La storia di cui parleremo oggi descrive il curioso edificio realizzato da un eccentrico imprenditore in vista di un possibile olocausto nucleare. L’eccentrico imprenditore è Larry Hall e l’edificio che stiamo per descrivere è “Il condominio nel silos per missili”

La storia

Quando Allen Tyler a deciso di investire 3 milioni di dollari per un condominio di lusso vicino Concordia, in Kansas, non è stato attratto dalla piscina coperta, dal cinema o dal giardino idroponico. La reale motivazione dell’acquisto dell’appartamento di 170 mq è stata quella che l’appartamento si trova 50 metri sotto terra in silo di missili dismesso e capace di resistere ad un attacco nucleare. Il signor Allen è un uomo di 45 anni di Orlando, BN-FJ502_1104se_M_20141104162824Florida, possessore di sports bar e nightclub, e non è un fautore della “fine del mondo” ma con l’aumento dei pericoli nelle città, come pandemie, cataclismi e attacchi terroristici “se c’è un Camp David per il presidente” dice Allen “perchè, se uno può affrontare la spesa, non può averne uno personale?”. Questo cosiddetto Condominio Per la Sopravvienza vanta appartamenti della grandezza di un piano intero o di metà, per un prezzo che parte da 1,5 milioni di dollari fino a 3 milioni di dollari. L’edificio può contenere fino a 75 persone, e i compratori includono dottori, scienziati e imprenditori, assicura il realizzatore Larry Hall. Il signor Hall, che vive a Denver, ha comprato il suo primo silos di missili in Kansas nel 2008 e ha completato la costruzione nel dicembre del 2012. Un anno dopo, come garantisce il costruttore, sono andati venduti tutti gli appartamenti. I lavori sul secondo complesso, dove il signor Allen ha comprato un’unità abitativa, sono in corso e Hall sta considerando la possibilità di realizzarne altri in Texas e altrove. Gli ex siti per i missili nucleari sono stati costruiti sotto la supervisione dell’esercito ed erano stati originariamente progettati per resistere ad un attacco diretto da parte di una bomba nucleare. Al livello del suolo, possono essere sigillati grazie a due porte corazzate del peso di 7 tonnellate ciascuna, Hall ha aggiunto un sofisticato sistema di trattamento dell’acqua e dell’aria, un network di computer all’avanguardia e numerosi generatori di elettricità.

 

Il progetto nasce sull’onda della crescente angoscia nata dopo l’attacco dell’ 11 settembre e che ha continuato a crescere in questi anni, inasprita dalla crisi finanziaria globale, dal pericolo derivante dall’Ebola oltre che dall’ISIS. Il condominio, come ama definirlo il suo creatore, permette di condurre una vita da lusso nel sottosuolo. In aggiunta ai consueti comfort, che includono un parco per i cani, in centro fitness e dei centri medici, il comples2so possiede riserve di cibo che possono durare per 5 anni. Ci sono anche delle celle di contenimento per i residenti indisciplinati. Le unità abitative individuali hanno un soffitto alto 2,7 metri, luci che simulano la luce del sole e al posto delle finestre ci sono degli schermi video che possono mostrare varie immagini, dal paesaggio al profilo urbano. Molti dei compratori, al contrario di Allen, non vogliono che i propri nomi vengano resi pubblici. Un BN-FJ498_1104se_M_20141104162809manager di una compagnia di tabacco del Connecticut ha pagato 12 milioni di dollari per acquistare 4 piani interi, abbastanza spazio per alloggiare la sua numerosa famiglia e numerosi amici. Inoltre ha assunto un decoratore ed ha dotato i suoi piani di camini, mobili antichi ed ha aggiunto ulteriori “finestre” rispetto a quelle già presenti. “Credo che sia un’assicurazione sulla vita” ha detto, aggiungendo che pensa di usare il super-bunker solo in caso di estrema emergenza, sua moglie, continua il manager “odia l’idea” e rifiuta l’idea di mettere piede in quel posto “per adesso” conclude. Le spese per la sicurezza della propria casa sono salite da 7 bilioni nel 2001 a 12 bilioni nel 2011, e si ipotizza che possano salire oltre i 16 bilioni nel 2016, in accordo con il Freedonia Group, una società di ricerche di mercato con sede a Cleveland. Queste spese coprono tutto, dagli strumenti di sicurezza di routine fino a ogni sorta di camera rinforzata che guadagnato un ampia attenzione più di 10 anni fa ed è stata protagonista nel 2002 del film “Panic room”.
Il progetto del silo, d’altro canto, porta il concetto di camera di sicurezza a un altro livello. Hall garantisce che il complesso provvederà al trasporto armato dei vari residenti dal più vicino aeroporto o da un qualsiasi posto entro 650 km dal silo. Una guardia armata protegge l’entrata al complesso tutto il giorno. Alcuni proprietari non stanno aspettando l’Armageddon per provare il proprio appartamento. Hall e la sua famiglia passano l’estate e alcuni giorni di ottobre nel loro appartamento sotterraneo. Lori Hall, moglie del realizzatore, ammette che ci vuole un po’ per abituarsi all’idea. P1-BR871A_SECUR_16U_20141109171814“Inizialmente era un piccolo taboo questo argomento, e le persone pensavano che fossimo un po’ matti” afferma la moglie. Amy Sprague, vicina di Hall e amica di sua moglie, ammette è stata scioccata l’anno scorso quando ha sentito per la prima volta i dettagli del progetto. “Sembrava spaventoso, oscuro e freddo come un buco nel terreno” ricorda la donna “Ero veramente confusa da questa idea. Stupita.” Alla fine lei e la sua famiglia hanno comunque accettato l’invito a far loro una visita una sera. In quel pomeriggio e sera, le famiglie hanno fatto un falò fuori dal silo e i bambini si sono divertiti a trovare fossili e altri tesori nei campi intorno al complesso. “Era più grande di quanto mi aspettassi” confesso Sprague “i miei figli hanno detto che era meglio di Disney.”

Avventure

Appena ho letto questo articolo ho pensato subito a Fallout, la saga post apocalittica creata da Interplay e poi proseguita, a mio avviso in modo non all’altezza, dalla Bethesda. In Fallout c’erano i Vault, enormi complessi sotterranei autosufficienti creati dalla Vault-tech per poter resistere ad una guerra nucleare, stesso principio dei “Condomini di lusso” di cui sopra. Partendo da questa premessa si possono sviluppare 3 punti per poter adattare questa notizia alle vostre campagne. Il primo, e forse più banale, è quello utilizzato nella succitata saga videoludica e cioè il rapporto tra le persone all’interno del Vault e l’esterno, a questo punto si apre un mondo di possibilità sfruttando gli svariati esempi che il mondo dei film, dell’animazione, dei fumetti, dei Gdr e dei videogiochi ci possono offrire, immaginate ad esempio cosa deve provare un uomo sopravvissuto per svariati anni al chiuso non temendo pericoli se non quello della noia, quando esce al di fuori del suo rifugio ed incontra delle lande desolate infestate da uomini mutati a causa delle radiazioni, da bande di predoni che depredano i più deboli, oppure la difficoltà di relazionarsi con i pochi sopravvissuti che si sono riunite in comunità autonome guidate di volta in volta da spietati governatori, consigli cittadini o gilde di mercanti, comunità rinchiuse all’interno di recinti fatti di lamiere e rottami a cui poco interessa ciò che era prima e in molti casi manco lo ricordano, come potranno trattare i sopravvissuti che seguono delle leggi e un governo che non esistono più? Come potrebbe giungere a patti un sopravvissuto che crede ancora nella costituzione del proprio paese, con un nascente gruppo che cerca di costituire un nuovo ordine nel nome di un qualche carismatico leader o di qualche crudele ideale?

In aggiunta ai pericoli legati ai nuovi abitanti delle terre devastate vi sono i pericoli legati all’ambiente mutato, pericoli di cui non è al corrente un P1-BR867_SECURI_M_20141109162604uomo vissuto segregato all’interno di un bunker, come le radiazioni, le acque avvelenate, i residui tossici di depositi distrutti, scarsità di cibo e medicine, animali mutati e ogni altro cliché più o meno realistico che l’ambientazione post-apocalittica può riservare. Come già detto in precedenza questa tematica è stata sviscerata in modo più che esauriente per cui vi segnalo alcuni nome di riferimento che possono darvi un’idea per storie con questa ambientazione, inizierò citando il classico “Mad Max”, di cui hanno rifatto recentemente un seguito a breve nelle sale americane, qui il concetto di predoni e nuova società è diventato l’esempio che ha ispirato i film e giochi che lo hanno seguito, continuiamo con “The Postman”, film non all’altezza del precedente ma che rende bene l’idea di come in un mondo post apocalittico chiunque può trasformarsi in un mostro e tiranno e ciò che era prima non ha più importanza inoltre anche l’aspetto di come le cose per noi scontate le comunicazioni siano importanti e possano costituire un modo per ricreare una comunità, altro film molto introspettivo che racconta la crudeltà a cui l’uomo può arrivare è “The Road” film dove si narra la lotta per la sopravvivenza di un padre e un figlio in un mondo devastato, passando ai fumetti non può essere non citato “Ken il guerriero”, altro archetipo del mondo post apocalittico, e poi passando ai videogiochi vorrei citare Wasteland, precursore di Fallout, e Wasteland 2, uscito da poco per PC.

