Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Buon Natale a tutti i miei lettori! Oggi vi voglio fare un regalo che spero apprezziate e che possiate trovare utile almeno da meritare una one shot. Dico ciò perché il gioco e soprattutto la sua ambientazione, sempre se siete degli appassionati, merita davvero un po’ del vostro tempo ludico attorno a un tavolo 😀 Vi parlo quindi di Imperium un gdr free creato inizialmente da un francese Oliver Le Grand, e poi tradotto nella nostra lingua da Luigi Castellani del blog Artikid’s, lo stesso traduttore del gdr che vi ho presentato con l’articolo della settimana scorsa.

Imperium potrà essere un nome a voi vago, ma in realtà avete tra le mani il gdr ambientato nel futuristico mondo del Film di Dune, che a sua volta è tratto da un romanzo di Frank Herbert. Il film è uscito nel lontano 1984, quindi probabilmente molti di voi non lo conoscono, ma ebbe un gran successo, soprattutto se teniamo conto che era l’epoca in cui ai cinema di tutto il mondo venivano proiettatati i primi film di Guerre Stellari. Insomma era il momento giusto. Per finire il quadro storico vi posso aggiungere che la realizzazione del film venne a costare qualcosa come circa 45 milioni di dollari e per molto tempo fu ritenuto il film di fantascienza più costoso mai realizzato!

Ah questa grafica anni 80...

Ah questa grafica anni 80…

Il mondo di Dune vede l’uomo sparso e unico padrone dell’intera galassia, gestito da un impero millenario che governa con un sistema feudale. Vi potrà sembrare strano, ma la tecnologia rispetto ad altre ambientazioni è molto vecchia e presentataci con un certo gusto retrò perché all’interno di questa realtà essa non è vista di buon occhio.

I viaggi sono resi possibili dall’utilizzo da parte di una casta di persone chiamate mentalisti che usando la spezia riescono a piegare lo spazio e il tempo, questo permette quindi ai vascelli di spostarsi per la galassia conosciuta. Perfino i computer non sono meccanici, ma uomini a cui con la genetica è stato potenziato il cervello. Una ambientazione molto particolare.

Ora se siete interessati a Dune, al film o ancora meglio al romanzo io posso semplicemente rimandarvi alla pagina di Wikipedia per darvi una maggiore infarinatura, altrimenti davvero ci sarebbe da fare un articolo così lungo che non finirei più…

Bene tornando a Imperium, la prima cosa che si nota spulciando tra i link che Luigi Castellani ha messo a disposizione dei lettori, è che il gioco presenta una discreta quantità di supplementi che vanno a dare un quadro maggiore della situazione politica ed economica del mondo di Dune, con veri e propri supplementi come ci hanno abituato le principali case editrici di gdr. Tenete presente che ci sono una moltitudine di pianeti abitati e che il film ne tocca appena quattro.

I pianeti protagonisti a loro volta della trama del film

I pianeti protagonisti a loro volta della trama del film

Il gioco quindi è accessibile anche da chi non conosce minimamente il film o i romanzi. Considero questa marea di informazioni molto interessante e che rende il gioco affrontabile e gestibile da una grossa fetta di persone.

Si ma i test come funzionano?

Imperium è un gioco molto tradizionale, i dadi devono essere tirati solo quando c’è una reale necessità, un pilota

Allora vediamo hai capito cosa devi tirare o ti devo pugnalare?

Allora vediamo hai capito cosa devi tirare o ti devo pugnalare?

dovrà testare non tutte le volte che prende in mano il suo veicolo, ma solo quando dovrà effettuare manovre difficili o rischiose. Il test in quei casi è dato sottoforma di un numero di d8 pari alla somma che il personaggio possiede nella Caratteristica a cui si deve sommare il Valore dell’Abilità inerente alla situazione del momento. Ogni numero superiore a 5 è considerato un successo, ne basta uno per essere riusciti nell’azione. Ovviamente si può provare a effettuare un tiro anche se non si possiede gradi nell’Abilità specifica, ma questo è a discrezione del Master. Inoltre è possibile anche superare i successi massimi in quanto se si ottiene con un dado il valore 8, questo conta come due successi!

Un regolamento molto semplice che non dovrebbe risultare troppo complicato per chi conosce già questa meccanica. Inoltre è da segnalare la possibilità di poter scegliere la vocazione (classe) che più vi sentite affine, tra cui quella dei mentalisti. Il combattimento poi non è dissimile dagli altri test, ma tiene conto del duello, dello scontro tra uno o più persone coinvolte e ci sono opzioni di regolamento anche per le battaglie. Insomma nulla lasciato al caso.

Da appassionato devo ammettere che adoro i pianeti desertici e quella tecnologia un po’ barocca e funzionante perché ci sono poteri paranormali che sorreggono tutta la baracca. Il gioco è ben spiegato e perfino illustrato direttamente da Castellani. Vi consiglio di darci un occhio e anche una qualche chance al vostro tavolo da gioco!

Buon Natale e spero troviate anche il tempo per giocare e nerdare 😛

Free To Play della settimana: Imperium
87%Punteggio totale
Voti lettori: (16 Voti)
87%

A proposito dell'autore

Presidente dell'Associazione Ludica Oltretempo di Castelnuovo Rangone (Mo). A tempo perso gli piace giocare e provare un po' tutti i giochi di ruolo, anche se preferisce quelli italiani. Nel suo passato ha praticato anche un po' di sport quali nuoto, scherma medievale, e ovviamente anche "soffi air"...

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.