Si è concluso qualche giorno fa il #MiniSettings #Contest di Musha Shugyo RPG, il gioco di ruolo e da tavolo di combattimento picchiaduro in stile arcade che rievoca le emozioni dei film di arti marziali più famosi!

I partecipanti sono stati in tanti, bisognava creare un piccolo GDR che funzionasse utilizzando il motore base di MS, ma lo si poteva espandere o modificare con nuove regole a piacere.

GDR Italia ha partecipato seguendo da vicino il Contest e analizzano tutti i MiniSetting. Quattro giurati della redazione hanno poi espresso il loro giudizio e ora vi presenteremo le mini recensioni della Giuria Tecnica di GDR Italia!

Al termine di un ciclo di tre articoli vi presenteremo anche la classifica finale. Questi giudizi andranno a fare media con quello espresso dalla Giuria Popolare e quello della Giuria Artistica, andando in fine a creare la classifica finale è decretare uno o più vincitori del Contest!

Innanzitutto vi presentiamo i membri dello staff di GDR Italia che hanno giudicato i MiniSettings!

  • Cybertroll: Federico, come lo chiama chi non lo conosce, fa parte di GdRItalia da quasi dieci anni, nei quali ha tolto lo sporco dai pavimenti, rispolverato i forum, riempito le mensole dei Download, fatto da buttafuori e altre cose a caso.
  • De4thkiss: Giocatore, appassionato di giochi di ruolo da sempre, a volte autore e a volte “quello che da consigli agli autori”. Nello staff di GdRItalia da una vita. E tutto questo, si spera, ancora per molto tempo.
  • Lavos-D: Il suo motto è: “devo provare anche questo gioco, altrimenti non lo posso criticare”. Quando il suo eterno ruolo di master gli lascia tempo libero lavora a GdRItalia in veste plurima di pasticciere ufficiale, redattore, editor, (re)censore, traduttore in seconda e spalla comica a tempo perso.
  • Aindur: Giocatore e soprattutto Master con un’esperienza ormai ventennale. E’ anche Narratore di Giochi di ruolo dal Vivo con ambientazione Vampire Masquerade e Requiem da ormai dieci anni con una breve parentesi di tre anni come Narratore di Larp Fantasy.

Passiamo dunque subito alle prime recensioni, presentate nell’ordine in cui sono stati originariamente pubblicati i MiniSettings sul blog di Musha Shugyo RPG. I link vi porteranno agli articoli originali riguardanti i MiniSettings, da cui potrete anche scaricare i PDF free di ogni gioco.

I voti sono stati espressi con un punteggio da 1 a 5 per ogni giurato, si è poi fatta una media matematica, che trovate alla fine della presentazione e delle recensioni di ogni MiniSetting!

Onirorama

Ti risvegli in un LUOGO che ti da una sensazione di tranquillità e sicurezza. C’è accanto a te una PERSONA che ti racconta che c’è qualcuno in pericolo: questa VITTIMA sta sognando e tu sei dentro ai suoi sogni.
Corri! Sbrigati a uccidere gli incubi che impediscono alla povera vittima di risvegliarsi e a te di rimanere bloccato tragicamente nel sogno di un altro!

  • Cybertroll: Tematica alla “Non Cedere al Sonno” con un supporto narrativo leggero estremamente classico e codificato. Apprezzabili mostri e regole aggiuntive.
  • De4thkiss: Idea carina per qualunque gioco che non sia MS. Picchiare in sogno mi sembra una pessima idea. Belle invece le tecniche oniriche: perfette da applicare in un setting che prevede un mondo “strano”.
  • Lavos-D: Troppe regole aggiuntive, spiegazione confusionaria con troppi termini tecnici. Le potenzialità comunque ci sono e non sono poche.
  • Aindur: Il mondo dei sogni è da sempre la sede ottima per mille avventure e come tale è stato sfruttato in molteplici modi e in vari ambiti. Il primo che mi viene in mente, anche perchè a mio avviso è uno degli esempi migliori, è quello videoludico con il grandissimo Weird Dream, dove veniva raccontata la storia un uomo che sogna mentre viene operato, consiglio a tutti di provarlo, ovviamente poi ci sono esempi più classici come Inception, da cui prende spunto la TO dell’ancora, Sandman e Sacher Punch. L’ambientazione è molto bella e curata, anche gli incubi danno spessore alla stessa ed inoltre le TO rendono il gioco sempre vario e avvincente e… onirico, inoltre l’idea dell’Oracolo che funziona in modo distorto è veramente brillante e contribuisce a rendere ancor di più l’atmosfera onirica. Un mini setting che di mini ha solo il nome. Ottimo lavoro!

Media Voto: 3,10

Progetto Kairos

I Viaggi nel Tempo sono una realtà, ma vengono controllati, in un mondo futuristico in cui tecnologia e natura coesistono in un idillio perfetto.
Ma ci sono i cronoterroristi con cui fare i conti: individui che vorrebbero sfruttare illegalmente il viaggio nel tempo per modificare il mondo a proprio vantaggio.
E tu sei lì proprio per fermarli!

  • Cybertroll: Apprezzabile, peccato lasci troppo sulle spalle del Colonnello quando avrebbe potuto inserire più variabili negli eventi. Alcune regole (morte automatica con 1 sui paradossi) sbilanciate.
  • De4thkiss: Il setting non è originale (è praticamente quello della serie tv Continuum). Non è originale ma è divertente, quindi chi se ne importa? Le regole extra sui paradossi sono belle. Avrei sperato di vedere tradotto in regole anche i ricordi aggiunti e invece no, peccato.
  • Lavos-D: Le uniche regole aggiuntive (sui Paradossi) sono sbilanciate e con effetti eccessivi come morte istantanea o acquisizione/perdita di mosse. Inoltre il ruolo del Colonnello (Master?) non è ben chiaro.
  • Aindur: I viaggi nel tempo sono sempre affascinanti e creano infiniti spunti di gioco e questo è un grosso pregio dell’ambientazione di questo gioco, ma d’altro canto sono anche difficili da gestire, a causa dei paradossi temporali, ed anche in questo caso Kairos trova una risposta semplice che risolve in maniera brillante, anche se un po’ “facile”, questo problema, introducendo i gradi di intereferenza e le conseguenze che ne derivano. L’idea dei ricordi modificati e gli eventi che ne derivano aggiungono spessore e giocabilità a questo minisetting. Bello.

Media Voto: 2,90

Squadroni d’Acciaio

Per lungo tempo le colonie spaziali umane si sono date battaglia tramite i potentissimi Mech, evolvendo sempre più la propria tecnologia. Ma un un brutto giorno sono giunti dallo spazio i Biovori, temibili alieni che hanno però avuto il merito di riunire l’Umanità sotto un’unica barriera, una volta ancora.
Pilota il tuo Mech trasformabile e sconfiggi l’invasione aliena del nostro Sistema Solare!

  • Cybertroll: Semplice e ben fatto, peccato che per le regole ci sia solo la trasformazione per i mecha in due varianti e nient’altro. Il minimo sindacale per giocare Gundam, era lecito aspettarsi qualcosina di più.
  • De4thkiss: Il setting è figo. E’ perfetto per MS ed è perfetto per tutti gli appassionati di evangelion, robottoni, ecc. MA se devo valutare delle nuove regole, beh, non ci sono.
  • Lavos-D: Setting non originale ma ottimamente realizzato. Bisogna lavorare molto sul lato tecnico, che è invece molto carente.
  • Aindur: Iniziando a leggere l’ambientazione sembra di leggere l’ambientazione di Gundam per poi passare a quella di Robotech, tutte e due capisaldi del filo Mecha, ma in questo caso vi è poco altro che il cambio di alcuni nomi. In modo discutibile vedi MECK=Multipurpose Enhanced Carrier Killer, lasciando un po’ l’amaro in bocca. Per quanto riguarda le regole la sensazione non cambia, c’è giusto un adattamento di regole già esistenti e anche in modo un po’ approssimativo, io personalmente avrei usato il modulo Hyper Armor come in Dawn of Oblivion. Peccato.

