Fenomena

Fenomena

Scritto e Ideato da: Danilo Moretti;

Edito da: Inspired Device;

Pagine: 74+50;

Tipologia: A5, Spillato, B/N; 

Acquistalo su:

Ogni tanto è buona cosa riprendere giochi di qualche anno fa, magari confrontarli con quelli odierni e vedere l’evoluzione degli stessi, se un “vecchio” gioco può ancora competere con gli attuali e cose di questo tipo. Beh, ve lo dico spassionatamente, Fenomena è un fenomeno più unico che raro. Lo dico se non altro per la semplicità del gioco, per la curva di apprendimento del giocatore delle regole. Come al solito, cerco di fare le cose con un ordine ben preciso e che sia quanto più funzionale possibile.

Grafica ed Extra

Allora, Fenomena ha molte accezioni, e cercherò di dare un senso sia all’interior art che agli extra che compongono questo prodotto. La grafica interna è a dir poco semplice, il formato A5 aiuta l’autore ed il designer a non doversi scervellare a riempire di grafica il già poco testo. In linea di massima, che si parli del Volume 1 o del 2, i disegni sono semplici e spartani, non ricercano la perfezione stilistica del tratto o chissà cosa, ma sono perfettamente in linea con la semplicità di tutto il manuale. Poche immagini con effetto “polaroid”, testo mono colonna con ampi margini, grafica di pagina che rasenta l’assenza ma che con quel poco, riempie e da un tono al tutto. Insomma, nonostante sia davvero semplice, da del filo da torcere a prodotti ben più importanti. Quello che rende questo prodotto davvero speciale è però la versione “Suite Case“. E’ una semplice valigetta di plastica rigida, la stessa valigetta che viene specificata nel manuale e che introduce i personaggi, contenente i due manuali, una cartolina, dei segnalini-pillole, delle pietre rosse e il tocco finale, una spilletta per il GM. Tutto rigorosamente a tema con i manuali, con il simbolo sempre in piena vista. Forse i materiali usati non sono tra i più nobili ma aggiungono profondità e danno qualcosa in più ad un prodotto semplice quanto d’effetto come questo.

Contenuto

Sorvolando la questione prettamente “Extra” vista prima, il gioco è diviso in due manuali, uno da 74 pagine ed uno da 50. Ve li descriverò nel dettaglio esaminandoli separatamente per dare maggiori informazioni. Per il resto, mi comporterò esattamente come per le altre mie recensioni analizzando Ambientazione e Regolamento.

Ambientazione

Fenomena non ha una vera e propria ambientazione, tutto si basa sul presupposto che si è creato un Sisma e che la Realtà si sta sgretolando. Questa Realtà è composta da tanti universi e alternative generate ad ogni scelta. I personaggi per gran parte della loro vita si sono trovati ad interagire con cose strane dai Deja Vu a visioni a sogni ad occhi aperti. In realtà loro, sono sempre stati in grado di vedere le crepe create dal sisma ed interagire con gli universi paralleli e le realtà alternative. Quando questa interazione si è fatta sempre più predominante ecco che la Struttura si è messa in contatto con il Personaggio e tutta la sua vita ha un cambiamento. Da qui inizia letteralmente il viaggio dei personaggi. Dove si gioca? Dovunque e comunque. Non c’è una città, un paese, o una realtà vera e propria. Fenomena è rappresentato al massimo dalla serie TV Fringe da cui ogni narratore potrebbe attingere a piene mani. Normalmente, sono molto restio a giochi in cui non c’è un’ambientazione ben delineata, approfondita e così via. Dare al Narratore uno strumento così potente da creare un’intera realtà potrebbe essere faticoso al fine di gestire una cronaca o più di qualche sessione, per quel che riguarda Fenomena direi che aggira abilmente il problema, dando come base non scritta la realtà che viviamo tutti i giorni, aggiungendogli solo un pò di “stranezza”. Il volume 1 tratta diversi aspetti di altrettante realtà alternative, non si sofferma su niente in particolare dando spunti a tutto tondo, sinceramente parlando, avrei preferito che fosse stata spesa qualche pagina per dare più profondità ad uno dei mille scenari possibili. Qualche pagina in più avrebbe aiutato i giocatori inesperti ad avere un gioco più funzionale subito senza doversi barcamenare alla ricerca di ulteriori dettagli. Fortunatamente il Volume 2 aiuta tanto in questo, giocando un ruolo di supporto a quei narratori alle prime armi o magari che non hanno troppo tempo per definire un’ambientazione che viva indipendentemente dal gioco.

Regolamento

Ci sono davvero pochi giochi che hanno una curva di apprendimento come quella che ha Fenomena. Chiunque, indipendentemente dal livello di conoscenza che ha sui Giochi di Ruolo, impara con rapidità le quattro semplici regole che fanno del gioco un vero divertimento. Avendo provato questo gioco lato giocatore prima e lato narratore dopo, posso dirvi con estrema certezza che le schede si creano in dieci semplici minuti. Il giocatore è tenuto a scegliere un Tema, a definire mediante 5 punti le due sole caratteristiche del gioco Corpo e Mente ed a scegliere delle Eccellenze. Finito, se proprio si vuole fare i pignoli si possono dare anche le informazioni di contorno, che danno spessore al personaggio ma non sono strettamente necessarie. Il Gioco ha diversi livelli di complessità, tutti opzionali e a discrezione del narratore. Si riesce a giocare perfettamente sia con le regole di base che con quelle complesse senza destabilizzare. Il regolamento si basa sul lancio di un Dado X ed il risultato lo si confronta con una difficoltà fissa di 8. Come in molti giochi, il GM può aumentare o diminuire questa difficoltà in base alla situazione ma per lo più è il giocatore che varia il Dado da lanciare(basato sul punteggio della caratteristica interessata) ed il suo risultato in base a Tema(+1), Hobby(+2) o Eccellenze(+3). Il dado da lanciare, come già detto, dipende dal punteggio della caratteristica, nella fattispecie 1 equivale ad un D4, mentre 5 equivale ad un D12; il Giocatore può aumentare di un grado il dado da lanciare usando le pillole (Rossa o Blu in base a quale caratteristica è interessata dalla prova). Rapido, semplice, funzionale. Il combattimento è identico, con la differenza che l’opponente effettua un lancio di Dado più relativi Bonus come per l’attaccante. Se l’attaccante ha un risultato maggiore del difensore, il difensore subisce 1 punto di danno sulla caratteristica Corpo. Se lo scarto tra i due valori è sufficientemente alto(oltre 6 compreso) allora ci sono danni extra. Un sistema davvero semplice, che permette di gestire rapidamente ogni scontro con semplicità.

Conclusioni

Fenomena si comporta benissimo, l’ho trovato una piacevole sorpresa per semplicità di gestione e creazione di una sessione di gioco, si comporta bene anche a più riprese con cronache di qualsiasi lunghezza. La Suite Case poi da quel tocco in più che spessore al prodotto. Se vi è piaciuta la serie tv Fringe questo prodotto fa per voi, se non vi è piaciuta, con questo gdr vi ricrederete. Fenomena non è esente da problemi ma nell’insieme, questo gioco funziona. L’unico vero problema che mi sento di citare è la sensazione di abbandono che si percepisce. Di questo gioco è uscito un solo supplemento nel 2012 e l’account twitter che dava un tocco di originalità non posta più niente da mesi. Lo consiglierei? Si, lo farei senza alcuna remora.

COMPRALO SU

 
Vuoi un link ESCLUSIVO al tuo store? CONTATTACI

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.