Vi ricordate quando era stata annunciata la quinta edizione di Dungeons&Dragons ?

Era il 2014: la quarta edizione era stata ritirata dagli scaffali da tre anni. La notizia fu una bomba. Qui su GdRItalia, per mantenere un filo diretto, e soprattutto immediato, avevamo deciso di creare già dal 2012 un gruppo Facebook su tutte le novità che trapelavano: il gruppo Dungeons&Dragons 5 edizione (che allora si chiamava D&D Next). Fu solo da quell’anno, però, che gli iscritti cominciarono a diventare davvero parecchi.

In quasi sei anni lo abbiamo portato avanti, non senza difficoltà, ma sempre sostenuti dagli iscritti, sempre più numerosi. Ora, però, la quinta edizione di D&D è sbarcata anche in Italia e in italiano. Il marchio è detenuto da una specifica casa editrice e, dopo tutto il lavoro compiuto, venire relegati a gruppo amatoriale non sarebbe corretto nei confronti dei 4000 (quattromila) membri.

Perciò è giunto il momento di renderlo ufficiale. Questo è il nostro comunicato:

Cari utenti,

Oggi è una data importante per il gruppo dedicato a D&D 5. Non solo perché abbiamo raggiunto e superato i 4000 iscritti.
Noi di GdRItalia abbiamo fondato questo gruppo nel 2012, quando ancora si chiamava “D&D Next” e la quinta edizione era ancora attesa anche negli Stati Uniti. Erano ancora i tempi del betatesting e delle indiscrezioni sulle meccaniche di gioco. Qui abbiamo seguito insieme a voi le anticipazioni, lo Starter Set, le uscite dei manuali base; abbiamo discusso di regole e di veste grafica; abbiamo fantasticato sulle prossime uscite e riso delle argute risposte di Mike Mearls. In questi anni, Dungeons&Dragons 5 è cresciuto e, con esso, noi e voi insieme. Abbiamo costruito una gran bella community, cosa non facile su Facebook; una community nella quale incontrarsi, discutere, scherzare e, quel che più conta, parlare di Dungeons&Dragons. Ci piace pensare che è stato anche grazie alla vetrina di questo gruppo se l’edizione italiana di D&D è stata un così grande successo a Lucca 2017.

Pertanto, oggi, Dungeons&Dragons 5^ Edizione Italia diventa il gruppo Facebook ufficiale di D&D italiano. Per questa occasione, l’associazione GdRItalia cede ufficialmente il timone della pagina alla Asmodee, titolare dei diritti di pubblicazione di D&D qui in Italia. Noi dello staff resteremo nella gestione del gruppo: continueremo a essere parte di questo bellissimo progetto.

Siamo certi che l’amministrazione di Asmodee saprà portare avanti lo spirito con il quale questo gruppo è nato e si è sviluppato, in armonia con quanto operato in questi anni.

E, a voi che ci avete seguito fin qui: grazie per aver creduto in noi.

Lo Staff di GdR Italia

Il Gruppo Dungeons&Dragons 5 Diventa Ufficiale
41%Punteggio totale
Voti lettori: (15 Voti)
41%

A proposito dell'autore

Lavos-D è un illithid colmo di bontà e di dolcezza, che distilla interamente nei suoi favolosi dolci: per questo non gliene resta più quando scrive i suoi acidissimi articoli.
Il suo motto è provare qualsiasi gioco esistente, sennò non lo si può criticare.
Quando il suo eterno ruolo di master gli lascia tempo libero lavora a GdRITalia in veste plurima di pasticciere ufficiale, redattore, editor, (re)censore, traduttore in seconda e spalla comica a tempo perso. Da quando si è autoproclamato sommo sacerdote del Grande Cthulhu si è montato la testa e non ci si ragiona più.

Post correlati

6 Risposte

  1. Alessandro Tucci

    A beh visto il livello da azzerato mentale dell’utente medio social c’è da essere felici… Mah.

    Rispondi
  2. Red Dragon

    Peccato che sia su Facebook: io non ci verrò mai (Facebook mi fa vomitare).

    Ciao 🙂

    Rispondi
  3. Lavos-D

    Miei carissimi lettori, un anno fa abbiamo rimesso in piedi il nostro glorioso forum; tuttavia, la scarsa reazione del pubblico ci ha spinti a considerare il tentativo fallito (pochi commenti al giorno non valgono la pena di decine di spambot da arginare).
    Nonostante il vostro entusiasmo, dobbiamo constatare che i tempi dei forum sono ormai finiti. E sì, Facebook fa schifo pure a me.

    Rispondi
    • Red Dragon

      Non so se cambierebbe qualcosa, ma Google Plus? È sempre peggio rispetto al forum, ma meglio rispetto a Facebook (ma non so quanto seguito).

      Ciao 🙂

      Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata