Arkham
supplemento per Il Richiamo di Chtulhu

Autori: Keith Herber, Mark Morrison, Richard Watts, Mervin Boyd
Edito da: Chaosium

Edizione Italiana: Stratelibri
Distribuito da: Counter
Lingua: Italiano
Pubblicato nel: 2008
Pagine & Rilegatura: 241 pagine, soft covered
Prezzo: 28,95 e

Recensione

L’immutabile e leggendaria città di Arkham, con i fitti tetti a spiovere,

inclinati e ricurvi sugli abbaini dove, negli oscuri tempi della Colonia,

le streghe avevano cercato rifugio dagli uomini del re…

non è mai una buona giornata ad Arkham…”

-H.P. Lovecraft-

La Cosa sulla Soglia, Herbert West: Rianimatore, L’Orrore di Dunwich, L’Innominabile… sono più che sicuro che la maggior parte di voi avrà letto qualcuno di questi racconti. E sono altrettanto sicuro che la maggior parte di voi avrà immediatamente notato un filo conduttore che collega tutti questi racconti…

…questo filo conduttore è una cittadina nel Massachussetts; una cittadina immaginaria che spesso è stata utilizzata da Lovecraft come teatro in cui rappresentare alcune tra le sue migliori storie.

Il manuale “Il Richiamo di Chtulhu, Arkham” è un supplemento per il Richiamo di Chtulhu (ma va?) interamente dedicato a questa città, ai suoi misteriosi abitanti, alle sue strade e ai suoi edifici, ai suoi quartieri e ai segreti che nasconde.

Visto da fuori

Questo supplemento si presenta come un volume decisamente corposo e dall’aspetto decisamente “classico”. L’illustrazione in copertina ha un’aria un po’ “vintage”, di qualità non eccelsa ma con un fascino legato ai ricordi di tanti anni fa, quando si vedevano copertine simili a quella sui cataloghi.

La rilegatura termica sembra resistere bene allo stress da “apri e chiudi” e la carta è corposa e consistente.

Il layout delle pagine è gradevole e permette una lettura molto comoda.

Le illustrazioni mi hanno un po’ sorpreso: tutto realizzato al computer con programmi di modellazione 3d. Più che “illustrazioni” vere e proprie sembra di avere a che fare con degli screenshot tratti da qualche videogioco. Questo stona un po’ con l’aspetto “classico” del manuale ma non è sgradevole… una soluzione interessante soprattutto per la rappresentazione delle decine e decine di personaggi presentati nel manuale. Decisamente più in tema sono invece le (numerosissime) mappe e le planimetrie degli edifici.

Contenuti:

Parte Prima: benvenuti ad Arkham e introduzioni varie
Dopo le prime 25 pagine dedicate a sbrigare le solite pratiche (credits, indice, introduzione, un racconto “i sogni nella casa della strega” di Lovecraft) arriviamo alla prima parte di questo volume: “benvenuti ad Arkham”.

Si tratta di 14 pagine introduttive dedicate a una prima, veloce panoramica sulla cittadina di Arkham. Dalla collocazione geografica alla descrizione del clima, dagli orari delle attività alle informazioni relative al come trovare un alloggio o un lavoro, gli elementi legati alla vita quotidiana vengono accennati per preparare il campo alle questioni ben meno quotidiane che saranno presentate nella “guida di Arkham”. Questa prima sezione si chiude con una panoramica sulle associazioni, i club, la situazione dell’amministrazione pubblica, della polizia e dei delitti sui quali è chiamata a indagare. Non può mancare un accenno alla celebre Miskatonik University celebrata nell’Orrore di Dunwich (solo un accenno… se ne parlerà più approfonditamente in seguito).

Segue una sezione relativa alla storia e alla cronologia della città.

Parte Seconda: la guida di Arkham

Eccoci arrivati al piatto forte offerto da questo manuale. Si tratta delle 90 pagine con cui viene descritta con dovizia di particolari la città di Arkham.

La guida della città viene suddivisa in 10 parti: 9 sono relative a 9 diversi quartieri, mentre la decima è dedicata a tutto ciò che non può essere inserito nelle sezioni precedenti.

Ognuna delle sezioni dedicate ai quartieri contiene un numero di luoghi chiave compreso tra 10 e 50, per un totale di 194 elementi che vanno a costituire la città di Arkham. I luoghi vengono descritti in maniera più o meno dettagliata a seconda della rilevanza che assumono nel complesso cittadino; avremo dunque poche righe dedicate a una pompa di benzina, alle tre pagine dedicate alla biblioteca della Mirkatonik e ai testi legati ai miti che contiene. Discorso simile può essere fatto relativamente ai personaggi descritti nel manuale: i vari luoghi descritti sono infatti collegati ai personaggi che li abitano e a seconda della loro importanza vengono descritti con alcune righe di testo oppure viene dedicato un paragrafo completo di mini-scheda del personaggio.

