Un anno fa, a Lucca 2017, si è tenuta una consulta di svariate associazioni ludiche presenti su tutto il territorio italiano. L’obiettivo era riunirsi: creare insieme qualcosa che fosse più della somma delle parti. In questa riunione si sono gettate le basi per l’attuale Federludo.

È seguito un anno di grande impegno, durante il quale molti sforzi sono stati profusi per costruire una nuova realtà dedicata al gioco d’intelligenza. Che cosa intende Federludo per “gioco intelligente”:

Gioco d’intelligenza è qualsiasi attività liberamente svolta a cui si dedichino, singolarmente o in gruppo, bambini o adulti senza altri fini immediati se non la ricreazione e lo svago, sviluppando ed esercitando nello stesso tempo capacità intellettive, relazionali, fisiche e manuali.

E finalmente, il 31 ottobre 2018, dopo un anno di lavoro, sarà presentata ufficialmente: nasce Federludo, la federazione delle associazioni ludiche italiane.

La conferenza si terrà dalle 15:15 di mercoledì 31 ottobre nella Sala Ingellis, presso il padiglione Carducci.
A presentare la neonata federazione saranno il presidente Alessio Guazzini, la vicepresidente Mirella Vicini (giurata del Gioco dell’Anno e “volto storico” di Lucca Games) e il segretario Giovanni Bacaro.

Federludo è un progetto del quale GdRItalia è fiera di aver fatto parte fin dagli albori e di aver contribuito alla sua costituzione. Un progetto nato con ideali di unione e di condivisione, per mettere in contatto tutte le infinite realtà ludiche sul territorio italiano e per dare un’unica voce che possa parlare a nome loro con le istituzioni nazionali ed europee.

Tutto per la promozione del gioco intelligente e dei rapporti umani sui quali si basa.

Vi aspettiamo in Federludo. Il motto è “Insieme siamo più forti”.

 

A proposito dell'autore

Lavos-D è un illithid colmo di bontà e di dolcezza, che distilla interamente nei suoi favolosi dolci: per questo non gliene resta più quando scrive i suoi acidissimi articoli. Il suo motto è provare qualsiasi gioco esistente, sennò non lo si può criticare. Quando il suo eterno ruolo di master gli lascia tempo libero lavora a GdRITalia in veste plurima di pasticciere ufficiale, redattore, editor, (re)censore, traduttore in seconda e spalla comica a tempo perso. Da quando si è autoproclamato sommo sacerdote del Grande Cthulhu si è montato la testa e non ci si ragiona più.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.