Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Salve a tutti, bentornati a Free To Play la rubrica che vi segnala (non faccio recensioni… vediamo se a scriverlo nuovamente a qualcuno entra finalmente in testa) i giochi di ruolo, di narrazione, di comitato e sperimentali che il Buon Vecchio Zio De Mauris trova (rigorosamente nel nostro bellissimo idioma italico) liberamente scaricabili dalla rete. Lo ripeto perché in un paio di commenti è saltato fuori ancora una volta il termine recensione, anche sulla pagina Facebook di Gdr Italia c’è ancora chi è convinto che siano recensioni.

<< Mamma mia!>> come direbbe un mio baffuto amico, ragazzi seriamente una recensione è un elenco dettagliato di pregi e difetti con tanto di voto finale, mentre l’impostazione della rubrica è sempre stato abbastanza discorsivo e senza un voto, ma solo pareri strettamente personali. Ovviamente davanti a un gdr illustrato come Neldark non potevo che elargire elogi per le illustrazioni, mentre davanti a un gdr come Seeds Of Harmony dovevo tenere conto sia di chi l’avrebbe amato alla follia, sia di chi l’avrebbe considerato un gdr da non toccare manco con la classica pertica da 3 m!

Illustrazione di apertura

Le illustrazioni sono tutte di Math Oshman e hanno quel sapore anni ’90 che a me personalmente piace da matti.

Perfetto fatta, spero per l’ultima volta, questa doverosa specifica ecco che possiamo finalmente dare il via al gdr Free della settimana e parlarvi di GeneSys (N.d.BVZD: link che non va guardate l’Edit). Creato da Raffaele di Cristo, con l’uso delle immagini di Math Oshman, immagino per sua gentile concessione, il gioco rientra nelle categorie generico e minimalista.

Edit: visto che effettivamente i link di GeneSys non vanno, e vi affermo che io son riuscito a scaricarli ve li metto qui di seguito. GeneSys base; opzione Detective; opzione Arcanum (magia); opzione per i Supereroi. Ahimé GeneSys – Slave l’ambientazione ufficiale è andata perduta non ho pensato a salvarla, se qualcuno di voi ce l’ha fatemelo sapere che la mettiamo disponibile qui!

Sul sito di Rpg Asylum alla voce download troverete anche tanto altro materiale con cui specializzare la vostra esperienza con questo regolamento: si va dalle regole aggiuntive per la magia, ma anche per inserire l’investigazione nelle vostre avventure e perfino l’opzione per rendere GeneSys coi superpoteri e le mantelline tipiche dei supereroi!

Come già detto e ripetuto fino alla noia, sembra davvero che gli autori di regolamenti italici siano molto propensi a fare regolamenti generici: basta anche solo fare una rapida ricerca all’interno della nostra rubrica e troverete davvero un bel po’. Forse sarà che in questo modo si evita di dover creare un’ambientazione precisa e quindi tutta la cronologia e cosmologia, vuoi perché in questo modo l’autore ha una base che gli permette di spaziare dove vuole col suo gruppo di gioco.

Le illustrazioni di Math Oshman sono molto anni 90 e io le adoro perché essendo vintage mi riportano indietro nel tempo, alcune sono perfette e azzeccatissime, altre mi hanno un po’ spiazzato nel senso che sembra l’autore le abbia scelte per mero scopo riempitivo. Mentre quella che vedete qui a sinistra è la migliore in assoluto!

Le abilità come determinano la riuscita delle azioni in gioco?

Eccoci arrivati al punto saliente, come sempre, dell’articolo. Allora il regolamento prevede che le Abilità abbiano già al loro interno il grado complessivo della Caratteristica a cui sono legate, pertanto se avete Forza 7 tutte le vostre abilità ad essa collegata avranno un 7 di base che prende il nome di grado di competenza iniziale. Ovviamente avrete un punteggio da distribuire andando così ad alzare la vostra competenza chiamato genericamente Grado. Ora per vedere se un’azione riesce si somma il risultato ottenuto lanciando 2d10 e il Grado dell’Abilità: se questo valore finale supera la soglia di difficoltà decisa dal Master l’azione è riuscita altrimenti ciccia!

