Salve a tutti, questa settimana vi voglio presentare un gioco di ruolo che non ho cercato e trovato chissà dove (come quelli che ho strappato dai meandri della rete le settimane scorse), ma di uno in particolare che stava nella nostra stessa sezione dei Download di GdrItalia. Per la precisione il link è questo… Secondo me Pingu (questo il nome del gioco di questa settimana) è stato creato appositamente per questa rubrica! Anzi credo che il file stesso non aspettava altro che essere descritto, e visto che sono buono voglio condividere con voi questa perla!

1. Note generali & Ambientazione Lo ammetto appena ho letto a suo tempo, quando ho iniziato a fare la scaletta con gli articoli da presentarvi per questa rubrica, il nome di questo file sono rimasto perplesso. Questo perché immediatamente il nome del file mi aveva rimandato all’unico Pingu che tutti noi (e chi non ha fatto questa associazione mentale vuol dire che è più sano di altri…) conosciamo molto bene:

Pingu-33

Mi son detto, questo lo devo far provare ai miei giocatori. Poi leggendo il file, un manuale di appena 3 pagine in formato .pdf, mi sono dovuto ricredere. Non si tratta di un gioco di ruolo ironico o sarcastico, ma che tratta una tematica molto seria come l’ecologia presentandola ai bambini facendoli giocare di ruolo potendo permettere loro di impersonare dei Pinguini che combattono contro dei malvagi “Ecomostri” che hanno rapito i saggi Orsi Bianchi i loro leader “spirituali”.

Il manuale si presenta spiegato in modo molto semplice, come se a scriverlo fosse stato un bambino a scriverlo per un suo coetaneo per un bambino, vi sono anche degli errori di sintassi, ma nulla che impedisce o rende complicato il testo o il regolamento. La storia è molto semplice e anche funzionale tanto che mi sento di consigliarlo ai vostri bimbi o per eventuali progetti scolastici mirati all’insegnamento nelle scuole elementari o prime medie laddove vi sia bisogno di fare laboratori educativi sull’ecologia. Dicevo, la storia è la seguente: i Pingu incarnano le idee ecologiche degli esseri umani, essi guidati dai saggi Orsi Bianchi vivevano in pace finché non vennero attaccati dagli Ecomostri. Costoro sono nati dalla mancanza di sensibilità ecologica, e dalle sofferenze derivate dal riscaldamento globale, furono quindi proprio quest’ultimi a rapire tutti i saggi Orsi che vennero rinchiusi in bauli bui e sporchi, ma non è finita qui gli Ecomostri non contenti di aver rapito e rinchiuso gli Orsi si misero anche a distruggere tutti i villaggi dei Pingu! Come dice il manuale:

“Lo zio Pingu Sam vuole TE!”

Da qui la palla passa ai giocatori che interpretando la parte dei coraggiosi Pingu dovranno partire alla ricerca dei Saggi Orsi e cercare di eliminare i temibili Ecomostri.

2. Regolamento

Pinguini di MadagascarVisto che il gioco è pensato per i bimbi le meccaniche sono veramente molto semplici, così come fare la scheda in quanto avremo a nostra disposizione 10 punti statistici che devono essere divisi tra:

  • Gittata: a che distanza si riesce a fare danni, quando un mostro è a una distanza pari o inferiore a questo valore si può fargli danni con “Spara”;
  • Spara: indica quanti sono i dadi che si possono lanciare per fare danni o per pararli, quando tocca al giocatore di turno si tirano tanti d6 pari a questo valore, ogni successo può essere usato per causare 1 danno o per pararne uno;
  • Vita: il numero di danni che il Pingu può prendere prima di finire all’ ospedale;
  • Movimento: di quanto ti muovi, si può aumentare la distanza tra il Pingu e i mostri di metà della statistica, oppure ridurre la distanza tanto quant’è il proprio movimento;
  • Pingu simpatia: quanto il Pingu sa essere simpatico, in combattimento è inutile, ma in momenti di puro roleplay potrebbe servire;
  • Salta: quanto il vostro personaggio sia bravo a fare salti, si tirano tanti d6 quant’è la propria statistica Salta, per ogni 6 puoi evitare un danno o causarne uno a distanza zero (in questo caso considerate che atterrate spiaccicando l’avversario!).

Ognuna di queste caratteristiche ha un punto già di base. Fate attenzione a come distribuirete i punti, questo perché se volete che il vostro personaggio sia un pinguino combattente il vostro valore più alto dovrà essere messo in “Gittata” e in “Spara”, se volete fare uno molto bravo con le parole “Pingu simpatia” dovrà essere uno dei valori in cui eccellete.

E come si risolvono le azioni?

Cito direttamente il file .pdf:

Creare l’ avventura:
-Decidere la difficoltà, che sarà il numero di D6 che comporranno le ondate di mostri, poi decidere come sarà il Boss finale e quale saggio orso i Pingu libereranno.
-Fare un briefing ai pingu in ruolo fingendosi un pinguino sergente istruttore -inizia l’ avventura, tirate i D6 per vedere quanti mostri appaiono, poi 2d6+3 per vedere a che distanza si trovano.

SEQUENZA DI COMBATTIMENTO

A) appaiono i mostri
B) I pingu agiscono; 
C)i mostri si avvicinano di 1 e se possono causano danni (tira 1d6 e se fanno 6 infliggono danno)
D) continua da B finché i mostri non vengono distrutti o superano i Pingu andando a distanza negativa. Se i Pingu annientano tutta un’ ondata l’ ultimo mostro lascia un bonus, tutti gli altri mostri lasciano una moneta. Poi ricomincia da A) finché le ondate non sono finite.

Come avrete avuto modo di vedere più che un vero e proprio gioco di ruolo si tratta di una meccanica molto da gioco da tavolo, ma come amo ripetere sempre con un po’ di fantasia si può risolvere la cosa e rendere Pingu ancora migliore gestendo sia anche un lato prettamente narrativo. Ah dimenticavo ogni volta che il gruppo di gioco riesce a liberare l’Orso Bianco avrà a disposizione un nuovo potere per la sessione successiva! Quindi coraggio Pingu armatevi e partite!!!

3. Conclusioni

Ammetto che inizialmente speravo davvero di potervi segnalare il gioco di ruolo di Pingu il pinguino che solo i ricercatori dell’Oral-B sono in grado di dire cosa dice… Invece lo stesso ho trovato questo giochino simpatico e adatto ai più piccoli, tratta una tematica come l’ecologia in maniera buffa e simpatica. Purtroppo non so di chi sia questo gioco, quindi se voi lo sapete, o conoscete l’autore indicatemelo pure nei vostri commenti. Alla prossima settimana!

A proposito dell'autore

Presidente dell'Associazione Ludica Oltretempo di Castelnuovo Rangone (Mo). A tempo perso gli piace giocare e provare un po' tutti i giochi di ruolo, anche se preferisce quelli italiani. Nel suo passato ha praticato anche un po' di sport quali nuoto, scherma medievale, e ovviamente anche "soffi air"...

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata