L’argomento che tratteremo oggi non riguarda una vera e propria storia, ma più che altro un interessante accostamento di idee. Cosa succede quando si accosta il numero della Bestia alla tecnologia? Lo scopriremo oggi parlando del “micro chip della Bestia”

La storia

Nell’introduzione abbiamo parlato di “numero della Bestia”, micro chip e di accostamento di idee, per prima cosa dunque analizziamoli uno per uno. Quando si accosta ai numeri la parola esoterismo, le prime cose che vengono in mente sono la Cabala e il numero, tra l’altro strettamente connesso con essa, 666, il fantomatico numero della Bestia.

Il numero 666, secondo le leggende, sarebbe il numero impresso sui seguaci dell’Anticristo e in particolare, nell’Apocalisse di S.Giovanni, viene detto: “Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d’uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.” Altra interessante curiosità, per i numerologi più incalliti, è il fatto che questo numero viene citato nell’Apocalisse 7 volte, numero che ha un alto valore simbolico ed esoterico. Qui di seguito gli estratti dei versetti:

Apocalisse 13:16-18
Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d’uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.

Apocalisse 14:9-11
Poi, un terzo angelo li seguì gridando a gran voce: «Chiunque adora la bestia e la sua statua e ne riceve il marchio sulla fronte o sulla mano, berrà il vino dell’ira di Dio che è versato puro nella coppa della sua ira e sarà torturato con fuoco e zolfo Il fumo del loro tormento salirà per i secoli dei secoli, e non avranno riposo né giorno né notte quanti adorano la bestia e la sua statua e chiunque riceve il marchio del suo nome».

Apocalisse 16:2
Partì il primo e versò la sua coppa sopra la terra; e scoppiò una piaga dolorosa e maligna sugli uomini che recavano il marchio della bestia e si prostravano davanti alla sua statua.

Apocalisse 19:20
Ma la bestia fu catturata e con essa il falso profeta che alla sua presenza aveva operato quei portenti con i quali aveva sedotto quanti avevan ricevuto il marchio della bestia e ne avevano adorato la statua. Ambedue furono gettati vivi nello stagno di fuoco, ardente di zolfo.

Apocalisse 20:4
Poi vidi alcuni troni e a quelli che vi si sedettero fu dato il potere di giudicare. Vidi anche le anime dei decapitati a causa della testimonianza di Gesù e della Parola di Dio, e quanti non avevano adorato la bestia e la sua statua e non ne avevano ricevuto il marchio sulla fronte e sulla mano. Essi ripresero vita e regnarono con Cristo per mille anni;

Dopo aver spiegato cosa significa “numero della Bestia” passiamo al “micro chip”. Per micro chip in questo caso si intende un piccolo componente elettronico che ha la possibilità di immagazzinare un notevole numero di dati ed eseguire rudimentali operazioni, tale chip ha la grandezza di un chicco di riso è può essere impiantato al di sotto della pelle, grazie anche a materiali particolari anti rigetto e che aderiscono alla pelle stessa, impedendone il movimento. Questo chip verrebbe utilizzato in ambito medico per poter custodire i dati clinici del paziente in modo che non ci possano essere confusioni, inoltre potrebbe fungere anche da dispositivo di identificazione per accertare la reale identità di un individuo, tutto questo grazie ad uno scanner che, passato sopra al chip, legge le NumeroDellaBestiainformazioni in esso contenute e le comunica a chi di dovere.

Partendo dal presupposto che sull’esistenza di tale “chip” vi sono solo supposizioni, passiamo ora all’accostamento di idee ipotizzando che tale tecnologia esista e venga utilizzata a breve, come alcuni teorici del complotto affermano. Se leggiamo il primo versetto che ho riportato sopra, si parla di un marchio tanto potente che “ nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio”, facendo ora una piccola associazione fra il chip e il numero della Bestia potrebbe essere possibile che questo marchio sia in realtà un chip e servisse proprio per indurre chi lo porta a fare ciò che vuole il suo creatore? Se in realtà l’Apocalisse descrivesse, modo metaforico, una tecnologia che ci sarà in futuro? Forse le teorie complottiste partono da molto lontano, ma queste sono speculazioni a cui ognuno di noi da la risposta che preferisce.

Avventure

Leggendo questa notizia, il mio pensiero è volato immediatamente ad un vecchio gioco per PC che si chiamava Syndacate e al suo successore Syndacate Wars. In questo gioco in stile cyberpunk, ogni essere umano aveva un chip innestato nel cranio, in modo da poter influenzare la mente e rendere più malleabili le popolazioni, ed il giocatore guidava degli agenti di una megacorporazione, come se fossero delle marionette, proprio tramite tale chip, regolando i valori vitali, come l’adrenalina, in modo da controllare la forza in combattimento o la resistenza al dolore.

“Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d’uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.”

Appare evidente la connessione fra tali giochi, che consiglio a tutti di provare, e il nostro chip, facilmente quindi si può adattare ad un mondo futuristico, stile Cyberpunk 2020, in cui le corporazioni si assicurano la fedeltà dei loro dipendenti tramite chip di controllo mentale e di rintracciamento/riconoscimento, in modo da ritrovare in ogni angolo del mondo le proprie barcode_666“risorse” e impedire, a chi non è autorizzato, l’ingresso nelle proprietà delle corporazioni, mettendo di fatto il proprio marchio sugli uomini al loro servizio. Sempre in ottica futuristica si potrebbe pensare ad una società orwelliana in cui ognuno è schedato, e il chip impiantato nel corpo contiene tutti dati clinici e anagrafici del soggetto, il tutto poi potrebbe essere controllato da una macchina che “guida” l’uomo nel modo “migliore” come nel film “L’uomo che fuggì dal futuro”, oppure da un concilio di “saggi” al di sopra di tutti. In questo tipo di ambientazioni gli aspetti più interessanti da sviluppare sono quelli del libero arbitrio e dell’individualità e quindi della loro ricerca in un mondo dove sono scomparsi.

“Poi, un terzo angelo li seguì gridando a gran voce: «Chiunque adora la bestia e la sua statua e ne riceve il marchio sulla fronte o sulla mano, berrà il vino dell’ira di Dio che è versato puro nella coppa della sua ira e sarà torturato con fuoco e zolfo Il fumo del loro tormento salirà per i secoli dei secoli, e non avranno riposo né giorno né notte quanti adorano la bestia e la sua statua e chiunque riceve il marchio del suo nome»”.

In ambo i casi sarebbe possibile ipotizzare guerre combattute da varie fazioni che, grazie ai chip di riconoscimento potrebbero colpire in modo mirato i propri nemici senza ferire gli alleati. Un’altra interessante ipotesi riguarda l’aspetto sovrannaturale che ancora non abbiamo trattato, ovvero il numero 666. Nell’apocalisse il marchio sembrerebbe di origine mistica, ma se invece fosse di origine tecnologica? Se un giorno apparisse una corporazione che per beneficiare dei propri servizi “miracolosi”, come guarigioni istantanee, lavori estremamente remunerative, profumi e creme con un potente fattore afrodisiaco e chi più ne ha più ne metta, richiedesse di essere registrati tramite un chip sotto cutaneo? Molti cadrebbero nelle sue lusinghe per poi scoprire che dietro di lei vi è un RFID_In_Hand-500x300potente essere sovrannaturale, Demone, Diavolo o chiunque voi vogliate, che schiavizza i propri sudditi in questo modo. Oppure in realtà l’Anticristo dell’Apocalisse non è altro che un’ IA, Intelligenza Artificiale, che ha in programma di schiavizzare l’umanità per poter sopravvivere e controllare il mondo, in stile Matrix, utilizzando i chip per guidare i propri servi, pensate a Salem e Melkhizedek in Alita.Questi sono solo alcuni spunti per eventuali avventure e/o ambientazioni, a voi stabilire se inserire l’elemento sovrannaturale o meno. Come di consueto concludiamo con due spunti.

Nel primo spunto siamo nel 2030 e una Corporazione legata al ramo assicurativo, dal nome B. Feast, lancia sul mercato, gratuitamente per i suoi assicurati, un chip sub cutaneo che registrata tutti i dati clinici e permette di evitare errori nel leggere le cartelle e sopratutto assicura la copertura assicurativa per le cure mediche. In breve tempo si diffonde e piano piano viene usato anche per altri usi, come i pagamenti e l’identificazione. Durante la massima espansione del prodotto, strane morti coinvolgono i dirigenti della Corporazione. I PG vengono assoldati per indagare e scoprono, durante le loro indagini, che dietro le morti vi è una setta segreta chiamata “Deus Irae”. Da ulteriori approfondimenti sembra che loro combattano la B. Feast perchè dietro la sua facciata si nasconde un culto legato ad Asmodeus il Corruttore. Starà ai PG scoprire la verità.