Media Voto: 2,83

NOI / LORO

La nebbia ha invaso la Terra e dalla nebbia sono emersi mostri spaventosi. Creature in grado di alterare il creato, di provocare la follia nella gente. Di fondersi con la tecnologia e con qualunque altra cosa. 

In altre parole, l’Apocalisse è iniziata. Ma tu hai un potere particolare: puoi controllare le mutazioni mostruose. Ed hai l’opportunità di prendere a calci l’Apocalisse e i suoi mostri!

  • Cybertroll: Classico survival horror, peccato per la parte dei mostri poco evocativa perché il resto è gradevole.
  • De4thkiss: Il setting è figo. Le regole non aggiungono molto al gioco “base” ma sono funzionali a rendere il base più divertente. Tutto è molto aderente allo spirito di MS. La regola sull’umanità è carina.
  • Lavos-D: Il setting è vago e andrebbe approfondito. Il gioco sembra godibile e ben congegnato.
  • Aindur: Questo setting mi lascia perplesso, in sé non è male ma sa di già visto, le regole aggiuntive, come l’umanità e il fatto che per potenziarsi si deve divenire più “mostruosi” mi piace, però non basta a sollevare il setting. Un buon setting ma nulla di più.

Media Voto: 3,15

Champions of Wrestling

Champions-of-WrestlingUn MiniSetting estremamente giocattoloso che vi proietterà sul ring del Wrestling, in cui gli eroi che tutti conosciamo se la danno di santa ragione a suon di mosse spettacolari, colpi scorretti e chi più ne ha più ne metta!

  • Cybertroll: Un po’ di regole molto specifiche ma non troppo pesanti, si presta molto ad essere giocato come boardgame con le action figure!
  • De4thkiss: Non è il mio genere, non amo i personaggi del wrestling ma il setting è fatto oggettivamente bene. Le regole hanno senso ed espandono l’aspetto “tattico” del gioco. Varrebbe la pena espanderlo, magari colorando il “mondo di gioco” per renderlo più attraente.
  • Lavos-D: Un ottimo supplemento/espansione/approfondimento per MS. Da rivedere il bilanciamento (i lottatori scorretti sono gli unici ad avere un vantaggio) e ampliare.
  • Aindur: Questo minisetting è la mecca per tutti gli amanti del Wrestilng. Ben fatto, curato, permette di ricreare le atmosfere dei ring della WWF grazie all’introduzione di regole ad hoc come il salto dal paletto, l’utilizzo di oggetti e la sottomissione, inoltre vi è una sezione di ambientazione che spiega le diverse tipologie di lottatori e gli stili, che permettono di guadagnare SP. Un ottimo lavoro, unica pecca forse è il sistema dei punti ferita localizzate, che aggiunge profondità al gioco ma forse lo rallenta un po’, e le sottomissioni che sono legate troppo al caso. Prima di concludere vorrei dare una nota di merito per la mossa “colpire l’arbitro”, geniale, e la “taunt” con il quale il nostro personaggio potrà finalmente dire “you can see me?”

Media Voto: 3,05

Alla prossima!

Per ora vi lasciamo con queste cinque piccole recensioni e rinnoviamo l’appuntamento alla prossima puntata. Vi presenteremo altri Mini Settings e recensioni annesse! Solo alla fine di questa carrellata di tre articoli, posteremo la classifica completa, secondo la Giuria Tecnica di GDR Italia!

Musha Shugyo MiniSettings Contest: le Recensioni di GDR Italia - 1
95%Punteggio totale
Voti lettori: (10 Voti)
95%

A proposito dell'autore

Lettori, aiutatemi. La redazione che dovrei coordinare, da oltre 10 anni mi tiene in ostaggio! Mi fa scherzi cattivi, sono vittima di bullismo e vengo preso a pizze quotidianamente! Non so a chi altro rivolgermi! Aiutatemi!

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.