Legend of Five Rings
Il meglio del meglio non è vincere cento battaglie su cento, bensì sottomettere il nemico senza combattere.


Benvenuti in un mondo del tutto nuovo. Questa volta non si tratta di una invenzione letteraria né di una rivisitazione in chiave “misteriosofica” del mondo da noi conosciuto. Con Lo5R (acronimo per Legend of Five Rings) si è voluto dare un taglio del tutto nuovo al fantasy, non più ispirato al folklore nord europeo ma a quello altrettanto nobile ed intrigante del Giappone feudale.

Lo5R è ambientato nell’Emerald Empire, in un epoca ricca di scontri, alleanze e dominata dalle mitiche figure dei Samurai. L’ambientazione è estremamente curata, si nota sia dalla grafica che dalla ricostruzione storica e geografica l’immensa passione coltivata dagli sviluppatori per l’antico Giappone; la storicità di armi, armature e scenari fa pensare più ad un gioco storico che ad un fantasy, categoria decisamente riduttiva per Lo5R.
Addirittura nell’introduzione è riportato un ricco glossario e delle utilissime note di pronuncia, ad arricchire il lavoro in esame c’è una attenta descrizione della vita sociale nel periodo di riferimento, vengono trattati dai viaggi all’economia, dalla vita del Samurai a quella del popolo.
La politica, centrale in questo GdR, è ben descritta soffermandosi su poteri e prerogative di Corte, Imperatori, Magistrati e dell’amministrazione della giustizia; inoltre sono molto dettagliate le informazioni relative alle Famiglie e ai Clan.

Il sistema è molto semplice ma allo stesso tempo realistico: le azioni si risolvono o in test contrapposti o in test contro un valore di difficoltà. In entrambi i casi il giocatore lancia un numero di dadi pari all’ammontare di tratti più abilità e calcola il risultato “tenendo” un numero di dadi (quelli con valore più alto) pari al punteggio di tratti.
Ad es.: si tirano 5 dadi, se ne possono tenere 3 ( tratti 3 + abilità 2 ) la difficoltà prevista è 10 (successo medio) il giocatore lancerà 5,6,8,4,2 il risultato sarà quindi 19 (5+6+8) a questo punto la prova sarà riuscita.

Per la creazione del personaggio il giocatore può scegliere tra: noble, courtier, reclutant, rogue, scholar, vengeful; i tratti sono raggruppati per elemento (Anello) di appartenenza, ovvero: Earth (stamina e willpower); Water (strength e perception); Fire (agility e intelligence); Air,(reflexes e awarness); Void (la capacità del personaggio di usare tutti gli anelli come fossero uno solo). Fatto questo si sceglie il Clan di appartenenza, la Famiglia ed infine la Scuola.
Il giocatore può scegliere tra la scuola Bushi, esperti di combattimento, e la Shugenja, esperti nelle arti magiche; dati gli ultimi ritocchi il PG è pronto…e si passa all’equipaggiamento.
Qui c’è veramente di tutto, oggetti di cui ignoravo l’esistenza vengono illustrati con disegni puliti e realistici. La lista comprende dalla tazza da the alla rete da pesca, dal Sumi-e set al Samisen…ed ancora non siamo arrivati alle armi.
Appena si iniziano a vedere i disegni di lame, archi e bastoni si viene proiettati in questo mondo ipnotico ed affascinante, la lunga lista di armi da taglio comprende Aiguchi, Katana, No Dachi, Tanto, Naginata, Yari e molto altro.
Per quanto riguarda gli archi, i Dai Kiu e gli Yumi possono essere equipaggiati con un’infinità di frecce. La lista delle armi pesanti è, poi, clamorosa: dal Jo alla Kama fino al Tonfa sono perfette riproduzioni dell’epoca… detto questo immaginate voi come possano essere state trattate le armature… altro che “Ultimo Samurai”!!!

Passando alla magia il discorso si fa veramente complesso, ovviamente i nostri PG non lanceranno palle di fuoco e dardi incantati, qui la magia viene sviluppata in funzione della religione, della superstizione e del folklore orientale. Castare un incantesimo prevede la lettura del testo, la realizzazione del rituale ed una forte concentrazione dell’incantatore.
Anche qui il discorso è volto ad un immaginario legato alla natura ed agli elementi, quindi a seconda dell’elemento di riferimento la magia avrà determinati esiti e sviluppi. La parte più interessante ed originale è quella legata all’onore: proprio come facevano gli antichi Samurai anche i nostri personaggi dovranno seguire un sentiero onorevole, ricco di sfide e combattimenti rituali… a questo punto bisogna parlare del Iaijutsu Duel.
In ogni prova il giocatore può chiedere al master il Raise, ovvero l’aumento della difficoltà per l’azione che intende compiere, se il test andrà a buon fine nonostante l’aumento della TN (target number) il giocatore riuscirà “in modo spettacolare” nell’azione stessa.

Nel Iaijutsu Duel tutto il rito consiste in questo… i due sfidanti si fronteggiano, il master dichiara una difficoltà di base per colpire pari a 5 (valore minimo), a questo punto il giocatore “di iniziativa” ne potrà chiedere l’aumento, così come anche il secondo. Si possono chiedere tanti aumenti fino al punteggio posseduto in Void. Se un giocatore si rende conto che il TN è aumentato in modo tale da rendergli impossibile il colpo (TN troppo alta per lui) si dovrà ritirare e riconoscere la superiorità dell’avversario, se si trovano alla pari inizierà il combattimento vero e proprio, seguendo le regole classiche.

Detto questo, per concludere, posso aggiungere che Lo5R è veramente un gioco originale, sia nel sistema che nell’ambientazione; ha poco a che fare col fantasy, essendo molto più vicino a giochi come Ars Magica piuttosto che a D&D, ma la ricostruzione di eventi, armi e del pensiero popolare lo rende un gioco unico ed irripetibile. Inoltre la passione dimostrata nella creazione di questo set fa di Lo5R un GdR perfetto da un punto di vista teleologico.

Un’ultima avvertenza: Lo5R è adatto, ovviamente, a tutti, ma non pensate di trovarvi in uno scenario in stile “Tigre e il Dragone” o “La foresta dei pugnali volanti”! …come detto più volte non è un fantasy né tanto meno un clone di Exalted.
Dallo scenario al sistema di gioco è tutto eccezionalmente realistico, quindi anche i combattimenti e le azioni lo saranno.

Unica pecca il manuale è in inglese e non penso sia prevista una traduzione in italiano…sigh!

Link: http://l5r.alderac.com/
Recensore: Kirlian
Scrivi al Recensore: kirlian1979@msn.com

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.