Soffitta-dei-giochi-finitoNET

Buon Natale ho ho ho! Il Buon Vecchio Zio Conte De Mauris per l’occasione, non solo si è tinto la sua lunga barba di bianco, ma vi torna a parlare in modo più approfondito di un Free To Play che già era stato costretto contro voglia, ad anticiparvi nello squallido formato di news che così male si rapporta con la natura stessa della rubrica! Infatti in quasi tre anni solo con questo gioco c’è un articolo versione “news”. Bando alle ciance, e seppellita nuovamente l’ascia di guerra, direi che è il momento di proseguire 😛

Carissimi se non vi ricordate nulla vi consiglio di tornare a spolverare questo breve articolo: nel quale vi annunciamo la possibilità di giocare in formato cartaceo uno dei videogame fantascientifici che ha tenuto col fiato sospeso tutti coloro che è riuscito a stregare solo con i trailer… Passate oramai le gesta del modulo “Il Re dei Corrotti“, probabilmente molti di voi ora ci giocano ancora attivamente, altri ci fanno partitelle saltuarie giusto per rilassarsi dopo una lunga giornata in ufficio o a scuola. Ebbene il Conte non si è dimenticato di questo gdr e oggi finalmente come da posizione nella Scaletta (quella in cui ho in elenco tutti i Free To Play che devo segnalarvi che ho fatto a suo tempo) è giunto finalmente il suo turno.

Prodezza acrobatica o errore di guida

Prodezza acrobatica o errore di calcolo nella guida del mezzo? Io opto per una dimostrazione di capacità acrobatica 😛

Destiny in versione cartacea è un gioco che si avvale del regolamento di Fate Core, ma tenendo presente anche alcune opzioni della versione Accelerato. Ovviamente visto che il Fate è già stato protagonista tra queste nostre pagine non penso ci sia bisogno di spiegare a tutti come funziona nel dettaglio!

Posso e devo però segnalarvi dove potete procurarvi il regolamento di Fate Core presso la casa Editrice della Dreamlord Press, così come i dadi Fate che vi ricordo sono diversi dai normalissimi d6 in quanto hanno si sempre sei facce ma così segnate: 2 “+”, 2 “-” e due spazi vuoti che si possono identificare come “0”.

Quindi Conte basta conoscere Fate e il suo regolamento per poter giocare a questa particolare ambientazione?

Purtroppo no carissimi lettori. So di prendervi in contropiede, ma dovete sapere che l’autore di questo addatamento, Pomelli Andrea, ha tenuto conto delle peculiarità del mondo del videogame in primis la meccanica della Luce e per l’appunto ha inserito i “Punti Luce” che al tavolo vi permetteranno di ricreare proprio questa meccanica focale che vi contraddistingue dai vostri nemici. Come funzionano? Andiamo a vedere i brandelli di regolamento cosa ci dicono:

[…] Non c’è Guardiano senza Luce. La Luce è tutto nell’Universo di Destiny, indi per cui voglio inserirla nel mio sitema d’ambientazione. Con i Punti Luce sarà possibile utilizzare un Talento molto potente utilizzando i Punti Luce al posto dei Punti Fato. Ovviamente i punti Luce vanno caricati, e si potranno ottenere durante la sessione di gioco in diversi modi. La regola generica è che 10 Punti Luce abbiano la consistenza di un Punto Fato, tuttavia questi sono dedicati esclusivamente ai Talenti Primari delle Sottoclassi dei Guardiani, non potranno cioè essere utilizzati su tutto ciò che non preveda un costo in Punti Luce. 

Destiny Schermata

Ecco a cosa servono nel videogame i punti luce

[…] D: Come si guadagnano i Punti Luce?
R: Dopo ogni scena da 1 a 5 (4dF+1), come ricompensa per azioni e successi “leggendari” o particolarmente ben riusciti ed utilizzando Talenti Primari e Secondari (vedi descrizione nella Sottoclasse di appartenenza).
D: Ma dopo ogni scena come faccio a sapere quanti Punti Luce distribuire?
R: Dipende dal Narratore, può decidere lui o affidare la quantità ad un tiro di dadi Fudge, considerando anche i valori negativi. Tuttavia ogni valore inferiore allo zero semplicemente si considera “infruttuoso”, fornendo almeno 1 PL.”

Il Viaggiatore di Destiny

Cercate il Viaggiatore, Guardiani?

Ovviamente le meccaniche non sono finite qui, infatti c’è la possibilità di personalizzarvi il personaggio a un livello molto più ampio inserendo anche le sottoclassi e potendo ora attivare i talenti spendendo non più Punti Fato (tipica meccanica del Fate), ma solo ed esclusivamente Punti Luce. Sarà possibile inoltre giocare personaggi ambientati prima della storia narrata nell’arco del videogame che i tre Guardiani del Viaggiatore. Per chi non sa chi è questo importante personaggio o sarebbe meglio dire figura mitologica del Viaggiatore vi rimando alla voce che potete trovare sulla wiki del gioco.

Si va bene, ma dove possiamo trovare il manuale da leggere? Perché non c’e l’hai ancora segnalato?

Il manuale si può richiedere direttamente all’autore, il quale visto che il gioco è ancora in fase di bilanciamento e di Playtest è saldamente ancora nelle mani del Sior Pomelli Andrea, ma se volete contribuire anche voi alla messa a punto del gioco, valutare se c’è qualcosa di squilibrato o solo da tarare meglio un vostro contributo non potrà che giovargli. Inoltre, come se ce ne fosse bisogno vi torno a dire che playtestarlo non vuol dire che se non vi piace o non è come volete Voi siete autorizzati a rilasciare commenti dicendo: “che mmerda”, “fa cagare a spruzzo”, ma ancora una volta vi esorto a cercare di aiutare l’autore a migliorare perché l’idea è valida e merita.

Io ora vi saluto perché i preparativi per il cenone si fanno pressanti! Noi ci rivediamo la settimana prossima con un articolo che non vi aspettereste… Buon Natale e ovviamente come sempre buon gioco!

Free To Play della Settimana: Destiny Gdr
77%Punteggio totale
Voti lettori: (5 Voti)
77%

A proposito dell'autore

Presidente dell'Associazione Ludica Oltretempo di Castelnuovo Rangone (Mo). A tempo perso gli piace giocare e provare un po' tutti i giochi di ruolo, anche se preferisce quelli italiani. Nel suo passato ha praticato anche un po' di sport quali nuoto, scherma medievale, e ovviamente anche "soffi air"...

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.