Soffitta-dei-giochi-finitoNET

Salve a tutti e buon fine anno dal vostro Buon Vecchio Zio Conte De Mauris! Oggi per l’ultimo articolo della rubrica torniamo a parlare di un Free To Play ispirato a un gioco che vide la luce taaanto tempo fa… Parliamo dell’intramontabile Kata Kumbas edito a suo tempo (non voglio pensare a quanto tempo fa è uscito, mi sentirei terribilmente vecchio) dalla casa editrice EL!

Copertina Kata Kumbas II

La copertina del gdr non ufficiale di Kata Kumbas creata da Andrea Rosati.

Alcuni tra di voi fedelissimi che mi seguono da parecchio, ricorderanno certamente questo articolo in cui segnalo Kata Kumbas Redux: un manuale ampliato e riveduto che non solo rielabora ed espande l’ambientazione ma evolve il regolamento arrivando a sfruttare per tutti i tiri solamente il d%.

Kata Kumbas II invece è scritto ed elaborato da Andrea Rosati, differisce dal precedente Free To Play perché mantiene fissa la vecchia impostazione che sfruttava sia il d20 che il d% sia in combattimento che nel resto dei casi. Ma le differenze sono tutte qui? Ovviamente no,ma sarebbe ingiusto parlare di questa versione facendone un paragone con la precedente, pertanto da qui in poi vediamo cosa offre questo manuale e poi toccherà a voi scegliere!

Il numero delle pagine di questo file in formato .pdf sono ben 149 e illustrano in modo suggestivo sia la vita su Rarte (anagramma di Terra) e nello specifico com’è vivere su Laitia (che è l’anagramma di? 😛 ). Andrea ha però, come ho già avito modo di scrivere in precedenta, ampliato le classi e le razze proponendo, a differenza della vecchia edizione E.L., nuovi spunti.

Molti di voi si potrebbero giustamente chiedere se ha fatto bene, oppure se veramente c’era il bisogno di un’altra versione. Come al solito io sono dell’idea che questo tipo di lavori siano il frutto di una sana passione che permette di vedere anche differenti versioni di quello che (almeno in questo caso) è un manuale così vecchio, ma che ancora oggi riesce a mettere a sedere un sacco di persone! Ebbene si sono per la pluralità di approcci alla stessa ambientazione: prendiamo il Richiamo di Cthulhu quante versioni conoscete? Tante vero? Ebbene nessuna è più giusta o sbagliata di altre, si può al massimo dire qual’è la migliore per voi Master e per il Vostro Gruppo non dimenticatelo mai 😀

Fatta questa doverosa specifica vediamo cosa offre al pubblico Kata Kumbas II:

  1. Razze non umane come nani, draconiani e perfino angeli e demoni che si vanno ad accostare ai Rom, agli Iperborei e al Popolo Antico;
  2. Razze extra-rartiane quali Mutanti o gli adoratori della Dea Kalì che sono in contrapposizione alle forze del bene chiamati adoratori della Fenice Bianca;
  3. Inserimento delle classi sociali come gli artigiani e il ceto medio dei Comuni così simili alla nostra Italia dell’epoca dei Comuni e delle Signorie;
  4. Nuove classi o mestieri per le varie razze tra cui vi segnalo per figaggine il Pirata (si adoro fare “Aaarrrr!” ogni tanto 😀 ) o anche l’Inquisitore per la razza che ha aderito alla nuova religione;
  5. Migliorie alle classi esistenti e il modo in cui si avanza con la Consapevolezza del proprio alter ego.
mistico

Un mistico del manuale base edito dalla vecchia casa editrice E.L.

Giusto per dovere di cronaca includo al punto 5. l’inserimento di una specializzazione per i Ladri che potrebbe offrirvi spunti notevoli per le vostre avventure: l’introduzione delle spie e niente meno che i Servizi Segreti Laitiani! Insomma Andrea ha davvero ampliato moltissimo il background dell’edizione base di questo manuale inserendo anche elementi che a prima vista potrebbero stonare ai più!

Kata Kumbas II quindi viene sviluppato sia dal punto di vista dell’ottica storica portando su Laitia una società che è uno specchio simile al nostro passato storico, ma inserendoci anche un lato molto più spiccatamente fantasy e dualistico proprio per via della presenza in primis di Angeli e Demoni.

Probabilmente ai giocatori di vecchia data, a coloro che non amano vedersi sconvolgere il background di un’opera che li ha segnati positivamente in tempi non recenti questa versione potrebbe dare fastidio o addirittura non piacere. Effettivamente lo sconvolgimento maggiore pare proprio essere l’introduzione di personaggi tipici di quel fantasy che non hanno molto da spartire con quello che era l’idea da cui si era partiti originariamente nel creare la base di questa ambientazione.

Innegabile però il lavoro di fino dell’autore che all’interno del manuale specifica perfino quali sono le entità delle tasse da pagare, come fare per aprire un’attività commerciale: insomma Andrea non lascia nulla al caso e si vede che ha voluto veramente rendere il suo Kata Kumbas il più specifico e allargato della versione base!

Il mio consiglio è quindi quello di leggerlo e di farvi un’idea anche grossolana, e poi se il gioco o l’approccio vi piace nessuno vi vieta di usare alcune idee interessanti di Kata Kumbas II per le vostre sessioni o per rendere il vostro gioco più specifico sfruttando valide opportunità che vi vengono date con questo manuale!

animali-e-mezzi

Ecco come si presentava l’elenco degli animali di Kata Kumbas!

Con questo signori vi consiglio almeno leggete e poi sappiatemi dire se il gioco vale la vostra attenzione! Io vi auguro buon capodanno, mangiate e soprattutto divertitevi magari proprio proponendo ai vostri amici un bel Free To Play! Alla prossima settimana con una nuova segnalazione… Il vostro Buon Vecchio Zio De Mauris!

Free To Play della Settimana: Kata Kumbas II
100%Punteggio totale
Voti lettori: (3 Voti)
100%

A proposito dell'autore

Presidente dell'Associazione Ludica Oltretempo di Castelnuovo Rangone (Mo). A tempo perso gli piace giocare e provare un po' tutti i giochi di ruolo, anche se preferisce quelli italiani. Nel suo passato ha praticato anche un po' di sport quali nuoto, scherma medievale, e ovviamente anche "soffi air"...

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.