Come si vede questo aspetto è stato descritto e utilizzato ampiamente per cui passere al secondo aspetto interessante che si può utilizzare e cioè la vita all’interno del condominio e i rapporti fra i vari abitanti. Immaginate cosa significhi vivere all’interno di un bunker senza poter mai uscire e vedere la luce del sole, respirare l’aria fresca, dove l’unico luogo dove poter passeggiare sia una sala comune con una piscina e delle piante finte, un habitat dove vi è un solo refettorio che funge da bar, pub e ristorante, una comunità ristretta dove si conoscono tutti e non vi è mai ricambio, tutto questo senza sapere quando o se si potrà uscire, visto che all’esterno non si sa cosa sia rimasto dopo la catastrofe. Sicuramente una delle cose che può succedere sono atti isterici dovuti all’insorgenza della claustrofobia indotta dalla prolungata permanenza in luoghi ristretti con la consapevolezza di non potere uscire, successivamente ci potrebbero essere fenomeni di isterismo legati all’ansia crescente dovuta sia alla routine monotona e sempre uguale sia all’interazione fra le persone, le stesse persone per giorni, anni, cosa normale anche adesso in un condominio, ma in questo caso senza la possibilità di staccare, queste persone sono le stesse nel refettorio, nella sala comune, nel corridoio, con tutti i loro piccoli difetti, abitudini fastidiose. Aggiungiamo poi problemi di ordine tecnico, malfunzionamenti a sistemi vitali, come la depurazione dell’acqua, che si devono risolvere altrimenti si rischia la vita di tutto l’habitat, oppure dei governatori che gestiscono il condominio in modo tirannico e paranoico, magari anche a causa di una sopraggiunta pazzia dovuto allo stress per le enormi responsabilità che gravano sulle sue spalle, altro problema a lungo termine potrebbe essere anche la sovrappopolazione se la clausura si protrae per troppo tempo.

Tutte queste sensazioni sono poi amplificate dall’ambiente chiuso, claustrofobico e cupo, sempre in penombra. Tutto questo può portare a splendide avventure, dalle tematiche forse più adulte, legate al rapporto fra i singoli PG e PNG, i vostri PG potrebbero essere una famiglia di persone che cerca di sopravvivere dopo anni di clausura, mentre tutti pensano a se stessi, cercando di accumulare cibo delle scorte, ingraziarsi i tutori dell’ordine per avere delle agevolazioni in un regime tirannico stile stato di polizia, oppure potranno fare parte del servizio d’ordine e dovranno indagare su misteriosi BN-FJ500_1104se_M_20141104162809omicidi o furti di scorte, scovando indizi degli umidi corridoi e interrogando una popolazione ostile a causa della forzata permanenza. I PG potrebbero fare anche scelte difficili come assecondare gli ordini pazzoidi del governatore o, per usare un termine di fallouttiana memoria, del sovrintendente uscito di senno, oppure lavorare in segreto per destituirlo. Le possibilità sono molteplici e a mio avviso interessanti. L’ultimo punto in realtà è una variazione del secondo, l’idea di fondo è che il condominio sia in realtà un laboratorio per testare un progetto segreto all’insaputa dei suoi abitanti, ad esempio la misteriosa organizzazione che sta dietro alla costruzione dei condomini potrebbe aver celato dentro al cibo e all’acqua un virus mutageno che forza delle mutazione in chi lo ingerisce, tutto questo per creare una sorta di razza superiore capace di resistere alle condizioni avverse dell’esterno.

Questo ultimo punto prevede che ovviamente vi sia un’organizzazione segreta alla base del complotto e abbia una base, del tutto simile a quella dei condomini, che sia connessa con i vari laboratori e sia pronta a raccogliere i suoi frutti, magari per poter ricreare un ordine mondiale sotto il suo emblema. In questo caso i PG dovrebbero essere in grado di uscire dal condominio e poter investigare su quanto successo, si potrebbe dunque strutturare una campagna che si sviluppa all’inizio all’interno del condominio e poi esternamente. Per chi ha giocato Fallout 3 questo punto sicuramente non sarà nuovo, infatti alcuni Vault sono proprio sede di esperimenti, anche se non è ben specificato il motivo di ciò.

