Labyrint LordSalve a tutti, oggi ci addentriamo in una segnalazione un po’ più particolare del solito: vi parlo di un “OSR” andandovi a presentare il gdr di Labyrinth Lord! Prima di tutto però è necessario che spenda due parole su cos’è un OSR visto che l’ho citato e che forse non tutti sanno cos’è esattamente…

Da un po’ di tempo, grazie soprattutto anche a (N.d.A.)ho scritto “anche a“, in quanto l’autore dell’articolo è consapevole che ci sono millantamotivi, ma questo è quello più alla portata delle nuove generazioni) youtube e al riproponimento di gameplay dei vecchi videogiochi di una volta si sta assistendo da un bel po’ di tempo all’imporsi e al riproporre le vecchie glorie del passato. Ecco quindi che escono un sacco di cloni o retrocloni, come sono stati battezzati oggigiorno, anche in campo gdr!

Quindi Labyrinth Lord è esattamente quello che pensate sia! Una rivisitazione in chiave moderna della vecchia e mai tramontata versione/edizione della D&D Scatola Rossa. Attenzione però non è solamente un retroclone, ma proprio una presentazione di un mondo che ha portato noi a giocare ai gdr, spiegato e presentato a chi all’epoca non c’era ancora. Un passo azzardato? Una mossa commerciale o solo il bisogno di far sentire anche noi nonnini giovani in mezzo alle nuove leve? Non voglio assolutamente aprire un flame (anche se qualcuno della redazione sostiene che aumenti le visualizzazioni…), ma è che di questo se ne parla da talmente tanto tempo che vi basterà cercare su Google, o se siete pigri andate pure qui, e farvi voi un’idea più precisa su questo lato più “gossiparo”!

Torniamo a noi. Per capire cos’è Labyrinth Lord non posso che citarvi la prefazione del manuale stesso:

Labyrinth Lord è la riscrittura di un set di regole che sarebbero ormai fuori produzione e non supportate commercialmente. Questo lavoro aderisce allÊidea che le regole di un gioco non sono soggette a copyright, ma lo è solo la loro presentazione specifica. Lo scopo di Labyrinth Lord e degli altri sistemi „retro-clone‰ è rendere di nuovo disponibili queste regole come riferimento comune agli editori che vogliono realizzare materiale di gioco non solo compatibile con il sistema „retro-clone, ma anche con il sistema emulato. In questo modo, è possibile contribuire alla creazione di un mercato per giochi che sarebbero altrimenti svaniti nel passato. Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito www.goblinoidgames.com.

Il manuale lo potrete scaricare completamente gratis da questa pagina internet in due versioni: una che è quella base e l’altra nella sua forma più avanzata. Purtroppo l’edizione gratuita manca completamente delle immagini dei vari autori che si potranno avere solo nella versione “a pagamento”, un problema che però non impedisce di leggere e guastarsi appieno il lavoro prodotto dagli autori. Si perché Labyrinth Lord è un gioco che è stato tradotto e viene in questo modo condiviso dal Blog “ilsignoredeilabirinti.blogspot.it”. Com’è questo gioco?

stairwayIl giocatore viene proiettato in un mondo che non ha conosciuto, di cui potrebbe aver sentito parlare da suo padre o se mooolto giovane perfino da suo nonno e si ritrova in un mondo fantasy che funziona senza talenti, che spesso è lasciato un po’ a se stesso e che con sua grande sorpresa l’Halfling, il nano e l’elfo sono razze-classi!

A noi la cosa fa più che sorridere, perché ci riporta indietro ai lontani anni 70-80 in cui iniziammo leggendo quello che Ingellis portò da oltre oceano. Non nego che la cosa ancora oggi mi fa sorridere alla grande, ma sappiate che era questo il bello del gioco, poter fare quello che oggi forse è fin troppo sdoganato e si è forse perso. Nel senso che oggi avendo la possibilità di fare il mezzo gigante mezzo drago, mezzo folletto con “aivoglia” perfino l’archetipo mezzo troll ci salta fuori roba degna del Dottor Frankenstein!

L’esplorazione di un dungeon, il ritrovamento di un tesoro evitare di essere masticati dal mostro di turno non cambiano di certo, ma è lo stile e il come che cambia! Eccome se cambia, qui infatti non avrete a disposizione talenti come Critico migliorato o Colpo vitale, solo per citare uno delle tante combo one shot!

Il manuale quindi lo consiglio caldamente a tutti coloro che non sanno cosa fosse giocare di ruolo al tempo. Se siete curiosi, se lo volete provare oppure se avete un parente un po’ ehm ammuffito che volendo può farvi provare l’ebrezza di un OSR, questo rispecchia appieno quel setting così famoso e caro a milioni di nerd!

Tenete conto inoltre che nel manuale base sono presenti:

– Incantesimi per maghi e per chierici;

– Mostri a non finire (da soli occupano un sacco di spazio);

– Come generare il vostro tesoro e come farlo trovare ai vostri giocatori;

– Tabelle di livello per le classi base fino al 20° Livello.

Alt! Se pensate davvero che l’ultima frase dell’elenco non sia una peculiarità e una nota a favore sappiate che noi all’epoca della mitica scatola rossa per arrivare a quel clamoroso livello abbiamo dovuto comprare almeno altri 4 circa manualetti con relative scatole!!!

In conclusione un bel gioco, adattabile a tutto il materiale che è stato fatto e pensato per l’Osr e se siete anche masticatori della lingua d’Albione avrete materiale per molto, ma molto tempo! Fateci un pensierino e fateci sapere se anche questo free to play, un po’ datato 🙂 merita! Buona lettura e alla prossima settimana.

 

A proposito dell'autore

Presidente dell'Associazione Ludica Oltretempo di Castelnuovo Rangone (Mo). A tempo perso gli piace giocare e provare un po' tutti i giochi di ruolo, anche se preferisce quelli italiani. Nel suo passato ha praticato anche un po' di sport quali nuoto, scherma medievale, e ovviamente anche "soffi air"...

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.