In sintesi dunque questa sezione è strutturata come segue: divisione in quartieri, visione d’insieme dell’intero quartiere, mappa del quartiere che mostra (e ordina numericamente) i luoghi “notevoli”, descrizione luoghi evidenziati sulla mappa presi singolarmente, descrizione dei personaggi collegati a ogni specifico luogo.

Il tutto risulta molto ben organizzato e le “pagine utili” presenti in questa sezione aiutano chi consulta il volume a trovare in pochissimo tempo ciò di cui ha bisogno… come in una sorta di “pagine gialle”.

Parte Terza: qualche avventura ad Arkham

Esaurita la descrizione della cittadina di Arkham, il manuale prosegue con 53 pagine di avventure pronte all’uso.

Si tratta di 4 avventure:

  1. “i libri segreti di zio Silas”. In questa avventura i personaggi si troveranno ad avere a che fare con la misteriosa eredità di un zio tutt’altro che normale

  2. “le insidie della torbiera” invece porterà i personaggi ad avere la fortuna di osservare un evento decisamente raro: la caduta di un meteorite poco distante da Dunwich

  3. “il condannato” riporterà alla luce un segreto fatto di maledizioni e magia che era stato nascosto nella pietra quasi 200 anni fa

  4. l’ultima avventura è intitolata “nel cuore della notte” e porterà i personaggi a confrontarsi con i segreti del VooDoo

La struttura delle avventure proposte è esattamente quella che gli appassionati del Richiamo di Chtulhu si aspettano. Non vengono tradite le aspettative di chi conosce questo gioco già da anni: viene proposto un antefatto, una serie di descrizione di situazioni nelle quali i personaggi nel corso dell’investigazione si troveranno di fronte e tutta una serie di documenti da fotocopiare e consegnare ai giocatori per rendere più vivida l’atmosfera del gioco.

Parte Quarta: le Appendici

Arrivati a pagina 200 inizia una serie di appendici.

Si tratta di sezioni soprattutto regolistiche. In queste pagine troverete dei nuovi background per gli investigatori, le schede dei pg presentati nel manuale convertite al d20 system (in modo che il manuale sia fruibile sia dai giocatori del classico Chtulhu con sistema basato su Basic, sia ai giocatori che hanno preferito la versione d20) e una serie di nuovi incantesimi. L’ultima delle quattro appendici è invece dedicata a mettere insieme tutti i “documenti di gioco” che andranno distribuiti ai giocatori qualora si decidesse di giocare le avventure contenute in questo modulo.

Conclusioni e Giudizi

Di certo si tratta di un manuale che per un appassionato di Lovecraft e per un amatore del Richiamo di Chtulhu ha un gran fascino. Al di là delle questioni meramente affettive, questo supplemento può risultare uno strumento molto utile; la sua lettura è una miniera di informazioni e di spunti di gioco per il Custode e la descrizione minuziosa della città fornisce un terreno di gioco su cui muoversi assolutamente coerente e coinvolgente.

Le avventure proposte sono gradevoli, ben strutturate e non scontate. Le appendici rendono la vita facile sia agli amanti della versione d100 sia a quelli della versione d20.

Se dovessi sforzarmi di trovare un difetto ai contenuti del manuale direi che certe volte il voler essere accurati è risultato abbastanza inutile… è il caso delle descrizioni di alcuni (pochi per fortuna) luoghi decisamente non fondamentali (un esempio: le pompe di benzina e il relativo costo del carburante). Discorso simile vale anche per la parte iniziale: 17 pagine di racconto introduttivo sono troppe! Molto meglio sarebbe stato impiegarle in qualcosa di utile, ad esempio spendendo qualche parola in più nella prima parte intitolata “benvenuti ad Arkham”… oppure snellire un pochettino il manuale facendo scendere un po’ il prezzo.

A parte questo comunque il giudizio su questo supplemento è assolutamente positivo; un manuale bello da leggere e utile da giocare. 241 pagine di materiale pronto all’uso e di buona qualità.

Voto: 7+

Sito Ufficiale: www.chaosium.com
Sito ufficiale italiano: www.stratelibri.it
Recensore: de4thkiss

Scrivi al Recensore: de4thkiss@gmail.com

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.