Soffitta-dei-giochi-finitoNET

Oggi pomeriggio carissimi lettori ecco che il vostro “BVZC De Mauris” vi presenta e segnala un nuovo gioco creato sempre dalla fervida fantasia di Giacomo Bellucci che è anche il proprietario del blog “La Porta sull’Oltre” che in queste settimane ci sta tenendo compagnia in quanto uno dopo l’altro vi sto presentato quanto da lui creato. Quindi anche per oggi mettetevi comodi che arriva l’articolo incentrato sul gioco “Giallo in Sede” che a differenza delle altre opere di Bellucci potrete scaricare dopo aver messo un like via Facebook o Google +.

Mi spiego meglio per poter scaricare il breve file .pdf dove c’è tutto il necessario per giocare Giacomo chiede ai suoi lettori un feedback o meglio un like in quanto il gioco è disponibile attraverso la procedura pay-per-like, termine col quale si indica un’opera che può essere resa usufruibile, in questo caso scaricata, salvo prima pagare con un semplice like. Appena avrete fatto potrete accedere a quel file.

La signora in giallo

Poteva non arrivare la Signora in giallo in un post dove si parla di morti? E infatti eccola…

Una volta messo il like, ecco che potrete scaricare il file di 3 pagine in cui sostanzialmente viene dato un ruolo e un copione iniziale a 4 persone che trovandosi nella loro sede ludica abituale incorrono nella scoperta di un cadavere. Ovviamente il gioco prevede la segretaria che scopre fisicamente il cadavere e l’omino morto, quindi si sale già a 6 presenze, ma diciamoci la verità chi è che vorrebbe fare il morto?

Scherzi a parte, il pdf senza tanti fronzoli spiega come questi 4 personaggi, la segretaria è proprio di contorno, peccato perché una particina poteva essere pensata anche per lei (come sempre signori sentitevi liberi di integrare i Free To Play che vi presento con le vostre House Rules), all’interno del loro club trovino l’assassino e da qui si parte per indagare su chi possa essere il colpevole.

Vi serve altro? Ovviamente posso solo dire che in questo preciso caso i ruoli sono stabiliti a priori, e quindi aspettatevi che l’assassino possa essere uno di voi, ma chi? A questo punto una volta distribuito i ruoli, spiegato l’antefatto fino al ritrovamento del cadavere è tutto lasciato in mano ai giocatori!

Ci troviamo dunque di fronte non tanto a un classico gioco di ruolo, ma in questo caso posso quasi affermare con sicurezza che “Giallo in Sede” è più un gioco di comitato che lascia molte strade aperte, come se fosse un live o una recita teatrale d’improvvisazione, ai suoi giocatori di un qualsiasi altro tipo di cena con l’assassino, anche perché qui i giocatori sono i protagonisti e ahimè (che sono una buona forchetta) non c’è da mangiare.

Funziona? Ovviamente non ci sono meccaniche, ma solo pura narrazione o meglio interazione dei 4 personaggi che dovranno sicuramente capire chi è stato a uccidere il morto, oppure cercare di farla franca e incolpare chi invece è innocente! Pertano essendo un gioco senza meccaniche, slegato da ogni tipologia di regolamentazione è ovvio che è rivolto a persone con una certa dimistichezza dei live o di questo tipo particolare di giochi.

Il ruolo del suggeritore

In una foto dell’epoca ecco spiegato il ruolo del suggeritore. Alcuni avevano il copione e tenevano accuratamente traccia delle scene in cui arrivavano. Non era facile suggerire senza essere sgamati dal pubblico.

Si può essere usato anche per approcciare altre tipologie di giocatori, ma a questo punto sarebbe utile inserire una figura che insomma svolga un ruolo simile al suggeritore che c’è a teatro. Dai avete presente ai lati del palco che ci sono come due rialzi o meglio due pannelli? Un tempo il suggeritore era nascosto lì dentro col copione a portata di mano aveva il compito non solo di essere sgamato dal pubblico, ma di suggerire all’attore che magari in un momento non ricordava più la sua battuta!

Ovviamente a parte un po’ di storia del teatro, col Conte vi acculturate pure anche perché c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare, io la presenza di questa entità la consiglio fortemente se tutti e 4 i protagonisti sono ai primi passi in questo tipo di giochi, anche perché così magari la prima volta vengono coordinati, dalla seconda ci si organizza da soli, e non è detto che possa nascere il nuovo scrittore di gialli nazionali! Se è così ricordatevi del sottoscritto 😛

Detto questo Giallo in Sede è un bel gioco per one shot, si prepara in un attimo e non c’è bisogno di grandi luoghi e neppure di imparare grossi libri di ambientazione. In questo modo è veramente alla portata di tutti! Io quindi a questo punto, vi consiglio di tenerlo da conto e di provarlo prima o poi e come sempre, quando si giunge alla fine di un Free To Play vi auguro buon pomeriggio e buon week end! Alla prossima gente 😀

Free To Play della Settimana: Giallo in Sede
80%Punteggio totale
Voti lettori: (1 Vota)
80%

A proposito dell'autore

Presidente dell’Associazione Ludica Oltretempo di Castelnuovo Rangone (Mo). A tempo perso gli piace giocare e provare un po’ tutti i giochi di ruolo, anche se preferisce quelli italiani. Nel suo passato ha praticato anche un po’ di sport quali nuoto, scherma medievale, e ovviamente anche “soffi air”…

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata