a tuffarsi nei ricordi evocati dai libri game tra cui appunto Sortilegio e ovviamente anche il sempre verde (non a caso) Lupo solitario il noto cavaliere Kai (o Ramas se siete legati al vecchio adattamento della casa editrice E.L.).

Anomen Portrait

Chi se lo ricorda?

Il gioco vi trasporta nelle terre a sud dell’enorme distesa di montagne di Hellwinter dove potrete indossare i panni del prode guerriero, di un bardo girovago, di un astuto brigante oppure di un sapiente stregone! Il file non è molto grande, quindi se la volta scorsa vi ho mostrato un file di 106 pagine, qui invece ve ne presento uno di appena 24 pagine e contate che Adobe legge anche la copertina e il fondo all’interno della sua numerazione: quindi sono solo 22.

Uhm ok ho quattro classi tra cui scegliere, ma come funziona o meglio che regolamento ha questo O.S.R.?

Il gioco trae abbondantemente e a piene mani dalla consolidata meccanica del valore denominato “Combattività” a cui i veterani saranno oramai abituati grazie ai vecchi libri game, ma anche perché recentemente ritornata in auge grazie al gioco di ruolo di Lupo Solitario edito proprio da Raven a Lucca Comics & Games. Ovviamente non c’è solo la Combattività, ma come sempre andiamo per gradi e vediamo che cos’ha di speciale In cerca di Fortuna…

In Cerca di Fortuna - Andrea Angiolino

Andrea Tupac Mollica ha chiamato il suo gdr in onore di questo libro game creato da Andrea Angiolino! Chi l’ha letto o lo possiede?

1. Ogni personaggio ha un’abilità data dal suo archetipo, e in fase di creazione può prenderne un’altra sempre se è lecito che possa averla;

2. Non c’è solo Combattività, qui è quantificata anche la buona stella che può avere il vostro personaggio grazie alla Caratteristica di riferimento appunto chiamata Destino;

3. Tutte le prove che sono incentrate su Combattività e Destino vanno eseguite utilizzando 2d6, se il risultato ottenuto con questi dadi risulta minore del valore iniziale di una di queste caratteristiche allora il tiro è riuscito. Attenzione però: ogni test eseguito su Destino comporta che la vostra riserva diminuisca di 1 punto, sia che il tiro sia riuscito sia nel caso di un fallimento. Attenti quindi a fare troppo affidamento alla sorte…

Qualcuno potrebbe chiedersi se il gioco sia tutto qui, bhé nel combattimento e soprattutto durante gli scontri il risultato dei 2d6 dovrà essere sommato al valore di Combattività e chi ha effettuato il valore più alto è colui che ha ferito il nemico. Ovviamente il Destino se non ci mettesse lo zampino non sarebbe felice e dopo uno scontro ovvero dopo aver tirato per vedere chi è stato colpito si può provare ad aumentare il proprio danno oppure se si è colpiti provare a mitigare l’ammontare di Resistenza che si perderebbe.

Ebbene si, Destino può essere usato in combattimento per aumentare di 2 il danno inferto, ma attenzione se il vostro Destino è troppo basso, o il risultato del tiro è alto, ne sottrarrete 1. Provando invece a mitigare il danno potreste ridurlo di uno o nel caso non riusciate nel test potreste aumentarvelo di uno. Attenzione perché se andate a -2 il vostro personaggio va nel regno dei più.

Ottenere un doppio 6 in combattimento equivale a ottenere un aumento del danno che va a infliggere mentre un doppio 1 equivale a perdere automaticamente lo scontro e ricevere +1 al danno che ricevete! Ovviamente nel manuale sono contemplate anche azioni come fuggire e il combattimento disarmato. Non solo c’è l’immancabile armeria e un bestiario che potreste usare nelle vostre avventure.

Ehi un attimo e i maghi che fanno? Cosa possono fare?

Un mago con famiglio

Il gatto non sembra molto convinto di quello che sta facendo questo mago… Voi probabilmente potrete fare di meglio!

Oh stavo per andarmene senza parlarvi dei maghi anzi diciamo meglio degli Stregoni Arcani di “In cerca di fortuna”, ma rimedio subito. Tupac ha inserito 12 incantesimi che per essere imparati il mago deve aver avuto la possibilità di almeno un’intera notte di riposo.  Questo vuol dire quindi niente turni di guardia per gli studiosi dell’arcano altrimenti il giorno dopo non solo non sono utili, ma dovranno essere difesi perché gli avete costretti a massacranti turni di guardia.

Scusate dicevo, se il pg Stregone ha riposato tutta notte allora può tirare 2d6 dadi, il numero che esce è il numero di incantesimi che conosce e li può scegliere liberamente dalla lista del manuale. Pochi? No perché ognuno dei sortilegi che ha a disposizione può essere fatto per ben tre volte prima di doverlo depennare. Quindi insomma a meno che non tiriate un doppio uno la vostra sintonizzazione con i venti di magia è stata proficua.

Le meccaniche del lancio degli incantesimi sono facili: lanciate 2d6 sulla Caratteristica del Destino, se la somma dei dadi è inferiore a quel valore l’incantesimo è partito, altrimenti no e ne avete perso un uso. Gli avversari e anche alcuni mostri possono evitare gli effetti degli incantesimi se tirando un d6 ottengono un risultato inferiore al loro valore di Spirito, altrimenti carissimi arcanisti tirate pure sghignazzando i dadi del danno del vostro sortilegio…

In definitiva un gioco semplice, immediato e forse mancante di un meccanismo che faccia aumentare l’esperienza o l’eventuale livello di capacità dei personaggi, però per una one shot o da portarsi alle demo in fiera per far giocare grandi e piccini va più che bene! Io vi do appuntamento alla prossima settimana e come sempre vi auguro buon week end e buon gioco!

Free To Play della Settimana: In cerca di fortuna
93%Punteggio totale
Voti lettori: (5 Voti)
93%

A proposito dell'autore

Presidente dell'Associazione Ludica Oltretempo di Castelnuovo Rangone (Mo). A tempo perso gli piace giocare e provare un po' tutti i giochi di ruolo, anche se preferisce quelli italiani. Nel suo passato ha praticato anche un po' di sport quali nuoto, scherma medievale, e ovviamente anche "soffi air"...

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.