Trascrizione dell’Intervista audio 096-1:

Intervistatore: Dr. ███

Intervistato: Capitano (Ret.) █████████, ex-comandante della squadra di recupero Zulu 9-A

Incidente di Recupero #096-1-A

<Inizio Trascrizione>

[████████ ████████ Ora, Area di Ricerca ██]

Cap. █████████: L’incarico di Recupero Iniziale è sempre uno schifo. Non avete idea di ciò che quella dannata cosa è in grado di fare, a parte le informazioni raffazzonate che i tecnici possono aver raccolto in qualche modo sul campo, siete già fortunati se riescono a raccontarvi come sono andate le cose in generale. Ci avevano detto “insaccate e sigillate”, ma non gli è sfuggito un cazzo sul non dover guardare la maledetta creatura.

Dr. ███: Potrebbe descrivere la missione, per favore?

Cap. █████████: Certo, spiacente. Avevamo due elicotteri, uno per la mia squadra e uno di supporto per la Zulu 9-B e il Dr. ██████. Abbiamo avvistato il bersaglio due scatti a nord lungo il nostro percorso di pattugliamento. Ritengo che non fosse rivolto nella nostra direzione, altrimenti ci avrebbe fatto fuori all’istante.

Dr. ███: Nel suo rapporto afferma che SCP-096 non ha reagito al freddo? C’erano -██o C.

Cap. █████████: In realtà i gradi erano -██. Comunque sì, era a culo nudo e non aveva uno straccio di brivido. Atterrammo e ci avvicinammo al bersaglio, il Caporale ██ era pronto ad insaccarlo. A quel punto il Dr. ██████ mi chiamò, io mi voltai per rispondergli e fu questo a salvarmi la vita. Il bersaglio deve essersi girato e la mia intera squadra lo ha visto.

SCP-096 nel suo stato quiescente.

Dr. ███: È stato quando SCP-096 è entrato nello stato emotivo agitato?

Cap. █████████: Già. [L’intervistato s’interrompe per un secondo prima di continuare] Mi scusi. Ripensarci mi ha fatto venire i brividi.

Dr. ███: Non c’è problema.

Cap. █████████: Ok. Beh, io non l’ho mai visto in faccia. La mia squadra sì e ci hanno rimesso tutti il culo.

Dr. ███: Potrebbe descrivere meglio l’accaduto, per cortesia?

Cap. █████████: [Pausa] Certo, certo. Ha cominciato ad urlarci contro e a piangere. Non era come un ringhio d’animale, sembrava proprio una persona. Fottutamente raccapricciante, se lo lasci dire. [altra pausa] Abbiamo cominciato a sparare quando ha afferrato il Caporale e gli ha strappato una gamba. Dio, urlava e ci chiedeva aiuto… dannazione… comunque, eravamo lì a far saltare pezzetti di bersaglio, un proiettile alla volta. Non ha fatto una piega. Stavo per uscire di testa quando ha iniziato a [DATO CANCELLATO].

Dr. ███: È stato in quel momento che ha ordinato l’impiego di un [rumore di pagine] lanciamissili AT-4 HEDT?

Cap. █████████: Un’arma anti-carro. Abbiamo iniziato a portarcela dietro da quando SCP-███ è riuscito a fuggire. Uno solo di quei confetti può trapassare un carro armato come carta velina. Ha fatto la stessa cosa al nostro bersaglio.

Dr. ███: Ci sono stati danni significativi a carico di SCP-096?

Cap. █████████: Non ha battuto un cazzo di ciglio. Ha continuato a fare a pezzi la mia squadra, anche se metà del suo torso era saltata in aria. [Traccia un ampio semicerchio sul proprio torace]

Dr. ███: Tuttavia stava subendo danni?

Cap. █████████: Se così era, non lo dava a vedere. Deve aver perso tutti gli organi e ogni dannata goccia di sangue, ma sembrava non rendersene conto. La sua struttura ossea invece non ne risentiva minimamente. Continuava a fare a pezzi la mia squadra.

Dr. ███: Quindi nessun danno strutturale effettivo. Quanti proiettili direbbe di aver sparato contro SCP-096?

Cap. █████████: Come minimo un migliaio. Il nostro mitragliere gli ha scaricato addosso i proiettili del suo GAU-19 per almeno venti secondi. Venti fottuti secondi. Il che vuol dire seicento pallottole calibro .50 messe in corpo a quella cosa. Tanto valeva sputargli addosso.

Dr. ███: È stato a questo punto che è arrivata la squadra Zulu 9-B?

Cap. █████████: Già, la mia squadra era stata appena spazzata via. Quelli della Zulu 9-B sono riusciti a mettergli il sacco sulla testa e quella cosa si è messa a sedere. Siamo saliti sull’elicottero e l’abbiamo portata qui. Non so come ho fatto a non guardarla mai in faccia. Forse Dio, Buddha o qualcun altro pensa che devo vivere. Che bastardo.

Dr. ███: Abbiamo ottenuto un ritratto del volto di SCP-096. Vuole vederlo?

Cap. █████████: [Pausa] Vede, dopo aver udito le grida di quella cosa e dei miei uomini, non credo di voler dare un volto a ciò che ho sentito. No. Assolutamente… no.

Dr. ███: Va bene, penso che abbiamo finito. La ringrazio, Capitano.

[Rumore di sedie che si muovono e di passi che escono dalla stanza. Si conferma che il Capitano (Ret.) █████████ ha lasciato la Stanza Interrogatorio 22.]

