Soffitta-dei-giochi-finitoNET

Ciao a tutti e ben ritrovati al nostro settimanale appuntamento con la rubrica che esamina e vi segnala i giochi di ruolo, narrazione, comitato e le ambientazioni che possono fare al caso vostro! Per riempirvi una serata, per iniziare una campagna con un gioco che non è sempre il solito, per provare qualcosa di nuovo oppure per dare una mano eventualmente all’autore a completare il suo progetto. Oggi vi mostrerò Epistolaria, un gdr creato da un ospite oramai abitudinario in questi lidi: stiamo parlando di Willoword un autore veramente prolifico tanto quanto Qwein, qui ampiamente trattati.

Parto facendo una doverosa precisazione: Epistolaria non è il solito gioco di narrazione dove ci si siede attorno a un tavolo e si crea il racconto a più mani. In questo caso siamo di fronte alla possibilità di giocare on line, un po’ come i vecchi giochi postali dove tu inviavi le tue mosse al Master e quello ti rispondeva dicendoti cosa accadeva nella tua zona e se le tue spie cosa riportavano degli altri eserciti. Ebbene si Epistolaria tiene fede al suo nome e permette di gestire le giocate tramite e-mail. Se avete mai fatto live, soprattutto di giochi ambientati nei tempi moderni è un po’ come gestire il downtime o eventuali sessioni “infra” se il vostro Master del cartaceo vi permette di farle…

Minifig Postino

Il Master qui diventa il postino, in modo tale da poter gestire al meglio la corrispondenza dei suoi giocatori.

Perfetto, nella speranza che ora abbiate già più le idee chiare andiamo a vedere come si giocherà e quali sono i postulati su cui si poggia Epistolaria. In primis è evidente che i giocatori dovranno avere una motivazione più che valida per scriversi pertanto è ovvio che non potranno agire come un classico gruppo di avventurieri che sono sempre tutti assieme.

La parte più complicata, ovvero il come imbastire la classica avventura, ma adeguandola a questo inusitato regolamento potrebbe apparire ai Master con poca esperienza difficoltoso, effettivamente ad esempio anche solo decidere perché il mio personaggio ha bisogno di sentire il parere di quello di Luigino e quello di Ginetto potrebbe non essere così immediato.

Willoword però non ci lascia a bocca asciutta e nel suo file in formato .pdf  da ai suoi lettori una scaletta chiamata “Scheda Scenario” un mezzo col quale creare scenari adatti a essere giocati con questo particolare regolamento. Questo schema contiene sei punti che vi faciliteranno di molto il gioco:

I. Il Mondo di gioco. Potrebbe essere il nostro oppure una terra aliena, una stazione spaziale, una dimensione parallela.
II. Tempo e luogo. Presente, futuro o passato? E dove si trovano i personaggi? Europa, America, atolli del pacifico, Antartide…
III. Personaggi. Indicare una serie di personaggi che i giocatori potranno scegliere di rappresentare: dottori, professori, poeti, missionari, pionieri, attori, ammiratrici…
IV. Connessioni. Come avviene lo scambio epistolare? Lettera postale, messaggero, email o piccione viaggiatore?
V. Motivazione. Perché i personaggi in gioco hanno bisogno di scriversi? La motivazione è l’albero motore dello scambio epistolare, è l’impulso che da origine alla vicenda. 
VI. Note. Brevi ma precise. Tutto l’essenziale che i giocatori necessitano di conoscere per rapportarsi allo scenario. Quattro o cinque righe potranno bastare.

Piccione viaggiatore

…è usare un piccione viaggiatore, il telegrafo o perfino una classica lettera.

Fin qui spero non ci siano problemi. Dopo tutto il Master o l’Animatore (come lo chiama in questa sede Willoword) ha sempre avuto la funzione di creatore di contenuti, in questo caso però il punto V potrebbe essere quello più ostico.

Vi invito, però a pensare come potrebbe essere se un gruppo di investigatori decidesse di dividersi, per poter risolvere più casi e l’unico metodo, tipo se si è deciso di giocare negli anni ’20, per rimanere in contatto è usare un piccione viaggiatore, il telegrafo o perfino una classica lettera.

Pertanto dovrete focalizzate il vostro focus affinché assieme andrete a formare un racconto condiviso e Willoword usa l’esempio perfetto: i vostri personaggi (che inizialmente dovranno essere solo accennati in poche righe) con le loro gesta e lo scambio di lettere finiranno per creare qualcosa di simile al Dracula di Bram Stoker dove effettivamente i vari personaggi raccontandosi cosa capita loro arrivano a creare appunto la storia del romanzo!

I vostri personaggi potranno essere chiunque all’interno dello scenario preposto. Immaginiamoci che Ginetto e Luigino siano due pistoleri e investigatori al soldo dell’agenzia Pinkerton nel selvaggio west del 1857 e che Alessandro oltre a fare l’Animatore sia anche il loro Direttore che li ha mandati in missione. Ginetto è in Arkansas alla ricerca di un bandito ladro di bestiame nonché ipotetico rivoluzionario, mentre Luigino e a New York per indagare su alcuni casi di corruzione. Cosa succederebbe se le due indagini fossero complementari? Ginetto – Luigino e Alessandro tramite lettere o anche telegrammi (paga lo stato pertanto potrebbero essere anche più prolissi del dovuto) hanno già la base per un’interessante intreccio narrativo nel momento esatto in cui Alessandro li mette in contatto usando i pony espress dell’agenzia per uno scambio celere di informazioni!

William Pinkerton office

L’ufficio di Carl… Ehm di Pinkerton intento a esaminare casualmente una lettera!

La cosa vi ha intrigato? Bene sappiate che ben due delle sei pagine di questo corto manuale sono proprio incentrate sul dare consigli e anche scenari di gioco già pronti per essere solo usati con i vostri amici. Lo so alcuni diranno che Epistolaria sembra perfetto per due persone, ma lo stesso Willoword scrive che con uno sforzo minimo l’Animatore può mettere in contatto più persone: dopo tutto basterà specificare nelle note tecniche dello Scenario come gestire le informazioni che ritenete siano da rimanere private e quali informazioni siano di dominio pubblico.

Esempio: riprendiamo lo scenario del Selvaggio West anno 1857. Oltre a Ginetto, Luigino e all’Animatore Alessandro si unisce anche Carlo, quest’ultimo interpreta un’altro agente della Pinkerton chiamato in causa dall’evolversi delle indagini di Ginetto in quanto ha scoperto che a foraggiare gli spostamenti e il piombo che spreca il suo Bandito e la sua posse è un politico messicano sul quale da mesi sta indagando appunto il pg Carlo. Ora che sono in tre giocatori le missive saranno lette da più persone e mentre prima c’era solo l’Animatore ora è il caso di decidere che se si vuole parlare di una cosa che sia nota solo a un’altro degli agenti è il caso di mettere l’informazione tra *asterischi* in modo tale che chi non sia il diretto interessato faccia finta di non sapere nulla.

Inoltre carissimi lettori immaginatevi le potenzialità di Epistolaria, potreste anche integrarlo nella vostra campagna per gestire più gruppi di gioco che si scambiano missive. Immaginatevi poter effettuare riassunti tra gruppi di investigatori del Richiamo di Cthulhu che stanno affrontando una minaccia che pare estesa a tutto il mondo! Eh vi ho stuzzicato la fantasia? Detto questo ragazzi noi ci vediamo giovedì prossimo con il nuovo articolo e come sempre vi auguro buon gioco e buon week end!

Free To Play della Settimana: Epistolaria
97%Punteggio totale
Voti lettori: (4 Voti)
97%

A proposito dell'autore

Presidente dell'Associazione Ludica Oltretempo di Castelnuovo Rangone (Mo). A tempo perso gli piace giocare e provare un po' tutti i giochi di ruolo, anche se preferisce quelli italiani. Nel suo passato ha praticato anche un po' di sport quali nuoto, scherma medievale, e ovviamente anche "soffi air"...

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.