Articolo di Nicole Gulli

Continua il nostro viaggio attraverso le regioni italiane: la volta scorsa abbiamo parlato dell’Abruzzo, mentre oggi, dato il numero esiguo di associazioni trovate, abbiamo unito in un articolo solo la Basilicata e la Calabria.

La prossima tappa sarà la Campania, il cui capoluogo è in parte già stato trattato in un vecchio articolo di Mondo Larp. Se avete da fare segnalazioni per questa regione, sentitevi liberi di contattarmi all’indirizzo aki87@hotmail.it.

Basilicata

Uno dei capitoli più longevi di Camarilla Italia è quello di Potenza, che per l’esattezza ottiene il bronzo come longevità. Prima di unirsi alla Camarilla nazionale il gruppo organizzava eventi sull’ambientazione di Vampiri: La Masquerade per proprio conto: questa cronaca autonoma è terminata nel 2006.

Dal 2007 si sono tenuti più di 80 eventi mensili per la cronaca principale basata su Vampiri: Il Requiem, che hanno coinvolto all’incirca 50 soci; da poco si è conclusa la continuity legata al New World of Darkness con Maghi: Il Risveglio (oltre 35 eventi mensili).

Attualmente non è in corso solo la continuity di Vampiri: Il Requiem, che sfrutta regolamenti basati sul MET (il regolamento ufficiale della White Wolf) e condivisi su scala mondiale dalle associazioni cui Camarilla Italia è confederata (GIR e MES), ma anche una cronaca dedicata a Sine Requie per la quale si sfrutta un adattamento funzionale al GRV del regolamento del gioco tabletop, messo a punto dal Cartomante Nazionale.

Il gruppo si distingue anche per la capacità di compiere trasferte, avendo partecipato con suoi giocatori a tutte le attività associative dalla Sicilia al Veneto.

Calabria

L’A.R.S. nasce nel 2005 a Reggio Calabria stendendo un regolamento universale per gioco di ruolo da tavolo sullo stile di GURPS, e ha organizzato per anni sessioni di gioco in una scena cittadina assolutamente digiuna di questo tipo di eventi.

Nel 2008 il progetto ha cominciato a trasportare l'”esperienza ARSiana” in eventi live, sfruttando lo snello regolamento del gioco da tavolo. La semplicità del regolamento fa sì che il target sia ampio e non ristretto ai giocatori già formati.

Gli eventi vengono organizzati secondo un calendario che mensilmente propone di solito un episodio della campagna medieval-fantasy più una one-shot con un’ambientazione che cambia ogni volta. La sede di questi eventi negli anni è stata trasformata fino a diventare un vero club che ospita anche eventi a carattere artistico, ludico e sociale (proiezioni cinematografiche, concerti, letture…). E tra gli eventi in programma vi sono anche workshop creativi per la preparazione di costumi ed elementi di scena.

Come accennato precedentemente, il regolamento è così snello che occupa solo una pagina, facile da trasportare e unica per tutte le ambientazioni. Nella versione da tavolo sono previsti anche dei moduli di espansione che permettono di arricchire il feeling con l’ambientazione utilizzata, dal classico medievale al contemporaneo.

Nicole Gulli

L’autrice di questo articolo

Nicole Gulli, triestina, scopre il larp per caso nel 2006 con Arcana Domine. Dopo aver conosciuto in un gioco di ruolo by chat il suo futuro compagno, fiorentino, comincia a giocare anche in Toscana, prima con le Spire del Drago e poi con Alae Noctis. Nel 2013 diventa mamma e ha appena cominciato a portare con sé ai live anche la figlioletta.

 

A proposito dell'autore

Nicole Gulli, triestina, scopre il larp per caso nel 2006 con Arcana Domine. Dopo aver conosciuto in un gioco di ruolo by chat il suo futuro compagno, fiorentino, comincia a giocare anche in Toscana, prima con le Spire del Drago e poi con Alae Noctis. Nel 2013 diventa mamma e ha appena cominciato a portare con sé ai live anche la figlioletta.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.