Dr. ███: Sia messo a verbale che sto formalmente richiedendo la terminazione di SCP-096 il più presto possibile.

<Fine Trascrizione>

==============================================

Documentazione #096-1, Esperimento 096-1

L’Esperimento 096-1 è stato condotto dal Dr. Dan. Lo scopo era testare le abilità e ottenere allo stesso tempo una descrizione fisica completa di SCP-096.

D-9031 è un pluriomicida di 32 anni, ex-tatuatore. Condannato a morte. D-9031 viene posizionato all’interno della Batisfera 303-A e fatto calare nelle profondità della Fossa Tonga al largo della costa della Nuova Zelanda. La locazione si trova approssimativamente a ███ km dalla cella temporanea di contenimento di SCP-096, presso il Sito ██. Il resoconto seguente è stato registrato tramite sorveglianza video all’interno della Batisfera 303-A, in collegamento col sito di controllo del Dr. Dan nell’entroterra neozelandese.

La Batisfera 303-A ha raggiunto una profondità finale di 10.800 metri.

D-9031: Si è fermata. E adesso?

Dr. Dan: Si sente bene? Nessun disturbo di qualche genere?

D-9031: Mi fanno male le orecchie.

Dr. Dan: Era prevedibile. Ora, alla sua destra dovrebbe esserci un contenitore d’acciaio. Al suo interno troverà un faldone contenente alcune fotografie. Cortesemente, lo apra e descrive la prima fotografia.

D-9031 esegue. La telecamera è posizionata in modo che la fotografia non possa essere vista.

D-9031: Non c’è nulla. Vedo una cella vuota.

Dr. Dan: Grazie. Ora piazzi quella fotografia a faccia in giù nel ricettacolo alla sua destra e guardi la prossima.

D-9031: È la stessa cella, ma c’è un… piede nella foto, almeno credo.

Dr. Dan: Lo descriva, per favore.

D-9031: Eh… pallido e ossuto. Abbastanza inquietante, direi.

Dr. Dan: Piazzi la fotografia nel ricettacolo, a faccia in giù, e prosegua con la prossima.

D-9031: Ok… [pausa] Oh merda!

Dr. Dan: Descriva la fotografia.

D-9031: È un…non saprei, una qualche persona dall’aspetto orrendo.

Dr. Dan: Descriva la fotografia, per favore.

D-9031: Al diavolo, amico! È pallido, ha gli occhi bianchi e sta succedendo qualcosa di fottutamente strano alla sua bocca. Che diavolo è questa cosa?

A questo punto, all’incirca alle 13:32 del fuso orario standard, il sito di Controllo Sperimentale del Dr. Dan segnala che SCP-096 ha infranto la struttura di contenimento. Il percorso più rapido verso SCP-096-1 è stato sgombrato da civili e altri dispositivi in grado di acquisire immagini, gli spostamenti di SCP-096 sono tracciati via satellite grazie ad un collare segnalatore.

Dr. Dan: Alla sua destra dovrebbe esserci un altro contenitore d’acciaio. Lo apra.

SCP-096-1: Ci sono dei fogli di carta e una matita.

Dr. Dan: Sì. Per favore, esegua un ritratto fedele alla fotografia che ha visto.

Il ritratto di SCP-096 eseguito da D-9031 che ha permesso di valutarne le fattezze senza effetti collaterali.

SCP-096-1 impreca a voce bassa e trascorre i seguenti venti minuti disegnando uno schizzo tratto dalla fotografia. A disegno ultimato, si conferma che SCP-096 si trova a ███ km da SCP-096-1.

SCP-096-1: Ho finito.

Dr. Dan: Bene. Piazzi il disegno nel ricettacolo alla sua sinistra e chiuda lo sportello.

SCP-096-1 esegue e il disegno abbandona la Batisfera 303-A in contenitore galleggiante a tenuta stagna. Le altre fotografie vengono distrutte nell’inceneritore di bordo.

SCP-096-1: E ora?

Dr. Dan: Attenda, prego.

Trascorrono quaranta minuti. SCP-096 si conferma aver raggiunto la stessa locazione di SCP-096-1 e sta nuotando. Il segnale emesso dal trasmettitore s’interrompe a 9,339 metri di profondità, quando la pressione raggiunge valori che vanno oltre i limiti strutturali del congegno. La telecamera mostra che la batisfera subisce uno scossone. A giudicare dalla reazione di SCP-096-1, si presume che SCP-096 si trovi sullo scafo e sia visibile attraverso l’oblò.

SCP-096-1: Oh cazzo! Porca merda! Che cazzo è quella roba?!

Il segnale audio video s’interrompe bruscamente quando lo scafo della Batisfera 303-A viene perforato. SCP-096 viene recuperato in superficie dalla squadra Foxtrot-303-A senza alcun incidente. Viene recuperato anche un disegno di SCP-096 e una rapida verifica conferma l’assenza di reazioni ostili da parte di SCP-096.

Il disegno è stato inviato al centro di Controllo Sperimentale in Nuova Zelanda, mentre SCP-096 viene trasportato in una struttura di contenimento  permanente.

 

Continua…

A proposito dell'autore

L'autore si diletta in risate malvagie e nella costruzione di robot a partire da giocattoli e caramelle, con lo scopo di conquistare la città e indossare un lungo mantello nero con un nome minaccioso.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.