Apprendiamo dal sito dedicato alla ricorrenza che proprio in questi giorni sono stati decretati i vincitori degli Indie RPG Awards 2009. Gli Indie Awards sono uno dei premi più prestigiosi nell’ambiente dei giochi di ruolo indipendenti, e quest’anno è stato decretato come Indie Game of the Year il gioco Kagematsu, di Danielle Lewon. Il motivo dalle parole della giuria:

“Di gran lunga il miglior esempio di gioco di ruolo indipendente dell’anno passato”

“Una sottile e potente occhiata sui Samurai e la cultura giapponese, che allo stesso tempo provoca ed emoziona”

“Un fantastico gioco che capovolge le prospettive. Un vero successo e revitalizzazione del genere dei samurai”

“Molto coraggioso il fatto che assomigli a un ritorno al passato, al tempo dei GDR più avventurosi; ed effettivamente ti rendi conto che è proprio questo: un gioco tirato fuori da un tempo più moderno, e realizzato perchè possa essere amato da chi quei giochi non li ha mai dimenticati”

L’Indie Supplement of the Year è The Day After Ragnarock di Kennet Hite, un supplemento per Savage Worlds. Tra le motivazioni e apprezzamenti di chi l’ha votato, troviamo:

“Serpente gigante di Midgard morto si schianta a terra, e avvelena gran parte di Europa e Africa. Film alle ore 11”

“Completo e ben scritto  è supplemento per un sistema molto amato”

“Premessa molto interessante. Buon uso del sistema di Savage Worlds”

È invece con un plebiscito che è stato incoronato Lady Blackbird: Adventures in the Wild Blue Yonder di John Harper come Best Free Game per l’anno passato. Con quasi il doppio di voti rispetto al secondo classificato. Dicono i votanti:

“Gesù, John Harper. Vendi questo gioco così non puoi stare in due categorie!”

“Un gioco così bello in uno spazio così piccolo – ed per di più gratis!”

“Un gioco realizzato e presentato in modo geniale”

“Semplicemente stupefacente e gratis. Una base di partenza per migliaia di idee e mondi di avventure”

“Lady Blackbird combina un design attraente e un gioco irresistibile in un pacchetto a cui tanti, troppi prodotti a pagamento potrebbero, o dovrebbero aspirare”

“Cattura l’entusiasmo di una cultura di internet oltre al mondo del gioco, propinandoci un accoppiata “alla Whedon” di steampunk, romanticismo, stile visivo, e drammatizzazione del personaggio”

“Gran gioco, con molte citazioni al genere”

Un altro plebiscito, stavolta con oltre il doppio di voti rispetto al secondo classificato, è Fiasco, di Jason Morningstar, nella categoria Best Support. Facile da credere, visto l’impegno che l’autore impiega nel fare uscire costantemente nuovi scenari per il gioco, a cadenza regolare. Ed è proprio questo che, a giudicare dai commenti, pare essere stato il principale motivo per la votazione:

“Scenari mensili!”

“Gli scenari mensili gratuiti sono grandiosi, e ognuno è un fresco sguardo al gioco”

“Tutti questi adorabili setting”

“Gli scenari mensili sono un segno di riconoscimento unico nel supporto ai GDR indipendenti”

“Bully Pulpit Games ha aperto la strada a tutti, quest’anno, con la sua eccitante e ben congegnata iniziativa del “Playset of the Month” [Scenario del mese]. Semplice, efficace, e avvinvente supporto che sembra avere colpito gran parte dei giocatori”

“Uno scenario gratuito al mese? Ma sei pazzo?”

Più combattuta è stata la corona che si è vista di nuovo indossata da Lady Blackbird: Adventures in the Wild Blue Yonder, di John Harper, al posto di Best Production. Il premio và al gioco meglio presentato e scritto, che fa il miglior uso di layout e immagini per essere spiegato.

“Dannazione, è figo”

“Attraenti contenuti artistici e design fanno vincere assolutamente questo prodotto gratuito”

Il Most Innovative Game, il gioco più innovativo (e avendolo provato, confermo che è parecchio innovativo) è A Penny for my Thoughts di Paul Tevis.

“Molto originale, un’inventiva illimitata. Un gran gioco sotto ogni aspetto, che spinge i giochi narrativisti in una nuova direzione”

“Un brillante e semplice gioco, a tutti gli effetti. Utilizza tecniche moderne per avere risultati eccellenti”

Tanti bellissimi lavori vero?

Ma vi state chiedendo quando mai avrete la possibilità di vederne concretamente qualcuno sotto mano… beh stiamo lavorando anche a questo avrete a brevissimo delle belle sorprese. Continuate a seguirci con attenzione!

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.