Un ottimo esempio di Creatura Fantastica

Ecco un’altro bellissimo disegno che rende l’idea per un’ambientazione prettamente fantasy.

Non è cosi difficile insomma i Gradi e l’aggiunta dei 2d10 permettono di superare agilmente la difficoltà. Attenzione però c’è un’interessante variazione sui tiri contrastati che ho visto finora solo su questo regolamento. Partendo da un valore medio per gli esseri umani che è pari a 7, l’autore spiega che quando un pg vuole compiere un’azione che ricade sotto l’influenza di un’altro non si tratta di un tiro contrastato, ma si deve applicare al proprio tiro un malus o un bonus così calcolato:

7 Media Umana – Valore Caratteristica inerente alla situazione

Esempio chiarificatore: Ursolo il pg di Ginetto vuole provare ad aggirare di notte una guardia che sta facendo il suo dovere. Apparentemente sarebbe un tiro contrapposto, ma in GeneSys il tiro di Muoversi Silenziosamente del pg di Ginetto sarà influenzato dal valore di Percezione della guardia. Se la guardia ha 5 il tiro di Ginetto  avrà un bonus di +2 (7 Media Umana – 5 Percezione della Guardia), mentre se la guardia avesse avuto 9 il tiro avrebbe avuto un -2.

Ovviamente i tiri contrastati ci sono e funzionano normalmente, ma solo quando tutti e due i personaggi coinvolti sono consapevoli di quanto sta accadendo: corse, gare a braccio di ferro, discussioni su chi ha ragione oppure no insomma un po’ le solite cose 😀

Perfetto, ma il combattimento come funziona?

Ecco un esemplare di felinide

Adoro le gattine… ehm mi ricompongo subito 😀

Il combattimento è estremamente curato e tattico, ogni azione che si può effettuare ha un suo valore di iniziativa che va a influenzare quella tirata a inizio turno, inoltre è un semplicissimo tiro al contrasto: A tira 2d10 + l’Abilità usare arma mentre B tira 2d10 + l’Abilità di difesa più appropriata. Chi fa il tiro maggiore riesce nel suo intento e si passa immediatamente a determinare il quantitativo di danno.

La cosa interessante è che in base al tipo di vantaggio in cui si trova l’attaccante questo gode di un discreto bonus nel colpire che è molto particolareggiato, così come se il bersaglio è fermo o inerte, insomma sembra davvero che poco sia lasciato al caso e che nonostante le 24 pagine si possa essere tattici anche con poche regole.

Ovviamente nelle pagine finali troverete perfino le regole avanzate per rendere le vostre sessioni ancora più realistiche o per renderle ancora più tattiche. Insomma GeneSys non è così minimale come potrebbe apparire al primo impatto!

Per concludere e lasciarvi ad altri svaghi internettiani 😛 posso dire di aver trovato un bel gioco, illustrato in modo elegante e che si legge bene senza troppi giri di parole. Consiglio questo manuale, e quindi anche tutte le sue “espansioni” a chi è cerca qualcosa di semplice, ma allo stesso tempo che possa soddisfare anche i palati più fini.

Davvero GeneSys è interessante sotto più punti di vista, e sicuramente almeno una partitella vi consiglio di farla. Come sempre per commenti, critiche, o segnalazioni sui vostri gdr che vorreste vedere comparire in rubrica sappiate che i commenti sotto l’articolo sono fatti apposta. Buona lettura e buon gioco!

Free To Play della Settimana: GeneSys
90%Punteggio totale
Voti lettori: (3 Voti)
90%

A proposito dell'autore

Presidente dell'Associazione Ludica Oltretempo di Castelnuovo Rangone (Mo). A tempo perso gli piace giocare e provare un po' tutti i giochi di ruolo, anche se preferisce quelli italiani. Nel suo passato ha praticato anche un po' di sport quali nuoto, scherma medievale, e ovviamente anche "soffi air"...

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.