Concludiamo ora con i consueti due spunti. Il primo si basa sul secondo punto: all’interno del condominio i PG fanno parte della sicurezza sotto il comando del governatore Lucas, che sembra reggere bene il suo ruolo e le sue responsabilità. Alcuni giorni fa alcune ombre sono apparse fra la polvere che soffia al di fuori del condominio, le ombre hanno occhi rossi e sembrano guardare con intenzioni malevole la porta blindata del complesso. Nel mentre alcuni strane morti si sono verificate nel Condominio. Dopo alcune indagini, volute dal governatore, sembra che la causa sia in tutti i casi suicidio. Il governatore decide di chiudere le indagini ma uno dei defunti era un amico dei PG e loro non sembrano convinti di quella causa. BN-FJ507_1104se_M_20141104162831Andando avanti con le indagini scopriranno che i suicidi sono inscenati e che dietro tutto sembra esserci uno dei magazzinieri che si lancerà contro i PG e si fermerà solo con la morte. Indagando fra le sue cose e i messaggi all’interno della rete di comunicazioni del condominio, i PG scopriranno delle lettere in cui il governatore commissiona gli omicidi, per ridurre le bocche da sfamare in vista dell’esaurimento delle scorte di cibo, inoltre scopriranno che molti dei membri del condominio sono d’accordo con il governatore, per cui ai PG toccherà scegliere se provare a contrastare il governatore e tutto il suo seguito o rischiare di uscire dal complesso e incontrare le ombre.

Il secondo spunto è un riadattamento fantasy dell’articolo che si ispira ad una vecchia avventura per D&D: Durante le loro avventure i PG scoprono una porta in un metallo particolarmente resistente, coperta dalla vegetazione. Aprendo la porta i PG scopriranno un complesso sotterraneo immenso e chiuso da decine di anni. A guardia di questo complesso vi sono delle statue animate e golem, rivelando la natura arcana del complesso. Proseguendo scopriranno delle vere e proprie case scavate nella roccia e un sistema di illuminazione magico, l’acqua proviene da una fonte naturale e il cibo è dato da alcuni funghi che nascono in stanze apposite. Scendendo in profondità scopriranno che gli abitanti sono quasi tutti morti e i pochi rimasti sono completamente impazziti e attaccheranno i PG gridando frasi del tipo “nel nome di Zalur”. Arrivati in fondo a questa caverna che si sviluppa in profondità nelle viscere della terra, scopriranno che sul fondo vi è una strana fanghiglia che emano un odore particolarmente acre che quasi subito causa loro delle allucinazioni. In realtà la fanghiglia è Zalur, una sorta di essere a metà tra una muffa e una melma, grazie ai miasmi che produce crea delle allucinazioni che alla lunga portano alla pazzia, inoltre è in grado di prendere la forma di un’enorme blob che usa degli pseudopodi per attaccare. Riusciranno i nostri eroi a distruggere Zalur o subiranno la sorte degli abitanti dalla città perduta?

Giochi consigliati

Il primo gioco che mi viene in mente è Deadland – Hell on earth, il sequel del blasonato Deadland -Wyed West da poco tradotto in italiano per Savage Worlds, in Hell on earth possiamo immaginare che le Industrie Hellstrom abbiano creato una serie di rifugi sicuri alimentati a pietre fantasma, in attesa dell’armageddon, in questi rifugi “sicuri” può succedere di tutto: gente mutata dalle pietre fantasma, manitou che prendono il possesso dei morti sotto forma di Harrowed per uccidere i gli abitanti oppure alcuni abitanti del wasted west come il Cult of Doom potrebbero essere interessati alle meraviglie pre apocalisse e quindi tentare di penetrare nel bunker per prenderle. Questo articolo come visto nel secondo spunto di avventura può essere adattato ad ambientazioni Fantasy e a giochi come D&D, con un po’ di fantasia è possibile anche inserirlo in Exalted, trasformando il condominio di lusso in un artefatto della prima era atto a difendere i residenti, ovviamente un artefatto di tale potenza farebbe gola a chiunque e gli eventuali ospiti potrebbero essere potenti nemici o inestimabili alleati. Se poi volete, potete cercare qui e… War… war never changes

fallout-3

Link consigliati

sito da cui è tratto l’articolo 
sito della società che vende gli appartamenti 

Storie di Immaginaria Realtà - Il condominio nel silos per missili
89%Storie di Immaginaria Realtà - Il condominio nel silos per missili
Voti lettori: (3 Voti)
89%

A proposito dell'autore

Giocatore e soprattutto Master con un'esperienza ormai ventennale. E' anche Narratore di Giochi di ruolo dal Vivo con ambientazione Vampire Masquerade e Requiem da ormai dieci anni con una breve parentesi di tre anni come Narratore di Larp Fantasy.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.