codicebarreIl secondo spunto parte in un remoto futuro. La Terra è stata devastata da una guerra nucleare e pochi sono i sopravvissuti. I pochi sopravvissuti, dopo anni di fatiche e sacrifici, sono riusciti a ricostruire una società primordiale, similare al medioevo, con scarsa tecnologia e con un sistema feudale. Improvvisamente alcuni di loro furono colti da una specie di demenza, senza preavviso lasciarono ciò che stavano facendo e si misero in cammino per una destinazione ignota. Dopo circa un anno gli uomini scomparsi tornano armati di tutto punto pronti per combattere contro i loro fratelli per conquistare ogni cosa in nome del loro signore: il Padre. I PG sono fra coloro che hanno resistito al richiamo del Padre e, durante la loro lotta per la sopravvivenza, scopriranno che il Padre non è altro che una IA risvegliatasi con l’intento di “pacificare” il mondo controllandolo. Comprenderanno, inoltre, che gli uomini sono comandati tramite dei chip sottocutanei installati prima della guerra per un qualche motivo sconosciuto e che il Padre innesta nuovi chip su chiunque riesca a catturare.

Giochi consigliati

Il tema del marchio della Bestia risveglia il sapore sovrannaturale della lotta tra bene e male e sopratutto tra Angeli e Demoni, per cui sicuramente il primo gioco che consiglio è il nostrano Angeli&Demoni della Rose&Poison, proseguendo passiamo ad un classico come In nomine/Magna Veritas, nel quale il triplo 6 è un successo critico se si interpreta un Demone, e terminiamo con Daemon: the Fallen della White Wolf, che tra l’altro sta per far uscire la versione per il New World of Darkness.In tutti e tre i precedenti titoli si può sfruttare l’idea di un “marchio” tecnologico adoperato da alcuni Demoni per soggiogare gli uomini e poi sviluppare la trama in base alla “fazione” con cui giocano i PG.

Subito dopo il lato sovrannaturale passiamo a quello complottistico e quindi all’oscuro Cospiracy X, in cui i chip potrebbero essere utilizzati dagli alieni come sistema di controllo per gli umani, coadiuvati dal Black Book, per gli amanti di X-Files c’è, nella terza serie, il doppio episodio “Il rituale” e “Operazione Paper Clip” che tratta proprio di un tema simile. Facendo ora un balzo in avanti passiamo a Cyberpunk 2020, come accennato in precedenza i chip potrebbero essere metodi di controllo delle Megacorporazioni, come l’Arasaka, innestati nei loro dipendenti e clienti, stesso discorso per il tecno-fantasy Shadowrun, in cui il chip potrebbe far parte di una macchinazione da parte di qualche spirito insetto per poter spargere il germe della regina madre.

Rimanendo sempre nel futuro possiamo usare questi spunti per dare alla Chrysalis Corporation una nuova arma per diffondere la corruzione dei suoi abominevoli signori, i Grandi Antichi, trasformando il chip i una sorta di marchio degli Antichi dei che permette di attingere dalle energie vitali di chi lo possiede, tutto questo ovviamente nel Gdr Cthulhutech, sempre nell’ottica di orrori oscuri è possibile inserire chip necrobionici nella splendida ambientazione di Mutant Chronicles della Target Game. In ultimo, anche se non del tutto attinente, adattando la tematica del chip e del controllo si potrebbe giocare un’avventura nel mondo di Paranoia, magari i chip potrebbero essere opera dei “perfidi comunisti”. Ora vi lascio, ho uno strano desiderio di comprare prodotti della +*@*-# che mi è venuto proprio insieme ad un prurito sul dorso della mano…

Link consigliati

Articolo di Altra Informazione sui micro chip subcutanei

Articolo su Wired inerente i micro chip subcutanei

Articolo su una presunta legge americana sui chip

 

A proposito dell'autore

Giocatore e soprattutto Master con un'esperienza ormai ventennale. E' anche Narratore di Giochi di ruolo dal Vivo con ambientazione Vampire Masquerade e Requiem da ormai dieci anni con una breve parentesi di tre anni come Narratore di Larp Fantasy.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.